Btp Italia: Prossima Emissione, Novità, Cedola e Scadenza a 8 anni

BTP Italia rappresentano tra i titoli di Stato i primi ad essere indicizzati all’inflazione italiana, caratterizzati da emissione cedole semestrali e da una durata pari a 4, 6 o 8 anni.

Essi si rivolgono ai piccoli investitori privati, e costituiscono investimenti di medio termine, i quali conferiscono una remunerazione sempre allineata all’evoluzione del costo della vita: si tratta degli unici titoli di Stato Italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale.

Fatta questa premessa, la nuova emissione dei BTP Italia 2018 è stata prevista a partire da lunedì 14 maggio: il Tesoro ha comunicato un’estensione dalla scadenza da 6 a 8 anni, ossia fino al 2026. Dunque, a partire da metà maggio, sarà possibile accedere alla tredicesima emissione del titolo di stato indicizzato all’inflazione del nostro paese.

Le novità della nuova emissione 2018

Rispetto alle emissioni precedenti, la novità, come anticipato, riguarda la scadenza di questi titoli, che non sarà più pari a 6 anni, ma a 8 anni, fino, appunto, al 2026.

L’offerta, come detto, è accessibile dal 14 maggio fino al 16 maggio, ossia tre giornate dedicate al retail pubblico, mentre il 14 maggio, in mattinata saranno presentate le offerte dedicate esclusivamente all’interesse del pubblico istituzionale.

Per quanto riguarda il tasso minimo garantito, o la cedola garantita, questa é pubblicizzata l’11 maggio.

Il tasso è salito allo 0,40%, come reso noto dal MEF.

Btp Italia 2018, le caratteristiche

Le caratteristiche di questa nuova edizione sono le stesse dei titoli precedenti, con l’unica novità già presentata legata alla loro durata.

Ma vediamo di accorpare ed esaminare i punti salienti di questo strumento di risparmio e investimento:

  • Scadenza 8 anni;
  • Calcolo delle cedole semestrale e sul capitale rivalutato all’inflazione italiana;
  • Tasso reale annuo minimo garantito;
  • Capitale nominale garantito a scadenza;
  • Premio Fedeltà per i risparmiatori che detengono il titolo fino a scadenza.

Le prossime mosse del Tesoro

Nel frattempo, il Tesoro e il Ministero dell’Economia sono impegnati nella valutazione della possibilità di emettere un Btp indicizzato all’inflazione dell’eurozona. La durata potrebbe essere ventennale,  senza dimenticare un’altra novità già calendarizzata, ossia la proposta di un nuovo BTP a lungo termine, di durata trentennale.

Queste novità sono state comunicate direttamente da Davide Iacovoni, ossia il capo della direzione del debito pubblico al ministero dell’economia, durante un incontro con la stampa seguito alla sua nomina nel ruolo.

Su Affari Miei puoi restare sempre aggiornato sulle novità legate al risparmio e agli investimenti.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Investire con Consapevolezza?

Ricevi Subito 5 Consigli Gratuiti per Investire i Tuoi Soldi al Meglio.

5 Consigli Fondamentali per Investire

 


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO