Italia batte Stati Uniti in Borsa: è un Miracolo?

Ammetto che ci ho pensato parecchio prima di scrivere questo post perché quando il mio team mi ha fatto vedere questa cosa sono saltato dalla sedia.

Quasi non ci credevo però, controllando, è proprio così.

Come sai, da mesi stiamo lavorando a #IOPUNTOSULLITALIA con l’obiettivo di individuare le migliori aziende su cui investire per aiutare il nostro Paese ad uscire dall’emergenza COVID-19.

Pochi giorni prima di aprire le vendite, nel controllare gli ultimi dettagli, abbiamo effettuato un backtest del nostro portafoglio a partire dal 2018 e…è venuta fuori l’incredibile notizia.

#IOPUNTOSULLITALIA ha fatto meglio dello S&P500, il principale indice di borsa degli Stati Uniti.

In particolare, le aziende che abbiamo scelto hanno avuto rendimenti superiori fino ad inizio 2020 quando gli interventi più massicci delle istituzioni USA, almeno per ora, hanno riportato su più velocemente i mercati americani.

Per rendere l’idea rispetto a ciò che dico, questa è la partita (quasi di tennis) tra #IOPUNTOSULLITALIA ed il FTSE MIB, il principale indice della borsa italiana.

Non c’è storia, come vedi: il FTSE MIB, infatti, è storicamente appesantito da aziende para-statali, società in business obsoleti come le grandi banche o aziende che hanno basse possibilità di crescita.

Questo aspetto è di estrema importanza perché molti mi hanno chiesto come mai parlo di acquisto di azioni singole e non di ETF.

La risposta è semplicissima: perché non c’è un ETF che fa quello che stiamo realizzando noi altrimenti non ci avremmo perso nemmeno il tempo. Gli ETF più importanti sono sul FTSE MIB che, a nostro parere, non è rappresentativo dell’economia italiana al 100% perché ingloba aziende di grande capitalizzazione ma dal futuro incerto.

Se non mi credi, cerca su Google il grafico di Unicredit, Intesa San Paolo o Generali 😉

Ma che vuol dire tutto questo?

Primo DISCLAIMER ENORME: i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, non ti sto promettendo alcun rendimento e, soprattutto, ti sto condividendo un’esperienza reale sulla quale stiamo in primis investendo i nostri soldi.

Non è che Davide Marciano si sveglia la mattina, vede i trend di Google o di Youtube e parla.

Davide Marciano, e con lui i suoi collaboratori, si sveglia la mattina in cerca di opportunità d’investimento per sé stesso e poi le condivide con chi vuol seguirlo.

Fatti questi dovuti chiarimenti, dunque, ti spiego in sintesi cosa voglio dimostrarti con questi grafici.

Per prima cosa, il FTSE MIB è appunto un indice non idoneo a rispecchiare la realtà economica del nostro Paese. Ci sono aziende valide che abbiamo scelto ma molte, quelle più “pesanti” per capitalizzazione ed importanza, zavorrano l’andamento dell’indice e degli ETF che lo replicano.

Seconda cosa, questa è ancora più importante. Il fatto che abbiamo “vinto” contro lo S&P500 è relativo, non è detto che accada sempre ed avremmo anche potuto “perdere”.

Non è questo il punto. 

Quello che voglio dimostrarti con quel grafico è che le aziende che sono sopravvissute agli anni difficili post 2008 e che ce la faranno anche questa volta presentano dei tratti comuni: sono all’avanguardia, hanno business diversificati a livello mondiale e sono in grado di mettersi sullo stesso piano delle altre realtà europee ed americane.

Se così non fosse, io non starei qui nel mio ufficio a scrivere serenamente e tu, anziché leggermi da uno smartphone o da un laptop di ultima generazione, staresti accendendo il fuoco in una caverna umida sfregando due pietre 😉

L’abbiamo fatto con il cuore…ma anche con la TESTA!

Con il cuore si fanno tante cose belle e, lo ribadisco, sono veramente emozionato nel presentare #IOPUNTOSULLITALIA perché sento di essere portavoce di una missione più importante del mio solo percorso individuale.

Però il cuore non basta, serve metterci anche la testa ed io ed il mio team abbiamo riflettuto molto prima di creare questa occasione unica nel mondo della finanza italiana.

Oggi noi investitori abbiamo una grande responsabilità: perseguire i nostri interessi salvaguardando l’ambiente in cui viviamo ed operiamo.

Io ho già messo mano al portafoglio, prima di iniziare a parlare di #IOPUNTOSULLITALIA, ed ho fatto la mia parte investendo quel che potevo.

Se vorrai fare la tua e aderire alla nostra iniziativa avrai la mia stima moltiplicata per tre.

Hai tempo fino al 6 ottobre 2020 per contribuire anche tu al rilancio economico italiano promosso da Affari Miei e mirato a sostenere chi crea ricchezza ed occupazione.

Ti aspetto.

Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Investimenti

4 Commenti

Sabrina · 3 Ottobre 2020 alle 13:25

Ciao Davide, ho acquistato con grande piacere #IPSI.😉

Ho alcune domande da porti sulla gestione del portafoglio.

Sottolinei sempre che l’investimento è un processo e non un evento singolo: riceveremo aggiornamenti periodici su come ‘tarare’ al meglio la composizione del portafoglio proposto?
Es. Azienda X comunica fallimento (sto estremizzando) è lasciato a noi la gestione del ‘cosa fare’ oppure riceveremo indicazioni su come procedere?
Oppure caso inverso: Azienda Y che performa al 200% …che fare?

Nel file allegato sono calcolati i costi di ingresso…nel caso di aggiustamenti/vendita si generano altre commissioni?
Sono state considerate?

Infine qual è l’orizzonte temporale di retention che proponi?

Ti ringrazio,
Un caro saluto

    Davide Marciano

    Davide Marciano · 3 Ottobre 2020 alle 15:15

    Ciao Sabrina,

    grazie del commento e complimenti per l’acquisto.

    Ti rispondo perché è di aiuto anche per gli altri: gli aggiornamenti periodici sono gratuiti e vi verranno comunicati quando e se ci sarà necessità di fare degli aggiustamenti.

    Avendo investito anche noi, ovviamente continueremo a monitorare e raccontare ciò che facciamo.

    Per quanto riguarda i costi ovviamente si, se fai nuove operazioni ci sono altri costi: per questo noi investitori, a differenza dei trader, cerchiamo di agire il meno possibile.

    Orizzonte temporale per me è lunghissimo, almeno 5-7 anni di base però personalmente potrei tenerle pure a vita queste aziende così da ricordarmi del “favore” fatto al mio Paese.

    Per ulteriori domande, ti chiedo la cortesia di contattare l’assistenza dal momento che questa pagina è pubblica e non vorrei spoilerare i contenuti 😉

    A presto,
    Davide

Sabrin · 3 Ottobre 2020 alle 16:54

Sì certo! Quali sono i contatti dell’assistenza?
Grazie

    Davide Marciano

    Davide Marciano · 4 Ottobre 2020 alle 9:02

    redazione @ affarimiei . biz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei