Bux: Recensioni sulla Piattaforma per Investire in Borsa

Di piattaforme per investire anche piccolissime somme ne abbiamo viste diverse negli ultimi mesi. Oggi ti parlo di Bux, una delle ultime arrivate sul mercato, che offre la possibilità di investire tramite smartphone anche piccolissime somme, con accesso, tramite CFD, ad un discreto numero di sottostanti e di titoli.

Come sempre faccio su Affari Miei, ho preparato un’analisi completa della piattaforma, individuando i vantaggi e gli svantaggi di questa piattaforma. Conviene investire con Bux? Quali sono le differenze con le altre piattaforme che ti permettono di investire somme minime? Le commissioni sono alte?

Vediamolo insieme.

Che cos’è Bux?

Bux è un’App per iPhone e Android che permette di investire in CFD (sulla questione tecnica tornerò più avanti) che opera già su tutto il territorio europeo con un discreto successo.

Offre la possibilità di investire, anche se indirettamente, in un enorme numero di titoli, materie prime e anche criptovalute.

Il sistema, come avremo modo di vedere insieme più avanti, è estremamente semplice: si versa denaro sull’App e si scelgono i titoli che più ci interessano.

In modo altrettanto semplice è possibile liberarci dai titoli che abbiamo acquistato, con un semplice tap sul nostro smartphone.

Che tipo di titoli puoi acquistare tramite Bux?

I titoli che puoi acquistare tramite Bux sono CFD, ovvero i famosi Contratti per Differenza. Sono titoli derivati che hanno sottostanti molto variegati, come azioni, obbligazioni, materie prime, criptovalute e anche indici. Come funzionano i CFD? Continua a leggere se vuoi saperne di più!

Quando acquisti un CFD stai acquistando un titolo che vale la differenza di prezzo del titolo sottostante dal momento dell’acquisto in avanti. La definizione di scuola non è sempre comprensibile e ti propongo un esempio concreto per aiutarti a comprendere come funzionano questi particolarissimi strumenti:

  1. immagina di voler acquistare un CFD su Azioni ENI, prezzate al momento del tuo acquisto a 5,40 euro per azione a Piazza Affari;
  2. al momento dell’acquisto del CFD, questo vale 0, perché la differenza tra il prezzo di acquisto (5,40) e quello attuale (5,40) è appunto zero;
  3. al muoversi del valore del titolo, si muove anche il valore del tuo CFD: facciamo l’esempio di una variazione positiva, con il titolo che arriva a 5,60. Ogni CFD che hai comprato varrà 5,60 – 5,40 = 0,20 centesimi di euro.

Un sistema del genere apre anche alla possibilità di avere leva finanziaria. Dato che il tuo investimento infatti deve coprire soltanto le variazioni di prezzo del titolo che hai acquistato, puoi effettivamente investire somme più elevate di quelle che hai a disposizione, pur moltiplicando, come avremo modo di vedere più avanti, il rischio che stai correndo.

Leggi Anche: 3 Investimenti Redditizi: Guadagna fino al 50,28%

Quanto costa operare con questa trading app?

Bux è una piattaforma almeno sulla carta gratuita, perché non ci sono costi collegati né con il download né con l’apertura di un conto.

Si dovranno però ovviamente pagare delle commissioni sull’acquisto dei titoli, che sono sotto forma di percentuale sull’investimento.

  1. per i titoli esteri pagherai lo 0,15% fino a 5.000 euro, lo 0,12% per somme superiori, con un minimo di commissione che è di 0,25 euro;
  2. per i titoli italiani pagherai lo 0,20% fino a 2.500 euro, lo 0,18% invece per somme superiori. Il minimo di commissione è di 0,80 euro;
  3. per gli investimenti su indici invece pagherai lo 0,06% per somme inferiori a 5.000 euro, mentre pagherai lo 0,05% per investimenti superiori a questa soglia;
  4. per gli investimenti in BitCoin pagherai lo 0,45%, con una commissione minima dello 0,25%;
  5. per tutte le valute pagherai lo 0,05% fino a 5.000 euro, lo 0,04% fino a 25.000 euro, lo 0,03% fino a 75.000 euro, e lo 0,02% per somme più elevate;
  6. per il trade sulle materie prime pagherai invece lo 0,10% fino a 5.000 euro e lo 0,08% su investimenti di più di 5.000 euro.

Le percentuali richieste possono sembrare irrilevanti, ma vanno comunque tenute in debita considerazione perché vengono calcolate sull’investimento totale con moltiplicatore della leva finanziaria incluso.

Nel caso in cui, per fare l’esempio, dovessi investire 50 euro con un moltiplicatore 10, ti troveresti a dover calcolare la commissione su 50 x 10 = 500 euro, rendendo la stessa qualcosa di enormemente più rilevante rispetto al tuo capitale di partenza.

Le commissioni offerte da Bux sono grosso modo in linea con quanto viene offerto da piattaforme analoghe (pensiamo ad eToro su tutte), e non possono dunque costituire preferenza che dovrebbe indirizzarci, appunto, verso Bux.

Conviene investire con Bux app trading?

Il discorso della convenienza non può essere fatto per tutti. Ogni risparmiatore ha esigenze diverse e non tutti possono permettersi di investire in strumenti di rischio come i CFD.

I CFD, e ci sono anche gli avvisi di Bux a ricordarcelo, sono uno strumento che deve essere considerato come ad alto rischio e che dunque non è adatto assolutamente a chi deve tutelare i propri capitali e non si può permettere di intaccarli.

Oltre a questo aspetto peculiare dei CFD, va ricordato il fatto che le commissioni che vengono riscosse sono da calcolarsi sulla somma investita moltiplicata per la leva, e che non essendoci limiti massimi di commissione questa può arrivare a somme davvero importanti.

Anche la possibilità di investire pochissimi euro è in realtà fortemente ridimensionata dalla presenza di commissioni minime “alte”.

Immagina di investire 10 euro in titoli italiani e di avere dunque una commissione minima applicata di 25 centesimi. Vuol dire pagare il 2,5% di commissioni sull’acquisto del titolo, una percentuale altissima e che rende praticamente qualunque tipo di investimento poco redditizio.

Si può usare Bux per investire, basandosi anche sul fatto che in effetti la piattaforma è molto comoda e facile da utilizzare: bisogna però considerare con attenzione quanto abbiamo detto finora.

Aprire sempre un conto demo per iniziare

Bux offre la possibilità di avere a disposizione un conto demo con valuta virtuale dal quale cominciare a muovere i primi passi, sia per comprendere il funzionamento della piattaforma, sia invece per comprendere quelli che sono i rischi connessi con l’investimento in CFD.

Il conto demo è di fondamentale importanza per investire al meglio con Bux: se vuoi avere comunque qualche altro consiglio per ottimizzare i tuoi investimenti, ti consiglio di leggere la mia guida e i miei consigli fondamentali!

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei