Trasferimento Conto Corrente: Guida alla Procedura

Di offerte più convenienti rispetto al conto che utilizziamo adesso ce ne sono tantissime, e le ho recensite tutte sulle pagine di Affari Miei, come puoi vedere cliccando qui. Se ne hai trovato uno migliore potresti voler effettuare un passaggio… Cambiare conto, però, può spaventare, soprattutto per le presunte lungaggini burocratiche e per le scartoffie che sono collegate con questa procedura.

In via generale, posso dirti che il procedimento è molto semplice. Il trasferimento del conto corrente porta via pochissimi minuti e ti apre le porte di risparmi di breve, medio e lungo periodo decisamente importanti.

Se vuoi traslocare il conto, continua a leggere la guida che ho preparato per te, perché troverai tutto quello di cui hai bisogno per effettuare l’operazione, spiegato passo per passo.

I rapporti da chiudere prima del trasferimento

Prima di poter procedere con il trasloco, dovrai però essere sicuro di aver chiuso rapporti la cui esistenza impedisce che si possa chiudere il conto o trasferirlo da qualche altra parte.

Devi essere certo che non ci siano più in essere:

  • prestiti;
  • mutui;
  • carte di credito con debito da saldare;
  • domiciliazione bancaria delle utenze.

Per quanto riguarda mutui e prestiti, questi devono essere estinti prima di poter traslocare il conto. Lo stesso vale per la Carta di Credito.

Per la domiciliazione delle utenze, dovrai comunicare alle società che erogano i servizi la sospensione dell’addebito, che sarà poi trasferito sul tuo nuovo conto.

Se hai l’accredito dello stipendio o della pensione

Nel caso in cui tu dovessi avere l’accredito della pensione o dello stipendio direttamente sul conto, dovrai comunicare all’INPS o al datore di lavoro il nuovo IBAN, una volta che questo sarà operativo.

Il trasferimento del conto corrente: la procedura

La procedura di trasferimento del conto è molto semplice. Dovrai infatti semplicemente:

  1. recarti presso la filiale dove hai aperto il conto e riconsegnare carte, eventuali blocchetti di assegni e eventualmente la chiave digitale per l’accesso al conto via Home Banking;
  2. dovrai chiedere una lista degli ultimi pagamenti effettuati, così da avere una lista di quelli che dovrai trasferire sul nuovo conto corrente;
  3. dovrai comunicare la volontà di trasferire i tuoi accrediti su un altro conto.

Per chi cambia banca: i tempi del trasferimento

Il trasferimento, per legge, deve essere portato a termine entro 12 giorni lavorativi. Dal 13° giorno lavorativo il conto nuovo dovrebbe essere completamente operativo.

Nel caso in cui tu dovessi scegliere di chiudere il tuo precedente conto, tale conteggio dei giorni deve partire dal giorno in cui è stato cancellato anche l’ultimo obbligo pendente.

Nel caso in cui la banca non dovesse rispettare tali tempi, avrai diritto ad un indennizzo di 40 euro, con maggiorazione ulteriore per ogni giorno successivo di ritardo.

Quanto costa il trasferimento di conto?

Il trasferimento del conto è per legge completamente gratuito. Né la banca di provenienza né quella di destinazione possono chiederti alcunché.

Questo ovviamente fatte salve le eventuali spese e penali per l’estinzione di debiti, carte, etc. Quei costi non possono essere in alcun modo considerati come costi di chiusura del conto.

Cosa può essere trasferito?

Ovviamente bisogna pensare a tutto quando si pensa alla chiusura conto corrente: trasferimento soldi, servizi, domiciliazioni… Cosa possiamo trasferire?

Praticamente tutto:

  • servizi di pagamento, come le utenze con pagamento automatico;
  • il saldo residuo;
  • il deposito titoli, nel caso in cui la banca di destinazione dovesse prevederlo.

È anche possibile traslare il mutuo. In questo caso però più che parlare di trasferimento del conto dobbiamo necessariamente occuparci di Surroga del Mutuo.

Che banche offrono questo servizio?

In realtà tutte, in quanto devono farlo per legge ai termini e alle condizioni che ho indicato nella guida di oggi. Non c’è banca che può sottrarvisi, e l’unico limite a favore degli istituti è nel caso in cui il servizio che vogliamo trasferire non dovesse essere presente nella banca di destinazione.

Per capirci, la tua banca non può assolutamente rifiutarti il trasferimento e dovrà occuparsi di farlo alle condizioni che ho sopra indicato. Non vi è assolutamente possibilità per alcuno di sottrarvisi.

Che banca scegliere per il trasloco?

Su Affari Miei troverai recensioni approfondite di tutti i migliori conti corrente, economici e funzionali, per risparmiare in modo netto rispetto ad adesso. Consulta le mie recensioni e fai la tua scelta, sempre facendoti… gli affari tuoi.

Molte banche, spesso tra quelle che offrono le condizioni più interessanti e economiche, ti offrono anche la possibilità di gestire completamente il trasferimento del conto corrente, delle domiciliazioni delle utenze e talvolta anche di prestiti e dei mutui.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei