Aprire un Conto Corrente in Germania: Guida al Miglior Conto Tedesco

Come aprire un conto corrente in Germania? È possibile farlo da non residenti? Serve trovarsi nel paese per farlo?

Ho già parlato su Affari Miei dei problemi del sistema bancario italiano e spesso della scarsa affidabilità o redditività di questo rispetto agli omologhi che operano in altri paesi UE.

La Germania, poi, ha da sempre la reputazione di un paese affidabile, trasparente e senza troppi fronzoli o costi inutili. L’idea di aprirci un conto bancario sarà balenata a tanti lettori, ed è per questo che ho deciso di offrire questo approfondimento.

Vediamo insieme come aprire un girokonto in Germania (questo è il nome del conto corrente nel paese teutonico) e quali sono le problematiche connesse.

Perché proprio la Germania?

Se sei arrivato su questa guida con ogni probabilità avrai già raccolto informazioni sulla Germania, o comunque avrai i tuoi buoni motivi per aprire il tuo conto corrente in quel paese.

Ti do qualche motivo ulteriore per scegliere proprio la Germania per il tuo prossimo conto corrente:

  1. il sistema Germania, nonostante i recenti problemi di Deutsche Bank, è tra i più solidi del mondo e in aggiunta, essendo le banche tutte o quasi partecipate dei Lander vivono una situazione ibrida di pubblico-privato che, almeno da quelle parti, funziona;
  2. è un paese UE e dunque avrai a disposizione un conto SEPA, che i ti permette di operare tra Italia e Germania senza alcun tipo di problema;
  3. i sistemi di home banking ti permettono di operare con un conto tedesco anche nel caso in cui tu non dovessi trovarti in Germania.

>> Apri un Conto con IBAN Tedesco Online in 8 Minuti <<

È legale aprire un conto corrente in Germania?

Certo che sì. Non ci sono leggi in Italia che ci proibiscano di mantenere parte del nostro capitale all’estero, soprattutto poi se questo si trova all’interno di un paese UE, con il quale, lo anticipo per le questioni di cui parleremo più avanti, esiste un altissimo livello di interscambio di informazioni di carattere economico e fiscale.

Sul piano legale e fiscale non ci sono assolutamente problemi di sorta. Puoi aprire qualunque tipo di conto in Germania, senza alcun tipo di ostacolo.

Le questioni di cui devi tenere conto sono due:

  1. come trasferire i soldi in Germania (contanti? Trasferimento da un conto in banca?);
  2. come rapportarci con il fisco italiano, questione che diventa anche più importante nel caso in cui dovessimo detenere più di 10.000 euro in questo conto.

Di entrambe le questioni parlerò tra pochissimo, continua a leggere.

Come ti conviene portare soldi in Germania?

In realtà puoi fare come preferisci, tenendo però conto del fatto che spostare più di 10.000 euro in contanti può creare qualche problema in frontiera (vanno dichiarati, sia quando si esce dall’Italia, sia quando si entra in Germania) e che non è esattamente un buon biglietto da visita avere una mazzetta di euro e tirarla fuori in banca.

Dato che non stiamo facendo assolutamente nulla di illegale, meglio trasferirli con un bonifico dall’Italia, anche dal nostro vecchio conto. I costi per i trasferimenti SEPA sono ormai nulli, e non ci sono motivi di sorta per non utilizzare questa possibilità.

Monitoraggio fiscale: i tuoi obblighi

Quando fai la dichiarazione dei redditi, ricordati che dovrai dichiarare ogni somma superiore ai 10.000 euro detenuta all’estero il 31 Dicembre dell’anno di riferimento. Dovrai anche segnalare i trasferimenti che superano quella somma.

Entrambe le questioni devono essere segnalate nella sezione RW della tua dichiarazione dei redditi.

È questo di fatto l’unico adempimento che deve preoccuparti riguardo il tuo conto futuro in Germania.

Le banche tedesche devono accettare clienti residenti in UE

Secondo una norma del 2016 le banche tedesche devono accettare come clienti, con un conto di base, tutti i residenti nel territorio dell’Unione Europea. Questo vuol dire che possiamo senza alcun tipo di dubbio aprire un conto in Germania anche se non siamo residenti in quel paese.

Questo dunque vale per chi ha ancora la residenza in Italia pur essendosi spostato in Germania, sia chi non ha alcuna intenzione di trasferirsi in quel paese.

Le principali banche tedesche per scegliere un conto

Ci sono tantissimi gruppi che operano in Germania nel settore bancario consumer. Cito per comodità tua i principali ai quali puoi rivolgerti per l’apertura del conto:

  1. Deutsche Bank: la banca con più alta capitalizzazione in Europa e che opera anche in Italia ormai da diversi anni; è un po’ il gruppo di riferimento del sistema bancario tedesco;
  2. Sparkasse: è il circuito delle banche locali / casse di risparmio, che offrono condizioni particolarmente vantaggiose per i consumatori che hanno bisogno delle operazioni di base;
  3. DKB: offre carta e conto gratuito, con possibilità di avere prelievi gratis anche in Italia;
  4. Comdirect: possibilità di aprire conto anche online, identificandosi con PostIdent, con carta prepagata gratuita; Non ci sono motivi particolari per scegliere l’uno o l’altro gruppo. Tutti sono altrettanto validi e dovremo orientare la nostra scelta esclusivamente in relazione a quello di cui abbiamo bisogno.

>> Apri un Conto con IBAN Tedesco Online in 8 Minuti <<

I tuoi soldi sono al sicuro in Germania?

Decisamente sì. Il sistema bancario tedesco è piuttosto solido e al tempo stesso offre le medesime garanzie offerte in Italia dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi, grazie alle quali tutti i conti al di sotto dei 100.000 euro per conto e per correntista sono completamente coperti.

Questo vuol dire che se hai intenzione di investire somme inferiori, puoi ritenerti completamente al sicuro.

Posso aprire un conto corrente online in Germania?

Sì. Più di una banca tedesca ti permette di aprire un conto corrente in Germania senza problemi anche online, con sistemi di identificazione digitale e senza che sia necessario per te recarti appunto in quel paese per firmare contratti, etc.

Il sistema tedesco è in questo senso uno dei più evoluti a livello europeo e dunque uno di quelli che ti garantisce la maggiore semplicità di apertura, tante volte anche rispetto all’Italia.

La Germania rimane dunque un paese relativamente ideale per muoversi in questo senso. Prendila in considerazione se sei alla ricerca di un buon paese per aprire il tuo conto corrente all’estero.

E se vuoi valutare altri conti corrente esteri, ecco due guide di Affari Miei:

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

2 COMMENTI

  1. Ciao, credo ci sia un errore nel capitolo ” i tuoi soldi sono al sicuro in Germania” in quanto credo che la cifra al sicuro sul conto sia di 100.000 euro e non 10.000. Per il resto grazie delle informazioni.
    Ciao
    Giuseppe

  2. Grazie per le informazioni. Ho provato ad aprire un conto corrente presso la DKB. Alla fine di una lunga tiritera, mi hanno comunicato che aprono conti correnti solo a clienti in Svizzera, Germania ed Austria. Sigh.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei