Aprire un Conto Corrente in Slovenia: i Consigli per i Tuoi Risparmi All’Estero

Come aprire un conto corrente in Slovenia? Come ho già detto più volte su Affari Miei non sempre il sistema bancario italiano infonde sicurezza, e qualcuno dei lettori mi ha dunque chiesto come fare ad aprire un conto corrente in Slovenia, paese che culturalmente sarà anche lontanuccio, ma che condivide con il nostro Paese un bel pezzo di confine.

Chi è da quelle parti avrà già una certa familiarità con questo paese e chi invece è semplicemente interessato, troverà in questa guida tutto quello che c’è da sapere su come aprire un conto in banca in Slovenia, inclusi i costi, le garanzie, le eventuali problematiche.

Vediamo insieme come fare.

Perché proprio la Slovenia?

Ho già analizzato la situazione di diversi paesi a livello bancario, e la Slovenia si pone quantomeno in linea con quanto si vede nei paesi principali, economicamente parlando, della zona UE.

Anzi, a conti fatti pare che i paesi meno estesi (Austria, Repubblica Ceca, Slovenia, Olanda) riescano a fare molto meglio di quelli di grande estensione, almeno sul profilo bancario.

La Slovenia può essere una buona idea per aprire un conto all’estero perché:

  • è un paese in forte crescita, e magari possiamo utilizzare i capitali lì depositati per investire in qualche realtà locale;
  • è un paese decisamente solido a livello bancario;
  • siamo all’estero, ma comunque all’interno dell’UE, con tutto ciò che ne consegue a livello di libero spostamento di capitali e di persone;
  • siamo vicini all’Italia;
  • il segreto bancario è effettivo, anche se probabilmente per poco, visto che moltissimi paesi vi stanno rinunciando.

Non è una buona idea però, come avremo modo di vedere più avanti, spostare il proprio denaro in Slovenia allo scopo di sottrarlo al fisco o comunque di occultarlo.

Esistono delle norme sull’interscambio di comunicazioni tra Italia e Slovenia (e più in generale tra i paesi UE) che scoprirebbe il tuo gioco in 4 e 4… otto.

In Slovenia non ci sono imposte sui conti corrente

Un altro punto a favore, che forse merita di essere trattato a parte, è l’assenza in Slovenia di imposizione fiscale sui conti corrente.

Questo vuol dire che potremo detenere qualunque somma nel paese senza alcun tipo di pagamento ulteriore al canone e al costo delle operazioni che ci viene offerto dalla banca.

È legale aprire un conto qui?

Certo che sì. Possiamo fare con il nostro denaro quello che vogliamo, a patto di rispettare due gruppi di norme dei quali avrò modo di parlare tra pochissimo.

Non ci sono norme che ci impediscono di tenere i nostri soldi oltreconfine, a patto che questo ovviamente non sia fatto con scopi elusivi e che il denaro non sia frutto di proventi da attività illecite.

Ad essere importanti saranno:

  • le modalità di conferimento del denaro;
  • il rispetto di quanto impone la fiscalità internazionale e quella italiana.

Per quanto riguarda il primo punto, in Slovenia possiamo anche decidere di conferire capitali in contanti, cosa che però pur essendo accettata, può creare qualche tipo di problema. Passare il confine con più di 10.000 euro prevede dichiarazione e comunque le banche slovene non amano trattare in questo modo. Meglio fare un bonifico dall’Italia e mettersi una volta per tutte l’anima in pace.

In secondo luogo vanno rispettate le norme fiscali italiane. Qualunque trasferimento superiore ai 10.000 euro e qualunque conto corrente superiore ai 10.000 euro va dichiarato in sede di dichiarazione fiscale, sotto la sezione RW.

Come conviene portare i soldi in Slovenia?

Possibilmente conviene mandarli tramite bonifico SEPA. Spostare contanti a mazzette, come se fossi Al Capone, non è visto di buon occhio, né dall’eventuale polizia di frontiera, né tanto meno dalla banca.

I non residenti possono aprire un conto

I non residenti e gli stranieri possono aprire un conto corrente in Slovenia senza alcun tipo di problema. Vale la pena però di ricordare che è necessaria la presenza del cliente in filiale e che dunque non è permesso, almeno per il momento, aprire un conto corrente da remoto.

Questo vuol dire che anche nel caso in cui dovessi avvalerti di un’agenzia che offre questo tipo di servizi, dovrai comunque presenziare in banca al momento della stipula del contratto.

Le principali banche slovene: dove aprire un conto corrente

Tra i gruppi da considerare necessariamente per aprire un conto in banca troviamo:

  • Unicredit Banka Slovenija;
  • Banka Sparkasse;
  • Addiko Bank;
  • SKB Banka.

Vengono offerte da queste 4 banche condizioni pressoché identiche per gli stranieri e non vi è motivo per preferire l’una all’altra.

È possibile aprire un conto online in Slovenia?

Non per il momento. Nessuna banca slovena permette a clienti non residenti di aprire un conto in banca senza essere presenti in filiale.

Questo vuol dire che per aprire il tuo conto in banca in Slovenia dovrai programmare un salto da quelle parti, possibilmente non prima di esserti messo in contatto con la filiale.

Posso operare dall’Italia con il mio conto sloveno?

Certo che sì. Tutte le principali banche slovene offrono la possibilità di operare tramite le App di home banking o tramite browser. In questo senso le possibilità offerte dai gruppi sloveni non hanno nulla a che invidiare ai gruppi italiani.

Una volta aperto il conto potrai operare in assoluta libertà anche dall’Italia.

I conti in Slovenia sono sicuri?

Fino a 100.000 euro per conto e correntista opera una assicurazione analoga a quella operante in Italia, che ci permette dunque di essere tranquilli completamente per somme inferiori ai 100.000 euro per conto e per correntista.

Per quanto riguarda lo stato di salute generale del sistema, possiamo senza dubbio dire che il sistema sloveno è solido e che non offre motivi di eccessive preoccupazioni.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei