Hype vs Superflash: Confronta le Due Carte Conto e Scopri la Migliore

Oggi torno con un confronto tra due diverse carte conto (ossia Hype vs Superflash), una tipologia di servizio che consiglio spessissimo ai miei lettori, in quanto estremamente economico e comunque dotato delle funzionalità di base per l’operatività bancaria.

Le carte conto possono essere estremamente più convenienti del conto corrente che magari usi ancora oggi, anche se non tutti i prodotti sono poi effettivamente adatti alle nostre esigenze.

Oggi, come anticipato, metto a confronto due delle carte conto più popolari: SuperFlash di Intesa San Paolo e carta Hype. Vediamo insieme quali delle due carte può essere la più adatta alle tue esigenze.

Continua a leggere.

Le caratteristiche di SuperFlash di Intesa San Paolo

Parto nella mia disamina di oggi da SuperFlash, la carta prepagata con IBAN offerta dal gruppo Intesa San Paolo (qui trovi la recensione completa). È una carta che offre, almeno nelle intenzioni della banca, tutte le funzionalità di base di un conto corrente, a costi ridotti rispetto ai conti corrente che vengono offerti dal medesimo gruppo bancario.

SuperFlash ti permette di:

  • accreditare lo stipendio;
  • fare bonifici in Italia e su tutta l’area SEPA, sia dal sito internet della banca, sia dalla App per tablet e smartphone;
  • domiciliare le utenze e i canoni delle bollette;
  • acquistare in tutti i negozi che accettano carte del circuito Mastercard (praticamente ogni negozio dotato di POS);
  • ricaricare da ogni ATM del gruppo INTESA SAN PAOLO;
  • possibilità di accedere a servizi di pagamento aggiuntivi come PAyGO, JiffyPay, Masterpass;
  • assicurazione integrata sugli acquisti online.

I costi di SuperFlash

Di seguito invece passo ad analizzare quelli che sono i costi fissi e variabili di SuperFlash, costi che, te lo anticipo, sono superiori a quelli che sono tipicamente associati a questa tipologia di prodotto:

  • canone annuo di 26,90 euro;
  • operazioni ATM gratuite per le filiali Intesa San Paolo;
  • prelievo contante a 2 euro presso tutte le banche del circuito SEPA;
  • ricarica in contanti in filiale a 1 euro;
  • 1% di commissione sui prelievi in valuta estera;
  • 5 euro di commissione per i prelievi extra SEPA;
  • bonifici a 2,50 euro in filiale su Banca Intesa e 3,50 euro verso altre banche;
  • bonifici a 0,50 euro se disposti da ATM.

Sono costi decisamente alti (soprattutto quelli di canone) se paragonati ad altre offerte, come ad esempio quella di Hype, che avremo modo di vedere più avanti.

Limiti e plafond di SuperFlash

Chiudo la rassegna su SuperFlash indicando quali sono i limiti imposti all’utilizzo della carta:

  • 500 euro massimi di prelievo al giorno;
  • limite ricarica con carta emessa da altre banche: 500 euro;
  • limite mensile di ricarica: 5.000 euro;
  • limite di ricarica online: 3.000 euro.

Hype

Hype è un prodotto bancario Carta Prepagata con Iban, fornita in due diverse versioni a seconda delle necessità specifiche del cliente. Per il confronto con SuperFlash prenderò come riferimento Hype base, il prodotto più economico dei due. Procediamo!

I servizi offerti da Hype

Hype è una carta conto dotata di IBAN, che ti permette di effettuare tutte le operazioni di base bancarie a costi estremamente ridotti. Tra le funzionalità più interessanti offerte da questo prodotto troviamo:

  • possibilità di sottoscrivere il servizio completamente online, senza costi aggiuntivi e ricevendo la carta direttamente a casa;
  • possibilità di ricevere bonifici;
  • pagamenti Contactless integrati;
  • App per smartphone e per tablet che ti permette di operare online in mobilità;
  • circuito Hype privato per i trasferimenti istantanei tra appartenenti allo stesso circuito;
  • prelievi gratuiti anche all’estero;
  • zero spese di gestione.

Costi collegati all’utilizzo di Hype

Hype si presenta sul mercato come una delle prepagate con IBAN più economiche. Presenta infatti i seguenti costi:

  • nessun canone mensile;
  • Nessun costo di ricarica nel caso di trasferimento da conto Banca Sella;
  • Ricarica con altre carte di pagamento a 0,90 centesimi;
  • Trasferimenti gratuiti anche verso conto bancario italiano.

Sono costi estremamente bassi, soprattutto se paragonati a quelli proposti da Carta SuperFlash.

>> Richiedi Hype Gratis <<

Limiti e plafond di utilizzo di Carta Hype

Anche nell’utilizzo di Carta Hype in versione Start abbiamo dei limiti massimi di utilizzo, che sono i seguenti:

  • minimo di ricarica di 0,01 euro;
  • massimo di ricarica in soluzione unica: 1.000 euro;
  • massimo di ricariche mensili: 2.500 euro;
  • massimo di ricariche annue: 2.500 euro;
  • limite di prelievo mensile e annuo: 2.500 euro;
  • limite bonifico: 999 euro.

Quale scegliere tra Carta SuperFlash e Hype?

La scelta è forse la più facile che ti possiamo presentare: Hype ti consente infatti la stessa operatività a costi estremamente più bassi. Muovendoti con oculatezza puoi facilmente riuscire a utilizzare tutti i servizi di Hype senza spendere neanche 1 euro.

Puoi attivare gratuitamente Hype direttamente sul sito ufficiale: bastano pochi minuti, si fa tutto online senza andare in filiale.

Anche nel caso in cui tu fossi già cliente di Intesa San Paolo, Hype è sicuramente un prodotto più conveniente.

E Se vuoi approfondire questo argomento e scoprire le caratteristiche di altre carte prepagate, ti consiglio di visitare la sezione dedicata proprio a questo tipo di prodotto, le carte conto con Iban. Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Conoscere in Anteprima le Offerte del Mese?

Ricevi Gratis le Promozioni Migliori su Conti e Carte
La tua Privacy è al sicuro
Privacy Policy
Riceverai mensilmente in esclusiva novità sulle ultime offerte per cambiare banca!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

2 COMMENTI

  1. mi sembra un po insensato confrontare la carta “più costosa” tra le carte prepagate di intesa sanpaolo con la più “economica” di banca sella

    • Ciao, infatti il confronto mira proprio a far emergere le differenze tra i prodotti ed i servizi.
      Buona giornata,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO