Quando Pagare a Rate in 40 Anni Conviene: Il Carbon Offsetting

Visitare il mondo è una delle grandi ambizioni di una vita. Ma volare è anche una delle attività più inquinanti che esistano: un singolo viaggio di andata e ritorno da Milano alle Canarie esaurisce il 60% della CO2 che una persona può emettere in modo sostenibile in un anno. Parliamo di circa 1.600 kg di CO2 liberati in poche ore, solo per mettere piede in una destinazione diversa.

Il problema è molto difficile da estirpare. Le batterie al litio hanno fatto grandi progressi negli ultimi 10 anni: siamo capaci di conservare più energia con meno volume, più energia in generale e di ricaricarle più in fretta. Ma sono stati fatti pochissimi progressi sul fronte della quantità di energia che possiamo accumulare per chilo di batterie.

Per un’automobile non è un grosso problema trasportare qualche chilo in più. Ma per gli aerei ogni grammo è prezioso: c’è un limite oltre il quale aggiungere altre batterie al pacco batterie renderebbe necessario aggiungere ancora più batterie per trasportare quelle appena aggiunte, e così via.

Cosa sta cambiando?

La Francia ha preso una posizione interessante sul tema, vietando ogni volo nazionale tra due tratte che sono già collegate da un viaggio in treno lungo meno di due ore e mezza. Misure simili stanno venendo adottate in giro per il mondo, ma è evidente che esistano dei viaggi semplicemente troppo lunghi per essere serviti comodamente da un treno.

Se ricordi la presentazione di Green 4 Future, io mi definisco un orgoglioso ottimista. Sono fortemente convinto che se l’umanità ha un problema risolvibile, in qualche modo lo risolverà. E sono anche fortemente convinto che nella maggior parte dei casi la vera spinta verso la soluzione arrivi dal libero mercato.

Di recente ho scoperto la possibilità di fare il carbon offsetting dei voli. Ci sono delle società specializzate che offrono questo servizio: in poche parole, le persone possono su base volontaria decidere di pagare il necessario per azzerare le emissioni del proprio volo attraverso uno di questi sistemi:

  • Finanziamento a fondo perduto di fonti di energia rinnovabile;
  • Piantumazione di alberi;
  • Sostegni all’agricoltura sostenibile.

Personalmente preferisco la piantumazione di alberi, perché è direttamente connessa al riassorbimento della CO2 che il mio posto a sedere sull’aereo implica.

Per lo stesso viaggio da Milano alle Canarie sono sufficienti 3 alberi: le società specializzate sono brave a scegliere le specie migliori da piantumare in base alla loro capacità di assorbimento dell’anidride carbonica. In 40 anni un albero “giusto” è in grado di assorbire 1.000 kg di CO2, quindi piantando 3 alberi sto ridando al Pianeta il doppio della CO2 che il mio volo ha prodotto. Pagamento a rate in 40 anni con un interesse complessivo del 100%, diciamo così.

Quali siti scegliere?

Il mio sito preferito è CO2 Living, ma ce ne sono tanti e funzionano in modo simile: inserisci gli aeroporti di partenza e di destinazione più eventuali scali, dopodiché il software calcola la CO2 connessa alla tratta.

Ti fornisce il numero esatto di alberi da piantumare per saldare il tuo debito con il Pianeta, ma non solo: hai la possibilità di scegliere dove piantarli. Le opzioni più popolari sono Etiopia, India e Costa Rica, ma ce ne sono molte altre.

Il prezzo è 2.95$ ad albero, a prescindere dalla località. Considerando che il volo fino alle Canarie costa almeno 300€, la spesa è irrisoria.

Ho scoperto questa cosa da uno Youtuber abbastanza esuberante e folle in un video dove è andato a visitare Tuvalu, cioè la nazione meno visitata al mondo, che però conoscevo già per un’altra bellissima storia…da tenerci per un altro post.

Ho la netta sensazione che in Italia ancora pochissime persone conoscano questa novità. Anzi, ho la netta sensazione che pochissime persone siano consapevoli di stare inquinando così tanto con un “innocente” biglietto aereo per le vacanze.

Spero che questo messaggio arrivi a più persone possibile, visto che la stagione dei viaggi è ormai alle porte. Chissà che magari, tra qualche anno, da qualche parte in un remoto angolo dell’Etiopia non ci sia una piccola foresta degli utenti di Affari Miei.

Il libero mercato vince ancora una volta: una soluzione semplice e conveniente a un problema difficile, questo è esattamente ciò che intendo per innovazione.

Chest’è… come amo dire!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *