BacktoWork24, la Piattaforma per Investire in Startup e PMI: Recensione e Opinioni

Backtowork24 è una piattaforma italiana autorizzata da Consob nella pubblicazione su Internet di campagne di crowdfunding per finanziare iniziative imprenditoriali innovative lanciate da Startup e Piccole Medie Imprese. Le campagne sono di tipo equity based: in cambio del contributo economico degli investitori, le startup e PMI offerenti cedono dei titoli di partecipazione al loro capitale sociale (equity).

Il crowdfunding rappresenta un’importante risorsa per i nuovi business; sono già diverse, in Italia, le campagne di raccolta lanciate e concluse! Gli investitori di equity crowdfunding sperano di scoprire il prossimo prodotto o servizio di successo che permetterà loro di guadagnare molti soldi, pur sapendo che quando si finanzia un’impresa emergente e innovativa non esiste alcuna certezza sull’esito.

In questa recensione vedremo come si fa ad investire nell’equity crowdfunding tramite Backtowork24. Ti spiegherò come funziona il portale e quali vantaggi e svantaggi sono collegati all’investimento; alla fine ti darò anche la mia opinione di esperto in materia.

Prosegui con la lettura…

Cos’è Backtowork24

Backtowork24 è in sostanza un sito vetrina che seleziona le offerte ad alto potenziale e le pubblica; le Società Offerenti sono principalmente Startup tecnologiche e PMI innovative, ma anche Startup a vocazione sociale, PMI tradizionali, OICR e altre società che investono in imprese a vocazione innovativa; sono presenti anche progetti del settore immobiliare.

Il portale è gestito dalla società BacktoWork24 Srl, con sede legale a Milano,

iscritta al Registro dei gestori di portali dal 2015. Backtowork24 è un servizio completamente gratuito per gli utenti investitori.

Video Corso Gratuito per Investire

I tuoi risparmi sono in pericolo, impara ad investirli senza farti fregare.

Acchiappa questo un bonus di benvenuto che ti aiuterà a salvare il tuo denaro!

 

Come funziona una campagna di raccolta?

Il principio di funzionamento della piattaforma è molto semplice: Il gestore pubblica sul suo portale le Offerte di finanziamento con il potenziale di crescita più promettente che sono state selezionate dal team di analisti.

Gli utenti investitori possono essere privati o aziende; iscrivendosi sul portale, un investitore ha accesso al business plan e a tutta la documentazione dei progetti attivi, in tal modo può analizzare nel dettaglio le proposte e maturare consapevolmente la decisione di procedere con l’ordine di investimento.

Per ogni offerta pubblicata esiste una cifra minima che l’utente può investire, in genere varia da 250 a 500 €. Il sistema calcola poi in automatico la quota di equity corrispondente all’importo investito. Nel corso di una stessa campagna è anche possibile effettuare più investimenti fino a che non è stato raggiunto l’obiettivo di raccolta.

L’obiettivo di raccolta di una campagna e il suo target di capitale da raggiungere entro la data di scadenza prevista. Una campagna può anche entrare in overfunding cioè raccogliere più capitali rispetto all’obiettivo minimo prestabilito.

Il partner della piattaforma, Gruppo Banco BPM Spa, si occuperà di raccogliere le somme di denaro sul conto indisponibile intestato alla Società Offerente; se la campagna verrà chiusa con successo, le somme degli investitori verranno consegnate alla startup o PMI, altrimenti, in caso di fallimento della campagna, le somme verranno rese dalla Banca agli investitori.

Quale titolo viene rilasciato all’investitore? In base alla forma giuridica della Società Offerente possono essere rilasciate delle quote societarie (in caso di S.r.l.) o delle azioni (in caso di S.p.A.).

Anche dopo la chiusura della campagna, Backtowork24 mette a disposizione degli investitori il monitoraggio costante del progetto: potranno ricevere comunicazioni periodiche da parte dell’azienda, scaricare i bilanci e gli altri documenti, ricevere presentazioni dei risultati di business e dei bilanci di esercizio.

Percorso per investire

Il processo di investimento è semplice e intuitivo e richiede meno di 5 minuti:

  1. Registrati e scopri i progetti attivi;
  2. Scegli il progetto che vuoi finanziare e l’importo;
  3. Rispondi al “questionario di appropriatezza” previsto dal Regolamento Consob e attendi l’esito;
  4. Prosegui con l’ordine inserendo la cifra che desideri investire e clicca su “investi”.

Riceverai quindi una mail con allegato l’ordine di investimento in cui troverai tutti i dati e le istruzioni per effettuare il bonifico (tramite home banking).

Ecco le prime due schermate che devi compilare in fase di registrazione.

Cos’è il questionario di appropriatezza?

Si tratta di un test di prevenzione a cui è sottoposto l’investitore prima di confermare qualsiasi ordine. Il questionario verifica che il livello di conoscenza e comprensione dei rischi sia adeguato allo strumento finanziario in oggetto.

L’esito del test viene comunicato via email ma sarà poi l’investitore a decidere, in caso di esito negativo, se annullare l’operazione o procedere ugualmente con l’investimento, a proprio rischio.

Come e quanto si guadagna con l’equity crowdfunding?

Sottoscrivere un titolo di partecipazione in un’impresa significa diventarne soci effettivi, uno status che permette di godere di alcuni, eventuali, diritti patrimoniali e/o amministrativi, che possono essere:

  • il diritto alla partecipazione agli utili attraverso la distribuzione dei dividendi;
  • in caso di cambio di controllo societario il diritto di recesso o di co-vendita della quota;
  • il diritto di opzione in caso di aumento del capitale sociale;
  • il diritto di voto in assemblea dei soci.

I diritti previsti, così come le modalità che li regolano, sono comunicati in ogni Offerta.

Il potenziale rendimento in questo tipo di investimento può essere consistente nel caso in cui l’impresa finanziata raggiunga livelli di performance economiche molto elevate, ma non esistono rendimenti certi e un tempo stabilito entro il quale il business inizierà a portare profitto – sei di fronte ad un investimento di medio-lungo termine.

La via più diretta e veloce per rivedere i tuoi soldi è quella di vendere le tue quote ad un altro investitore privato. Siccome le società in oggetto non sono quotate in mercati regolamentati la vendita potrà essere difficile ed è sconsigliabile prima dei 3 anni perché così facendo perderai i vantaggi fiscali che derivano dagli investimenti in startup.

Quanto è rischioso l’investimento?

L’investimento è finalizzato alla sottoscrizione del capitale di rischio di una società, pertanto non vi è alcuna garanzia sul ritorno dell’operazione. L’ammontare del capitale investito può quindi essere perduto, tutto o in parte, a seconda dell’andamento più o meno negativo della società.

Investire in startup e PMI innovative è perciò molto rischioso. L’investitore deve anche confrontarsi con la probabile illiquidità dei titoli emessi dall’impresa. In genere i titoli non trattati su mercati organizzati sono più illiquidi e pertanto diventa difficile venderli nel breve periodo e al loro valore effettivo.

Altro ostacolo al guadagno dell’investitore è il divieto di distribuzione degli utili ai soci previsto dalla Legge in caso di startup innovative; divieto che vale fintanto che permane lo status di startup, cioè per i primi 5 anni di attività dell’impresa. Le Piccole Medie Imprese, invece, non sono soggette a tale limite e possono distribuire subito i dividendi.

Se cambi idea puoi recedere dall’investimento

Grazie al Regolamento Consob l’investitore può esercitare:

  • Il diritto di recesso dall’ordine di investimento, senza alcuna spesa, entro 7 giorni dall’invio dell’adesione, previa comunicazione email alla piattaforma;
  • Il diritto di revoca dell’adesione prima della conclusione della campagna di raccolta, entro 7 giorni dalla data in cui l’investitore viene a conoscenza di nuove informazioni e cambiamenti significativi della situazione della startup (o PMI) o delle condizioni dell’offerta. Non sono previste penalità, basta comunicare la decisione alla piattaforma.

In entrambi i casi, le somme versate verranno restituite.

Video Corso Gratuito per Investire

I tuoi risparmi sono in pericolo, impara ad investirli senza farti fregare.

Acchiappa questo un bonus di benvenuto che ti aiuterà a salvare il tuo denaro!

 

Vantaggi fiscali

Gli investimenti in startup e PMI innovative fanno gola ad alcuni investitori per le detrazioni fiscali di cui godono in sede di dichiarazione dei redditi. Sono inclusi anche gli investimenti effettuati tramite OICR o società che investono prevalentemente in startup e PMI innovative. Sono escluse tutte le altre PMI.

In pratica, le persone fisiche godono di una detrazione diretta dall’IRPEF pari al 30% di quanto investito per un massimo agevolabile di 1 milione di euro. Le persone giuridiche, invece, beneficiano di una deduzione dal reddito IRES pari sempre al 30%, per un massimo di 1,8 milioni.

Per non perdere il diritto alle agevolazioni fiscali, gli investimenti devono essere mantenuti per un periodo di almeno 3 anni.

La Legge di Bilancio 2019 ha poi incrementato per l’anno in corso l’aliquota delle agevolazioni portandola al 40%, previa autorizzazione della Commissione europea.

Opinioni di Affari Miei

Questo è quanto c’è da sapere sul servizio offerto dal sito Backtowork24; è un portale di equity crowdfunding valido, in regola, facile da usare e trasparente. I progetti attivi sono diversi e riguardano più settori, non mancano perciò le opportunità. Puoi confrontarlo con altri portali che ho recensito su Affari Miei.

Detto questo, siccome stiamo parlando di investimenti ad alto rischio voglio darti io alcuni consigli:

  • Se vuoi guadagni certi e immediati hai sbagliato investimento.
  • Investi sul portale solo le somme che puoi permetterti di perdere.
  • Investi solo una piccola percentuale del tuo portafoglio.
  • Diversifica il resto del portafoglio su attività più tradizionali.
  • Investi solo in progetti in cui credi veramente.

Ma come si fanno le scelte giuste? Per aiutare i miei lettori alle prime armi con gli investimenti nel crowdfunding, ho realizzato la guida ufficiale di Affari Miei interamente incentrata sulle piattaforme online: “Crowdfunding Italia: la Guida per Investire Consapevolmente”.  È in offerta lancio ad appena 19 €!

Lo scopo della guida è quello di metterti in poco tempo nelle condizioni di sapere quali opportunità offre questo tipo di investimenti, quali rischi comporta, quando ha senso investire e come costruire una strategia vincente.

Alcuni temi li abbiamo affrontati marginalmente in questa recensione, con la Guida ti do l’opportunità di approfondire seriamente e professionalmente il mondo delle piattaforme di finanziamento collettivo, non solo di tipo equity based.

Ti consiglio caldamente di valutare l’acquisto perché con una spesa minima puoi prevenire le tue finanze da scelte sbagliate determinate dall’ignoranza. La decisione se investire oppure no, deve essere accompagnata da una buona conoscenza dello strumento che si sta adoperando e dei rischi correlati.

Conclusioni

Investire in startup vuol dire impegnare i propri soldi per alcuni anni e senza garanzie, vuol dire mirare a rendite consistenti partendo da un capitale anche minimo, vuol dire sostenere lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi che in futuro potrebbero avere un grande seguito. Se è l’investimento che fa al caso tuo non mi resta che augurarti dei buoni guadagni, fai tesoro dei consigli che ti ho dato.

Ad ogni modo, prima di salutarti ti ricordo che sul mio blog trovi tantissimi contenuti informativi, guide, recensioni e articoli interessanti sul mondo vastissimo e in continua evoluzione degli investimenti e del risparmio. È sempre utile cominciare leggendo le mie guide-percorso per investire, scegli quella più adatta al tuo profilo:

Un saluto da Affari Miei!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei