Eni Sos Casa: conviene la polizza?

Siete alla ricerca di opinioni sulla polizza Eni Sos Casa? Siete capitati al posto giusto perchè su questa pagina recensiremo il servizio e cercheremo di capire se conviene oppure no aderire all’offerta riservata ai clienti del distributore.

Il gruppo ENI, una delle più grandi holding del settore energetico italiano e europeo, forte di una base di clienti tra le più ampie d’Italia, ha cominciato ad offrire servizi collaterali a quello dell’approvvigionamento di luce e gas, che è il suo settore di riferimento almeno per il segmento business to consumer.

Uno dei nuovi servizi è Eni SOS Casa, una polizza assicurativa contro gli incidenti che avvengono in ambiente domestico e che potrebbero colpire sia l’immobile, sia gli elettrodomestici che vengono utilizzati all’interno, elettrodomestici il cui malfunzionamento può causare danni per decine di migliaia di euro.

Oggi vedremo insieme quali sono i tipi di danni che vengono coperti, quanto costa aderire all’offerta di ENI e quali sono i massimali di copertura danno, o meglio, tutto quello che c’è da sapere su un contratto assicurativo di questo genere, prima di sottoscrivere un contratto che potrebbe o non potrebbe essere vantaggioso per noi.

La polizza è a costo zero per tutti i clienti

Eni Sos Casa non è un servizio aggiuntivo a pagamento offerto dal gruppo Eni, ma un contratto che è integrato gratuitamente se avete una fornitura luce e/o gas ad uso domestico con l’operatore in questione.

Si tratta dunque di un’offerta sicuramente vantaggiosa, in quanto i costi aggiuntivi sono nulli e si può comunque godere di una copertura che, sebbene non sia totale come vedremo dopo, è sicuramente meglio di niente.

Hanno diritto ad Eni Sos Casa tutti i clienti, sia quelli che sottoscrivono ora un abbonamento, sia chi ha già una fornitura di luce o gas da diverso tempo. L’unico requisito è che la fornitura sia di tipo domestico e non commerciale.

Polizza Eni Sos Casa

Il funzionamento dell’assicurazione ENI Sos Casa

Il servizio altro non è che una comunissima polizza assicurativa che copre i danni che derivano dal malfunzionamento di elettrodomestici e impianti, nonché i danneggiamenti che potrebbero derivare da furti e tentati furti.

Nel caso in cui il vostro immobile abbia subito dei danni che abbiano come causa una qualunque di quelle elencate, avrete messi a disposizione dei professionisti convenzionati ENI, che interverranno per riparare e/o ripristinare gli impianti, e per il cui intervento pagherete (ma lo vedremo più avanti) soltanto una piccola frazione del costo totale dell’intervento/riparazione.

...

Cosa viene coperto in caso di sinistro?

La copertura è relativa al tipo di intervento e al tipo di professionista che dovrà essere chiamato per effettuarla:

  • Gli interventi dell’elettricista: secondo ENI SOS CASA avremo diritto alla copertura massima di 3 incidenti l’anno. Il rimborso a cui si ha diritto è di 150 euro per l’uscita e la manodopera e 150 euro per i materiali. Si tratta dunque di una copertura di 300 euro per intervento, o di 900 euro massimi su base annuale;
  • Gli interventi dell’idraulico: nel caso di problemi relativi ad allagamenti, tubi otturati o guasti o nel caso di totale assenza della fornitura d’acqua, si può ricorrere ad un intervento 24/24 sette giorni alla settimana, per un massimo di tre interventi annuali con massimali di 150 euro per chiamata e mano d’opera e 150 euro per i materiali, anche nel caso dell’idraulico;
  • Gli interventi per caldaia e riscaldamento: si ha diritto a chiamare un termoidraulico, che può intervenire sia per lo sblocco della caldaia, sia per riportarla in condizioni di funzionamento. SI ha diritto alla chiamata durante i giorni lavorativi. Si ha diritto ad un rimborso di 150 euro per massimo tre interventi l’anno, per un massimale dunque di 450 euro l’anno;
  • Per gli interventi del fabbro: si può richiedere l’intervento del fabbro per 3 interventi l’anno. Eni SOS Casa copre 150 euro per la chiamata e la manodopera e 150 per i materiali. Anche qui dunque la copertura è di 450 euro l’anno;
  • Per gli interventi di sorveglianza: si può anche richiedere l’intervento di sorveglianza per un massimo di 8 ore su base annuale. Si tratta di un intervento di carattere particolare, come un’assenza improvvisa. SI può richiedere la copertura sull’arco delle 24 ore, senza differenza tra festivi e feriali.

Coperture aggiuntive

ENI SOS CASA offre anche il pernottamento del nucleo familiare, nel caso in cui l’immobile fosse danneggiato a punto tale da non consentire la permanenza durante la notte.

Il massimale per nucleo familiare è di 500 euro, che include pernottamento e prima colazione. Il massimale per persona è di 150 euro.

L’attivazione di ENI SOS Casa

Il servizio, nonostante sia perfettamente gratuito, non è attivo automaticamente. Per attivarlo potremo chiamare il numero 800.900.700, oppure recarci in uno qualunque degli sportelli ENI presenti nella nostra città per richiederne l’attivazione.

Come si paga? Come avviene il rimborso?

In realtà si è generata una confusione terribile sulle modalità di accesso a questo tipo di assicurazione.

Siamo infatti davanti ad un sistema con il quale il cliente, cioè voi, non dovrete pagare assolutamente nulla se non la parte che eccede il massimale. Avete diritto prima dell’intervento ad avere un preventivo dei costi e accettare o meno quanto vi verrà offerto dal professionista.

Ad ogni modo, secondo il contratto che sottoscriverete con Eni, dovrete pagare al professionista soltanto la parte che eccede il massimale (e quindi in genere la parte che eccede il limite di 150 euro per l’intervento e 150 euro per i materiali). Non dovrete in alcun modo pagare l’intera somma al professionista, per poi essere rimborsati.

MAPFRE ASISTENCIA

Il contratto che sottoscrivete con ENI vi lega a MAPFRE ASISTENCIA, uno dei principali gruppi di assicurazione su danni all’abitazione d’Europa. Non dovrete dunque relazionarvi più con ENI una volta avvenuto il sinistro, ma direttamente con MAPFRE, come vi comunicherà ENI in caso di richiesta di assistenza in seguito a sinistro.

Conviene stipulare la polizza?

Si tratta di un plus sulla sottoscrizione dei contratti per la fornitura di luce e gas con ENI, uno dei gruppi comunque più diffusi nel nostro paese. Nel caso in cui siate già clienti, l’offerta è sicuramente vantaggiosa, in quanto vi permette di avere copertura in modo comunque assolutamente gratuito.

Se invece state pensando di passare ad ENI esclusivamente per godere di questa assicurazione, dovreste forse sapere che si tratta di contratti che costano pochi euro l’anno e che si possono sottoscrivere anche in separata sede.

In altre parole, se state già bene con il nostro fornitore, ENI SOS CASA non è sicuramente un motivo per cambiarlo. Se siete già clienti o volete diventarlo a prescindere dal contratto, allora stipulate l’assicurazione: non costa assolutamente nulla e non vi sottopone ad obblighi particolari nel caso di sinistro.

Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

2 Commenti

Patrizia · 24 Novembre 2016 alle 10:39

Servizio assolutamente finto! Tapparella crollata perché si è staccata una stecca. Beh, coprono la rottura della corda manuale ma le stecche non sono previste!!! E non ci sarebbe stato bisogno nemmeno di acquistarne un’altra ma sarebbe bastato unire nuovamente quelle presenti!!
Io penso che ENI dovrebbe intervenire e interessarsi meglio del NON servizio che offre.
Peccato….. davvero peccato…. un altro esempio di come le cose vanno ultimamente in Italia!!!

Maurizio · 24 Agosto 2017 alle 13:51

E’ una truffa, rivolgersi all’authority e chiedere un indennizzo ad ENI per colpa di MAPFRE. Nelle vacanze di Natale 2016 mi si gela la caldaia (con un freddo polare). Chiamo il primo giorno feriale utile (il 27/12) ma dicono che riaprono il giorno dopo…il 28/12 mi mettono in contatto con un centro assistenza che devo chiamare io e che, interpellato, mi dice “non sappiamo nulla di caldaie Beretta, non siamo un centro autorizzato, in ogni caso interveniamo (propongono il 30 mattina, prima non possono!)”. Il 30 mattina mi chiamano per spostare l’appuntamento, non ce la fanno…
Abbandonati e risolto il 2 ore con centro autorizzato (a mio carico però).
Denuncia all’authority per pubblicità ingannevole contro ENI + penale per danneggiamento + civile per risarcimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *