Vivere di Rendita è Sempre più Difficile?

Spesso veniamo contattati da clienti che ci chiedono una soluzione per vivere di rendita totalmente o parzialmente con il proprio patrimonio.

Di solito inizi a fare questo pensiero in maniera concreta dai 500 mila euro in su circa ed è abbastanza naturale perché l’investitore italiano medio è abituato ad altre forme di rendita quali titoli di stato “generosi” (sic transit gloria mundi!), canoni di locazione immobiliari e aziende che pagano dividendi consistenti.

Qualcosa, però, sta cambiando a livello mondiale ed anche il capitalismo di casa nostra, con la sua abituale lentezza, se ne sta rendendo conto.

In una recente intervista al Corriere della Sera Leonardo Del Vecchio, fondatore e presidente di Luxottica e investitore, parlando della situazione di Generali in cui è direttamente coinvolto ha lanciato un messaggio neanche tanto velato ai cacciatori di rendite “facili” da dividendi: “Dobbiamo iniziare ad abbattere i muri e a creare campioni prima nazionali e poi europei, per competere alla pari con i colossi internazionali. Serve un’ottica da imprenditori più che da finanzieri. I dividendi oggi spesso sono a scapito della crescita dimensionale delle aziende”.

Tradotto dall’aziendalese all’italiano per non esperti: dobbiamo smetterla di pagare tanti dividendi come se fossero cedole da obbligazioni agli azionisti perché altrimenti non abbiamo i soldi per fare gli investimenti che servono e, se non facciamo questi investimenti, non potremo mai crescere di dimensioni per competere sulla scena mondiale.

E, aggiungo io, se restiamo confinati dentro casa nostra guadagniamo le briciole rispetto alle opportunità enormi che ci offre il mondo.

Del Vecchio parla agli azionisti interessati in questo caso specifico alla crescita di Generali, società in cui è in competizione con Mediobanca per esercitare maggiore controllo ma, indirettamente, sta dicendo una cosa anche a noi investitori.

Ci sta comunicando che il trend futuro sarà sempre più spostare il rendimento dal dividendo all’incremento del valore. Niente di nuovo se segui i mercati americani ma in Italia il concetto è abbastanza innovativo se pensiamo che molti titoli, soprattutto nel settore finanziario, “coltivano” la propria base di azionisti con generosi dividendi.

E quindi?

Quindi se vuoi vivere totalmente o parzialmente dalla rendita del tuo patrimonio devi metterti nelle condizioni di capire che sarà sempre più difficile farlo in maniera statica, con i soli dividendi, ma occorre una strategia più complessa e strutturata.

Da “percettore passivo” devi diventare “gestore attivo” del tuo patrimonio al fine di crearti delle entrate dalla crescita del valore più che dal flusso di dividendi annuo.

Non mi sembra affatto una cosa da poco…

Chest’ècome amo dire!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *