Investire in Azioni VS Giocare con le Azioni

Qualche giorno fa ero a cena con un amico e, tanto per cambiare, si parlava di investimenti e mercati finanziari.

Dal momento che non conosce al 100% la nostra attività, gli è venuto spontaneo chiedermi se vendiamo segnali di trading azionari.

La mia risposta è stata che, sì, abbiamo dei servizi di analisi di singoli strumenti azionari, ma che, in generale, non facciamo speculazione di breve termine.

In poche parole, non compriamo e vendiamo.

L’ho spiegato con la mia solita naturalezza, ma ho visto nei suoi occhi una certa perplessità.

Gli ho domandato cosa non fosse chiaro e, spontaneamente, mi ha chiesto: “Ma se non vendete mai, quando realizzate il guadagno?”.

Resomi conto della situazione, ho dovuto fare un passo indietro.

“Con quali soldi investi?” gli ho domandato.

“In teoria con quelli che non dovrebbero servirmi” mi ha risposto.

“E se non ti servono, perché hai questa esigenza di realizzare a breve termine?”.

Il silenzio.

“Supponiamo che oggi acquisti l’azienda X che è da considerarsi growth, cioè si trova nella fase in cui ha bisogno di capitali per crescere.

Le strade fondamentalmente sono tre:

  • la nostra azienda non ce la fa e fallisce, cosa probabile, perciò il rischio è alto ed i rendimenti potenziali sono elevati. In tal caso, semplicemente, perdi i soldi;
  • la nostra azienda cresce talmente tanto da attirare l’attenzione di altre aziende più grandi che la comprano pagandola molto di più del valore di borsa: in questo caso realizzi il tuo incasso senza che debba diventare cieco a guardare le candele giapponesi, è il mercato che ti remunera;
  • la nostra azienda diventa value, cioè conquista le sue quote di mercato, valida il modello di business e comincia a produrre utili: in questo caso, un po’ alla volta, la tua quota di azioni ti porta dei dividendi periodici oltre ad un incremento del valore rispetto a quando hai acquistato che rappresenta una garanzia per il tuo capitale.

Ti è chiaro il ragionamento?”

A questo punto il mio amico ha iniziato a balbettare qualcosa del tipo: “Non me l’avevano mai spiegata così, io ho inteso l’acquisto di azioni sempre in via transitoria”.

E io, ancora: “Facciamo finta che diventiamo amici del proprietario di questo ristorante che, dopo averci mostrato i conti in attivo, decide di regalarci una parte della sua azienda. Tu cosa faresti?”.

“Me la terrei, di fatto potrei guadagnare dei soldi ogni anno senza fare nulla”.

“E allora perché quando pensi alle azioni delle società quotate in borsa riesci solo a ragionare in chiave speculativa?”.

“Perché controllo ogni giorno le quotazioni e non ho mai acquistato con lo stesso spirito che mi hai descritto”.

“Amico mio, la differenza tra investire in borsa e giocare in borsa è proprio in tutto questo: chi investe insegue il valore e vuole tenerselo stretto, arricchendosi progressivamente.

Chi, invece, gioca a comprare e vendere insegue l’utopia del profitto immediato che, nel tempo, difficilmente riesce a conseguire con regolarità.

Hai presenti quei gruppi sui social pieni di gente che compra e vende ogni giorno? Sono solo la versione digitale dei tabacchi dove si acquistano i biglietti del Gratta e Vinci con la differenza di fondo è che loro non lo sanno che stanno facendo esattamente la stessa cosa. Pensano di essere più furbi o più seri, ma la sostanza non cambia”.

Ho voluto riportare questa conversazione perché, a margine della chiacchierata, mi sono reso conto che era un peccato condividere questo mio pensiero soltanto con una persona.

Ho ritenuto che fosse utile condividerla con la community di Affari Miei perché negli anni ho visto troppe persone che, semplicemente, ignorano quello che ho scritto e passano la vita saltando di “spacciatore” in “spacciatore” di notizie e segnali di acquisto e vendita.

Investire con profitto è molto più semplice di ciò che si creda e, soprattutto, non è un gioco di breve termine.

Chest’è… come amo dire!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *