E tu, Quando lo Ripari il Tetto?

Le ultime settimane non sono state le più simpatiche per i mercati. Avremmo dovuto anticipare una situazione del genere? Beh, ecco alcuni fatti degli ultimi due anni:

  • Matt Damon è apparso in una pubblicità al Superbowl, pagata da un exchange di criptovalute, e dicendo soltanto “La fortuna aiuta gli audaci” ha mandato il prezzo di Bitcoin verso un nuovo record;
  • Dogecoin ha avuto un salto del 10.000+% quando Elon Musk ha presentato Saturday Night Live;
  • Un importante angel investor americano intervistato da CNBC, una delle principali emittenti televisive americane, ha parlato in lungo e in largo del suo fantasmagorico investimento nella startup Upstart. Quando gli è stato chiesto cosa facesse Upstart, ha fatto scena muta;
  • Rivian si è quotata in Borsa con una valutazione di 110 miliardi di dollari senza aver mai fatturato un centesimo;
  • La piattaforma Opensea per la compravendita di NFT ha chiuso un round di finanziamenti che valutava la società 13 miliardi di dollari, cioè Lufthansa, AirFrance e EasyJet messe insieme.

Ora… sarebbe stato più che legittimo rinchiudere in manicomio chiunque avesse pensato a qualcosa del genere nel 2019. Ma ormai questa è storia del genere umano, non possiamo riscriverla. Sono stati due anni di follie, ma comunque due anni importanti per capire un concetto: il momento giusto per riparare il tetto è quando c’è il sole.

Da inizio anno, solo il crollo delle criptovalute ha portato a bruciare 1 triliardo di dollari di valore per gli investitori. Ci si potrebbe comprare Twitter diverse volte.

Quando i mercati vanno giù, muoversi significa quasi sempre fare danni. Esattamente come riparare il tetto quando c’è la pioggia. Tutti hanno una loro “strategia anti-recessione”: la realtà è che se inizia a piovere quando hai il tetto bucato, sei fregato. Buttare lì due pezzi di cartone e tenere le dita incrociate non si può chiamare “strategia”.

Questo è un momento ideale di scrematura, dove hai sostanzialmente due scelte: rimanere nel setaccio degli investitori che dopo la pandemia sono rimasti scottati e se ne sono andati, oppure passare nelle maglie del setaccio ed essere tra quelli che beneficeranno della prossima fase rialzista.

Il vecchio motto “sii intimorito quando gli altri sono avidi, sii avido quando gli altri sono intimoriti” non sbaglia mai. E ora sono tutti intimoriti

Quando arriva il timore generale, per un investitore avveduto è come vedere le nuvole che pian piano lasciano spazio al sole. Tutti vendono, i prezzi scendono, noi compriamo.

Nessuno sa per quanto ancora potrà piovere, ma una cosa è sicura: non per sempre. E finché si compra a un prezzo giusto, è sempre il momento per farlo.

Queste saranno le settimane in cui chi ha troppa paura per fare l’investitore ci saluterà, senza rammarico da parte di nessuno. Li vedremo tornare tutti a comprare all’apice della prossima bolla, come è sempre stato.

Queste saranno anche le settimane in cui invece chi rimane potrà riparare il tetto. Se hai iniziato a seguire i mercati negli ultimi due anni, sappi solo questo:

  • Tranquillo, è un mercato ribassista, i tuoi nonni ne hanno vissuti almeno una dozzina nella loro vita ma se avessero investito 20.000€ in azioni per il loro futuro nipote, ora non dovresti lavorare (o equivalente in lire);
  • Se ti sei scottato con le crypto, con le SPAC e titoli speculativi vari, hai imparato la lezione più importante. Meglio subito che dopo vent’anni di capitalizzazione composta in cui hai investito regolarmente, per poi bruciare tutto adesso;
  • Uscire dal mercato non ti darà indietro nulla di ciò che hai perso;
  • Se speri di ribaltare tutto facendo vendita allo scoperto o altre operazioni speculative, sei nella stessa posizione di una persona sul marciapiede che cerca di afferrare al volo un coltello in caduta libera dal quarto piano.

Sappi anche che di sicuro sarà solo questione di tempo prima che nasca la bolla di qualcos’altro. Investire in animali domestici di razza nel metaverso, trading di autografi di calciatori svedesi degli anni ‘80, algoritmi per il trading automatico di asteroidi, qualcosa del genere. Lascia perdere, credimi, qualunque cosa sia, lascia perdere.

La fase di mercato in cui siamo è quella che è, ma è proprio in questi momenti che si scremano gli investitori consapevoli dagli improvvisati.

Se vuoi fare parte di questi investitori, prenota il tuo posto al primo evento Live di Affari Miei! Ti aspetto il 28 maggio a Torino.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *