Quanto Guadagna un’Ostetrica? Guida alle Prospettive di Guadagno e Carriera

Il lavoro dell’ostetrica rientra senza ombra di dubbio tra i lavori più emozionanti ma, allo stesso tempo, è anche molto impegnativo, soprattutto se consideriamo il percorso di studi da seguire per ricoprire questo ruolo.

Ma quanto guadagna un’ostetrica, dopo tutti gli sforzi fatti nello studio e nel tirocinio? Quali sono i fattori che influenzano principalmente lo stipendio di un’ostetrica?

Oggi ci occuperemo proprio di questo argomento, cercheremo di capire, insieme, qual è lo stipendio dell’ostetrica e da cosa è determinato.

Quindi, se anche tu stai cercando una risposta a tutte queste domande, sei nel posto giusto e ti consigliamo di continuare a leggere!

Che cos’è l’ostetrica? Quali sono i suoi compiti?

L’ostetrica è una figura professionale che lavora all’interno dell’ospedale e, al contrario di ciò che molti pensano, non è paragonabile alla figura dell’infermiere, in quanto ha delle responsabilità maggiori e svolge delle mansioni completamente diverse.

Molti di noi vedono l’ostetrica come quella figura che aiuta le gestanti durante il travaglio e durante il parto, ma ci sono altri compiti che svolge questa specialista.

Tra le mansioni più importanti dell’ostetrica ricordiamo sicuramente quelle citate in seguito:

  • Tiene dei corsi sulla contraccezione sin dall’età adolescenziale, ossia sin da quando la donna inizia ad essere fertile;
  • Offre dei servizi di ambulatorio, anche a domicilio, come l’esecuzione di un tampone o il pap-test;
  • Tiene dei corsi per le coppie che aspettano un bambino, come il corso di acquaticità e i corsi pre-parto in generale;
  • Mette a disposizione dei corsi sull’educazione sessuale e anche delle consulenze sull’argomento;
  • Si occupa di curare e di fare consulenza su eventuali infiammazioni genitali femminili;
  • Fa delle consulenze nel caso in cui si hanno delle difficoltà nella sfera sessuale;
  • Si occupa della prevenzione dei tumori che possono colpire una donna, come quelli della mammella;
  • Istruisce le sue clienti sui prodotti ecologici per le mestruazioni, come la coppetta mestruale e gli assorbenti lavabili;
  • Offre un servizio di assistenza alla gravidanza dal punto di vista fisiologico;
  • Tiene dei corsi per la riabilitazione del pavimento pelvico, non solo in vista della menopausa, ma anche dopo la gravidanza;
  • Offre assistenza e sostegno durante il travaglio, durante il parto, ma anche durante l’allattamento, controllando la crescita e la salute del neonato.

Come puoi notare, quindi, l’ostetrica si occupa, in linea di massima, di tutto ciò che ha a che fare con la fertilità e con i genitali della donna, soprattutto durante il periodo della gestazione, ma anche al di fuori di esso.

Ovviamente, però, per svolgere un lavoro del genere bisogna essere preparati in un certo modo. Per questo è necessario seguire un percorso di studi ben preciso di cui ci occuperemo meglio nel prossimo paragrafo.

Una nota importante! Sebbene nell’immaginario comune l’ostetrica sia una donna, in realtà troviamo anche qualche uomo: si tratta di rare eccezioni, per lo meno in Italia, tuttavia è un gap che piano piano stiamo superando… Pensaci, quanti ginecologi uomini consci? E dunque, perchè un ragazzo non potrebbe intraprendere allo stesso modo la stessa carriera  sanitaria?

Che percorso si deve seguire prima di ricoprire questa professione?

Così come accade per la maggior parte delle professioni che lavorano all’interno dell’ambiente ospedaliero, anche nel caso in cui hai deciso di diventare ostetrica, devi sapere che c’è un percorso universitario specifico da seguire.

Bisogna infatti completare il percorso universitario apposito che ha la durata di almeno tre anni e, per iscriversi bisogna superare il test di ammissione in quanto si tratta di una facoltà a numero chiuso. Questo test è lo stesso delle altre professioni sanitarie e comprende le seguenti materie:

  • Matematica;
  • Biologia;
  • Fisica;
  • Chimica;
  • Logica;
  • Cultura generale.

Si tratta di una prova piuttosto impegnativa e, per poter superare questo test, dovrai essere molto preparato. Superato l’ostacolo del test di ammissione, avrà inizio il percorso universitario che, come abbiamo detto dura 3 anni.

Terminata l’università puoi prendere due strade diverse, la prima prevede un percorso di formazione ancora più specifico, ad esempio facendo un master. Nel secondo caso, invece, puoi iniziare ad esercitare la professione facendo la domanda di iscrizione al Consiglio Provinciale Delle Ostetriche.

Quanto guadagna un’ostetrica?

Prima di tutto dobbiamo ricordare che, quella dell’ostetrica, è una libera professione. Terminato il percorso di studi di cui abbiamo parlato sopra, infatti, l’ostetrica potrà decidere e cercare la struttura in cui lavorare e iniziare a fare esperienza, appunto, come libero professionista.

Di conseguenza, lo stipendio che percepisce questa figura varia da persona a persona. Tuttavia, possiamo dire che si tratta solitamente di una cifra che si aggira attorno ai 1500 euro, ma può diminuire ed aumentare a seconda del caso.

Da cosa è influenzato lo stipendio di un’ostetrica?

Come abbiamo già detto nel paragrafo precedente, lo stipendio dell’ostetrica varia da persona a persona, ma non solo. Possono infatti subentrare altri fattori a determinare il suo salario mensile e, tra questi, ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • La zona in cui lavora questa professionista può influenzare il guadagno;
  • Il fatto di lavorare presso una struttura pubblica o una struttura privata;
  • I turni che deve fare l’ostetrica e, con essi, anche eventuali straordinari;
  • Il livello di preparazione, in quanto, dopo l’università, può anche continuare a formarsi, offrendo servizi migliori e specifici;
  • Il numero di corsi che tiene.

Questi sono solo alcuni dei fattori che possono determinare lo stipendio mensile di un’ostetrica che può arrivare anche ai 2000 euro al mese. Ma cosa succede se l’ostetrica decide di lavorare a l’estero? Vediamolo nel prossimo paragrafo!

Quanto guadagna un’ostetrica all’estero?

Visto che sono molte le ostetriche che, appena laureate, migrano all’estero, abbiamo deciso di fare una ricerca anche sul suo stipendio all’interno dei paesi in cui queste figure decidono sempre più spesso di andare a lavorare.

Tra questi paesi emerge sicuramente l’Inghilterra e, in media, un’ostetrica in questo Stato, può arrivare a percepire uno stipendio annuale più alto di quello che guadagnerebbe in Italia.

Si tratta di una cifra che si aggira tra i 30 mila euro e i 40 mila euro. Uno stipendio che, esattamente come accade in Italia, può variare in base a diversi fattori.

Ulteriori risorse

Se vuoi intraprendere la professione sanitaria, ma vuoi vagliare altre opzioni, ecco qualche altra lettura che potrebbe offrirti interessanti alternative nel settore della cura della persona:

In bocca al lupo!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO