Come Diventare Medico: Guida al Percorsi di Studi

Quella del medico è sicuramente una delle carriere più emozionanti e, allo stesso tempo, complicate a cui possiamo aspirare, tuttavia, quando ci sono la passione e il talento non possiamo ignorarli. E’ risaputo, però che, per diventare medico, dobbiamo percorrere un lungo percorso di studi.

Ma come diventare medico? Qual è esattamente il percorso da seguire? Quanto dura il corso universitario? Cosa bisogna fare dopo l’università?

Se stai cercando una risposta a tutte queste domande allora sei nel posto giusto perché oggi ci occuperemo proprio di questo argomento!

Quali sono i requisiti necessari?

Prima di tutto, per diventare medico, è importante che tu sappia che devi possedere dei requisiti specifici, soprattutto per quanto riguarda le tue caratteristiche personali.

In primo luogo devi avere molto tempo a disposizione e devi considerare che, per laurearti e specializzarti nel settore che preferisci, avrai bisogno di una certa quantità di denaro, oppure di eccellere, così da ottenere le borse di studio.

Tra i principali requisiti necessari per essere un buon medico troviamo inoltre quelli citati in seguito:

  • una certa propensione a prendersi cura del prossimo, facendolo sentire a suo agio;
  • capacità di problem solving così da gestire al meglio eventuali imprevisti che potrebbero nascere sulla tua strada o durante le ore lavorative;
  • devi essere in grado di gestire anche le situazioni più stressanti;
  • devi essere disposto a studiare per molti anni e quindi essere anche portato a farlo.

Infine, è bene ricordare che non devi fare il medico per il denaro. Infatti è risaputo che lo stipendio di un medico è piuttosto alto ma ti assicuriamo che, se lo farai solo per i soldi, sprecherai solo il tuo tempo e il tuo denaro per gli studi che, probabilmente, non sarai in grado di portare al termine.

Come facciamo a scegliere l’università più adatta?

Una volta terminata la scuola superiore con voti più o meno alti, se hai deciso di intraprendere il percorso di studi per diventare medico, sicuramente saprai di dover scegliere una facoltà.

La scelta dell’università non va assolutamente presa sotto gamba. Infatti dovrai valutare diversi aspetti, primo tra tutti la disponibilità al trasferimento in un altra città in quanto, trattandosi di un percorso impegnativo, sarebbe consigliabile vivere vicino alla facoltà che hai scelto.

Una volta che avrai scelto l’università, anche in base alla reputazione dello stesso ateneo, dovrai sostenere il test d’ingresso presso quella stessa sede, anche se puoi candidarti in tre università diverse, così da avere maggiori possibilità di entrarvi.

Come funziona il test d’ingresso per entrare all’università?

E’ risaputo che, per entrare all’università di Medicina e Chirurgia, bisogna sostenere un test d’ingresso che non è affatto semplice ma ti assicuriamo che, se sarai abbastanza preparato, superarlo non è poi un’impresa impossibile.

Il test d’ingresso per entrare all’università di Medicina e Chirurgia è composto da ben 60 domande, alle quali dovrai rispondere nell’arco di 100 minuti e che comprendono le materie di cui sotto:

  • Ragionamento logico;
  • Chimica;
  • Matematica;
  • Biologia;
  • Cultura generale;
  • Fisica.

Per scoprire quale sarà la data del test d’ingresso, uguale per tutte le università italiane, devi visitare il sito del MIUR in cui troverai anche tutte le istruzioni per iscriverti al test, il numero di posti disponibili e tante altre informazioni, tra cui la modalità di funzionamento dello scorrimento e della graduatoria.

Per superare il test d’ingresso di medicina devi totalizzare almeno 20 punti e solo con un punteggio del genere potrai entrare nella graduatoria. Tuttavia, per entrare nella facoltà è necessario che ottieni un posto disponibile tra quelli del MIUR.

Quanto dura l’università di medicina?

L’università di medicina è senza ombra di dubbio una delle più complesse e occuperà una parte di tempo della tua vita non indifferente.

Però ti assicuriamo che, se studierai in modo adeguato e raggiungerai i tuoi obiettivi, ti regalerà molte soddisfazioni.

Per quanto riguarda il percorso di laurea esso ha una durata di circa 6 anni, e durante questi sei anni avrai modo di approfondire diverse materie che ti faranno diventare un medico eccellente se le studierai seguendo le indicazioni dei professori.

Ad esempio, durante il primo anno di Medicina e Chirurgia, si studiano le seguenti materie:

  • Chimica biologica;
  • Istologia ed embriologia;
  • Inglese scientifico;
  • Anatomia;
  • Fisica;
  • Scienze umane;
  • Chimica medica;
  • Biologia;
  • Statistica medica.

Nel secondo anno, invece, le materie saranno le seguenti:

  • Microbiologia;
  • Fisiologia umana;
  • Immunologia;
  • Anatomia umana;
  • Biologia molecolare;
  • Genetica.

Il terzo anno di Medicina e Chirurgia ti istruisce nelle materie citate in seguito:

  • Patologia generale;
  • Statistica medica;
  • Medicina di laboratorio;
  • Fisiologia umana;
  • Psichiatria;
  • Medicina di comunità;
  • Fisiopatologia medica e generale.

Nel quarto anno di università le materie sono invece:

  • Malattie degli organi di senso;
  • Farmacologia;
  • Specialità medico chirurgiche;
  • Metodologia clinica;
  • Diagnostica per immagini;
  • Anatomia patologica.

Infine, nel quinto e nel sesto anno, studierai le seguenti materie:

  • Anatomia patologica;
  • Medicina interna;
  • Bioetica;
  • Psichiatria;
  • Chirurgia generale;
  • Medicina e sanità pubblica;
  • Neurologia;
  • Pediatria;
  • Ostetricia e ginecologia;
  • Emergenze medico-chirurgiche;
  • Specialità medico-chirurgiche.

Inoltre, verso la fine del percorso universitario in Medicina e Chirurgia, è previsto un tirocinio che ti permette di acquisire almeno 60 crediti formativi. Questo tirocinio corrisponde a circa 1220 ore di pratica della professione e puoi scegliere una delle seguenti strutture:

  • Nei presidi ospedalieri;
  • Nei policlinici universitari;
  • Negli ospedali;
  • Negli ambulatori.

Cosa bisogna fare dopo l’università?

Solo dopo aver completato con successo i sei anni di università di Medicina e Chirurgia, compreso il tirocinio, potrai decidere se diventare un medico di base oppure no.

Nel primo caso dovrai sostenere l’esame per l’abilitazione all’esercizio e, non appena lo avrai superato puoi iniziare la tua professione come medico di base.

Se invece vuoi intraprendere una strada diversa, allora dovrai decidere qual è il corso di specializzazione post-laurea che preferisci e, anche in questo caso, dovrai sostenere un test d’ingresso per accedere ai corsi.

Ulteriori risorse utili su Affari Miei

Se vuoi lavorare nel settore della sanità e dell’aiuto alle persone, potrebbe interessarti leggere anche queste altre guide che ho redatto per indirizzare chi, come te, è alla ricerca della sua strada:

Buona lettura e buona fortuna con la tua professione!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Comunque non e’ Corretto. Dopo la laurea in medicina e l’abilitazione non puoi iniziare a fare il medico di base. Devi fare un test e accedere al corso regionale se vuoi farlo.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei