Come Diventare Editore e Lavorare nel Mondo dei Libri

Come diventare editore? Quali sono i requisiti necessari? Quali sono i titoli di studio che ci aprono le porte dell’editoria? In che cosa consiste esattamente questo lavoro? Qual è l’iter burocratico da seguire per iniziare questa professione?

Quello dell’editoria è senza ombra di dubbio un settore piuttosto vasto ma, come tutti i lavori, anche per diventare editore devi possedere dei requisiti ben precisi.

Se stai cercando informazioni utili a riguardo allora sei nel posto giusto perché oggi ti spiegherò come diventare editore!

In cosa consiste il lavoro dell’editore?

Prima di analizzare insieme tutti i passi che bisogna fare per poter diventare un editore, è il caso di capire bene in che cosa consiste esattamente questo lavoro, soprattutto negli ultimi anni in cui abbiamo assistito all’avvento della tecnologia anche nel settore dei libri.

Al contrario di come molti pensano, il lavoro dell’editore non è semplicemente quello di prendere il manoscritto, farlo stampare e venderlo. L’editore deve prendere il prodotto grezzo e, in un certo senso, raffinarlo.

Infatti, quella dell’editore è una vera e propria attività imprenditoriale che ha l’obiettivo di incrementare la vendita di un libro dopo averne corretto eventuali errori di battitura e dopo che ne ha curato l’aspetto. Andiamo a vedere insieme cosa devi fare se hai deciso di diventare imprenditore.

Quali sono i requisiti personali necessari per lavorre nell’editoria?

Intuibilmente, la prima cosa di cui hai bisogno per poter diventare un bravo editore è la passione per i libri e la lettura in generale. Infatti, anche nel settore dell’editoria la bravura non sarà sufficiente per raggiungere il tuo obiettivo.

In secondo luogo, tra le altre caratteristiche personali che servono per diventare editore cito soprattutto le seguenti:

  • Delle capacità relazionali per poter comunicare al meglio con il prossimo, siano essi autori di libri o futuri acquirenti;
  • La determinazione;
  • Capacità di problem solving in quanto, si sa, non fila mai sempre tutto liscio;
  • La creatività è fondamentale per decidere il format dei libri.

Questi sono solo alcuni dei requisiti personali che farebbero di te un ottimo editore ma, ovviamente, non sono sufficienti nemmeno questi e devi essere in possesso di titoli ben precisi per poter fare il lavoro dei tuoi sogni. Andiamo a vedere quali nel prossimo paragrafo.

Quali sono i requisiti e i corsi per lavorare nel settore?

Così come accade per tantissime altre professioni, anche nel caso dell’editore, come ti ho già detto in precedenza, servono dei titoli di studio ben precisi, soprattutto perché, tra le tante mansioni, c’è anche quella di correggere gli errori di un testo.

Proprio per facilitare la scelta del percorso ai ragazzi che sono appena usciti dalle scuole superiori, molte facoltà hanno attivato dei corsi particolarmente adatti ha chi ha già le idee chiare sul proprio futuro. Quindi, se hai deciso di diventare editore, devi cercare quello che fa al caso tuo.

Una volta che avrai terminato l’università, ti consiglio di seguire un master che ti faciliterà senza ombra di dubbio l’ingresso nell’editoria in quanto al termine del master avrai approfondito le tue conoscenze su argomenti che non vengono trattati come si deve all’università.

A questo punto è arrivato il momento di entrare in contatto con il lavoro vero e proprio, ad esempio facendo uno stage presso una casa editrice oppure come giornalista freelance.

Lo stage, come avrai sicuramente intuito, serve proprio per permetterti di fare pratica e di iniziare ad approcciare con il settore dell’editoria che, come ti ho già detto, è un settore non molto chiaro e spesso in crisi.

Per questo motivo ti consiglio di cercare su internet i vari siti delle case editrici più famose e vedere se sono alla ricerca di personale e se tra queste posizioni ce n’è una che fa al caso tuo.

Qual è il percorso da seguire per diventare editore?

Come ti ho già anticipato all’inizio dell’articolo che stai leggendo, in un certo senso, il lavoro dell’editore è molto simile a quello di un imprenditore, soprattutto per quanto riguarda il percorso burocratico da seguire.

Infatti, per evitare di andare incontro a problemi di qualsiasi tipo, è opportuno che ti informi bene sulle leggi che regolano questo settore e rispettarle alla lettera, specialmente se hai deciso di metterti in proprio.

Ebbene, vediamo insieme che cosa devi fare per diventare editore dal punto di vista legislativo. La prima cosa da fare è iscrivere la tua attività al registro delle imprese presso la Camera di Commercio. In questo modo avrai la partita Iva e il codice fiscale della tua attività.

Grazie alla Comunicazione Unica recentemente messa a disposizione di chi vuole diventare editore, potrai regolare la posizione della tua nuova impresa con un atto unico, sia nell’Agenzia delle Entrate, sia all’Inail, presso il Registro delle Imprese e all’Inps.

Se non hai dimestichezza nel settore delle scartoffie ti suggerisco di farti seguire da un esperto, ad esempio un commercialista, così da non andare incontro ad errori che potrebbero costarti tempo e denaro.

Qual è in media il guadagno di un editore?

Stabilire il guadagno medio di un singolo editore è un’impresa praticamente impossibile. Prima di tutto perché, nel commercio dei libri, bisogna considerare l’Iva prevista sulla vendita dei formati cartacei, ma anche su quelli digitali.

Inoltre, lo stipendio di un editore è determinato anche dalla sua fama. E’ ovvio che un colosso dell’editoria guadagna uno stipendio maggiore rispetto ad un editore indipendente che si è appena messo in gioco.

In ogni caso ti consiglio di non perdere mai di vista il tuo obiettivo. Se ti focalizzi su di esso e sei abbastanza determinato per raggiungerlo ti assicuro che non ti fermerà più nessuno.

E se vuoi lavorare con i libri, ma in un altro settore, ti consiglio di leggere la guida dedicata a come aprire una libreria.

Buona fortuna!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO