Let’s Bank, conto e prestito per giovani di Banco Popolare

    Non è un mistero per nessuno che il mondo del banking si stia rivolgendo, con sempre maggiore insistenza, al pubblico dei giovanissimi, che ormai compra, spende e spande, soprattutto online.
    Oggi vi parliamo di una delle offerte che più recentemente sono arrivate sul mercato dei conti e delle carte ricaricabili per ragazzi: parliamo di Let’s Bank del Banco Popolare, un conto pensato per i giovani tra i 12 e i 17 anni che promette di offrire quanto è necessario ai ragazzi di quella fascia d’età, a costi estremamente competitivi. Vediamo insieme se ci sono vantaggi nel sottoscrivere Let’s Bank di Banco Popolare: sicuramente non l’unico dei conti destinati a questo particolare pubblico e che quindi dovrà sicuramente offrire qualcosa di estremamente interessante per spingere i giovani a cambiare istituto o per attrarre i genitori, magari portando anche i loro conti, verso l’istituto in questione appunto.

    A chi è destinato Let’s Bank?

    Let’s Bank di Banco Popolare è appunto un conto junior, destinato esclusivamente ad una fascia di età che va dai 12 ai 17 anni, per poi evolversi verso altre tipologie di conto, che coprono grossomodo, almeno per il momento, una fascia d’età che arriva ai 29 anni. I vantaggi, almeno secondo il materiale informativo distribuito dal Banco Popolare, starebbero nella possibilità di effettuare praticamente qualunque tipo di operazione a costi estremamente ridotti (se non nulli), con la possibilità in aggiunta di ottenere dei buoni sconto spendibili:

    • presso le stazioni Q8;
    • su iTunes;
    • su Amazon;
    • sul sito internet di Decathlon.

    Un’offerta, per intenderci e per lasciare possibilmente il minor spazio possibile al fine marketing al quale si affidano le banche, che punta sulla pancia dei giovani, cercando di attrarli con buoni sconto su servizi enormemente popolari (Amazon e iTunes su tutti), nella speranza di accalappiare, come collaterale, anche il conto in banca di uno dei genitori. Vediamo insieme quali sono le offerte, conto per conto, che Banco Popolare riserva ai giovani tramite la formula Let’s Bank.

    ...

    Scoprire 12–17 anni

    Il punto ideale di ingresso, almeno secondo gli scopi che si è prefissato il Banco Popolare, sarebbe quello del conto Scoprire, che va dai 12 ai 17 anni. Si tratta di un conto corrente che oltre che al solito buono sconto di 10 euro, offre:

    • costo zero, dato che non sono previsti canoni;
    • operazioni illimitate, sia via internet che con il Bancomat;
    • La possibilità di avere una carta Bancomat subito al compimento dei 13 anni (per limitazioni imposte dalle nostre leggi);
    • la possibilità di fare e ricevere bonifici;
    • la possibilità di operare completamente in regime di Home Banking;
    • la possibilità di ricevere un SMS o una notifica sul cellulare ogniqualvolta che sia compiuta un’operazione sul nostro conto.
    Conto corrente Let's Bank: conviene?
    Immagine tratta dal sito ufficiale della banca

    Si tratta di operazioni standard che vengono però offerte, appunto a costi estremamente competitivi. Se nella nostra città è presente un buon numero di sportelli riconducibili al gruppo Popolare, si potrebbe trattare di uno dei conti ai costi più bassi tra quelli presenti sul mercato attualmente.

    L’ipotesi prestito Scoprire 12–17

    Al pacchetto è anche associata la possibilità di accedere ad un prestito fino a 3.000 euro, per tutto quello che potrebbe servire al vostro ragazzo. Ovviamente sono necessarie garanzie da parte dei genitori ed è dunque come se il prestito fosse preso direttamente in loro carico. Si tratta di un prestito che, almeno secondo il marketing che accompagna la pubblicità del conto, dovrebbe essere impiegato per l’acquisto di un motorino, ma non vi è in realtà alcun tipo di vincolo di spesa della somma che si incassa.

    Il conto 18–29 anni: studiare

    Una volta che i nostri ragazzi avranno superato la fatidica soglia della maggiore età, Banco Popolare proverà ad incanalare le loro necessità di tipo bancario verso un’altro tipo di conto, ovvero il conto 18–29 anni studiare. Si tratta di un conto che ha praticamente le medesime caratteristiche di quello 13–17 anni, con l’aggiunta però della possibilità di avere prestiti fino a 15.000 euro, che sono però vincolati al fatto che saranno spesi per pagare master o comunque spese relative all’istruzione.
    Si tratta di un’offerta relativamente interessante, che prevede però spesso il ricorso a talune garanzie che devono essere prestate da soggetti economicamente più solidi, spesso i genitori, rendendo queste tipologie di conti poi non troppo diverse dalle altre pensate per i junior, ovvero gli adulti tra i 18 e i 30 anni. In aggiunta, è possibile utilizzare la domiciliazione delle utenze, avere bonifici continuativi, una carta prepagata YouCard e una carta di Credito.

    La possibilità offerta da 18–29 lavorare

    La terza tipologia di conto offerta da Banco Popolare nell’ambito Let’s Bank è quella Lavorare 18–29. In questo caso siamo in presenza di un conto che offre:

    • canone di gestione a 1,00 euro al mese;
    • operazioni illimitate;
    • prelievi bancomat e pagamenti bancomat illimitati;
    • servizio di Home Banking attraverso l’App o il sito internet;
    • servizio di allerta su cellulare per ogni tipo di operazione che viene compiuta con il conto.

    Si tratta di un conto che permette anche di avere accesso a due tipi di prestito:

    • 15.000 euro per chi voglia tornare a studiare;
    • la possibilità di accedere ad un mutuo a tassi relativamente agevolati per acquistare, ristrutturare o costruire la propria prima abitazione.

    In questo caso siamo davanti ad un conto corrente a tutti gli effetti, che garantisce accesso a tutte le operazioni di base, senza che però si esuli verso strumenti relativamente più moderni e desiderati dalla clientela, come le carte di credito revolving e la possibilità di avere a disposizione carte ricaricabili. Anche in questo caso è comunque possibile accedere a carte di credito classiche, carte prepagate YouCard, domiciliazione delle utenze e libretto degli assegni, così come per la versione 18–29 studiare.

    Si tratta di un conto che conviene?

    Limitando la questione a quella che è l’offerta per i giovani da 13 ai 17 anni, colpisce la mancanza di una carta ricaricabile da associare a questo tipo di conto, che è forse quello che ne avrebbe più bisogno. Molto allettante comunque la possibilità di avere un conto corrente a costo praticamente zero per i più giovani, con una gestione facile e lineare. L’offerta, per quanto riguarda invece i conti 18–29 anni, che si tratti della Lavorare o della Studiare, è abbastanza confusa: non è chiaro quali siano i vantaggi rispetto ad altri conti, che devono essere apprezzati comunque per il basso costo e la completezza delle operazioni.

    La possibilità di accesso al credito

    La possibilità di accesso al credito, che viene comunque pubblicizzata come una delle feature più importante del trittico di conti che risponde a Let’s Bank di Banco Popolare, è comunque da considerarsi come collegata ai classici strumenti di controllo bancario per l’accesso al credito. Questo per dire che non ci sono affatto corsie preferenziali per chi apre questo tipo di conti. I tassi di interesse, inoltre, sono assolutamente in linea con quanto offerto attualmente dal mercato.

    La somma di 3.000 euro va rimborsata con rate da 90,11 euro per 36 mesi, ovvero una somma di 3242,96 euro alla fine dei tre anni. I costi di istruzione di pratica sono nulli, ma vengono ampiamente recuperati dall’istituto bancario tramite lo spread del 5,00% con TAEG 5,45% che il prestito prevede.
    Il conto Let’s Bank è sicuramente più interessante per i costi estremamente bassi che per l’accesso a questi finanziamenti che, dati alla mano, non hanno davvero nulla di speciale rispetto a quanto offerto dagli altri istituti.

    mm
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
    mm
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

    LASCIA UN COMMENTO


    Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei