Investire Oggi è Pericoloso: la Verità che Nessun Formatore di Trading Online Ti Dirà Mai

Investire oggi è molto pericoloso se non hai esperienza. Se stai cercando consigli per investire i tuoi risparmi in questo video voglio parlare di un tema fondamentale che nessun formatore o guru della industry del trading online (e non solo) ti racconterà mai.

Tutti vogliono investire in azioni, etf o strumenti ben più complessi: ma siamo sicuri che vadano bene per noi? Siamo sicuri di essere pronti?

Ne parliamo in questo video che ti consiglio caldamente di guardare. Se preferisci leggere, trovi anche la trascrizione con le 3 regole fondamentali che ho estratto proprio dal video.

Regola #1: devi essere consapevole di ciò che stai facendo

Molte volte ho parlato con persone che avevano investito in banca e dicevano di essersi fidati del promotore così mi sono fidato del promotore e dei consigli che aveva elargito. Questo finchè il conto è stato in attivo! Ma quando i dati hanno iniziato ad essere negativi, presi dall’ansia, hanno venduto in perdita, perdendo così decine di migliaia di euro.

Quando chiedo a questi investitori perchè hanno agito così, mi hanno dato una risposta sconcertante: “Non avevo capito cosa stessi facendo”.

Ed è per questo che bisogna essere consapevoli! Il consiglio che posso darti è quello di cominciare investendo piccole cifre, in maniera tale da poter affrontare le varie fasi del mercato.

Non voglio spaventarti: iniziare è meglio che non iniziare affatto, l’importante è farlo senza mettere a repentaglio tutti i nostri risparmi. Piuttosto, investi appunto piccole cifre in modo da non scottarti troppo se dovessi commettere sbagli e in modo da poter controllare la tua emotività qualora le cose andassero male.

Prenditi del tempo per capire anche quello che un promotore ti sta proponendo, in modo da poter valutare le conseguenze.

Delegare può essere una scelta fatta da chi si accorge che gli investimenti sono complessi e non se la sente di agire da solo, ma se non si hanno le consapevolezze giuste si rischia di non capire cosa sta succedendo (specie nei momenti di negatività finanziaria) e questo porta a prendere decisioni avventate, oltre a causare uno stress forte che rischia di riflettersi su tutta la tua vita.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Regola #2: evita situazioni spiacevoli che possono riflettersi sulla tua vita

Riprendo ciò che ho accennato nel paragrafo precedente: quando iniziamo ad investire, non solo dobbiamo migliorare la nostra vita da un punto di vista economico, ma dobbiamo migliorare anche altri ambiti della nostra vita, aumentandone la qualità.

Non ci sono solo i soldi e il lavoro e gli investimenti. Molto dei miei studenti sono persone molto impegnate: medici, avvocati, commercialisti, imprenditori, liberi professionisti di vario tipo, spesso svolgono lavori di grande responsabilità e che richiedono concentrazione… Ma ci sono anche lavoratori che lavorano con macchinari difficili da controllare, non possono permettersi lo stress e l’ansia legati alla gestione “tesa” del proprio patrimonio.

Bisogna investire senza che ciò aggiunga stress allo stress della quotidianità, che sia lavorativo, professionale, o familiare. In tutti questi casi (e penso che chiunque di noi, a modo suo, abbia le sue responsabilità) caricarsi lo stress  – soprattutto causato dal Trading – è profondamente sbagliato.

Così facendo, la tua vita peggiora anziché migliorare, e ciò si riflette in ogni ambito della tua vita, anche privata.

Vuoi arrivare a questo?

Regola #3: chiarisci i tuoi obiettivi

Mi occupo di educazione finanziaria e formazione finanziaria dal 2014 e c’è una domanda che nessuno si fa mai: perché voglio investire?

Chi mi si avvicina per le prime volte vuole subito gli strumenti per investire, ma nessuno si chiede mai il perché vuole  investire.

Sono i perché che determinano la qualità delle nostre scelte e soprattutto determinano il nostro agire.

Conosci molti trader che si dedicano a questa attività con lo stesso spirito di chi si dedica di calcio scommesse, portando avanti qualcosa che gli altera l’umore, condizionando la qualità della sua vita e assorbendo molto tempo, senza che vi sia un effettivo ritorno economico nè soddisfazioni di alcun tipo.

Questo accade quando non sai rispondere ai “perchè” lo sto facendo.

La verità è che , se hai minimo di capitale, non significa che devi lavorare tutti i giorni dedicandoti a investimenti e/o trading. Questa attività deve assorbirti un tempo limitato nel corso dell’anno.

Forse non macini nulla di economia e finanza personale: allora, come fanno i miei studenti, per un mese o due potresti valutare di studiare in modo più intensivo per formarti. Ma, fatto ciò, l’operatività effettiva deve essere limitata a  poche decine di ore l’anno.

Come dico spesso, investire i soldi non è attività per chi vuole fare i soldi. Se questo è il tuo obiettivo devi concentrati sul business, non sugli investimenti.

Se hai bisogno di soldi probabilmente il tuo perché non è da ricercarsi nel Trading o negli investimenti, ma nel lavoro e nel business.

Se invece il tuo scopo non è fare soldi, bensì gestire il tuo patrimonio, c’è un modo molto più organizzato molto più schematizzato per farlo: probabilmente, in questo caso, il tuo obiettivo è aumentare la qualità della vita, e certamente aggiungere stress allo stress non è il modo per raggiungere l’obiettivo!

Dobbiamo occuparci di Finanza personale e investimenti per vivere meglio e per migliorare la qualità della nostra vita! Quindi consiglio di capire cosa vuoi e cercare di organizzarti in modo da raggiungerlo in maniera efficace, senza stressarti e ossessionarti con gli investimenti… Non è questo il modo in cui investire!

Fine della riflessione o, se mi segui da tempo e preferisci…chest’è 😉

Altre Guide

Se questa è la prima volta che ti interessi di investimenti puoi iniziare dalle seguenti guide tematiche:

Buona continuazione!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Tv

8 Commenti

sergio · 12 Gennaio 2021 alle 16:15

io sono un pensionato di 72 anni e vivo a Brescia ,ho iniziato a interessarmi di risparmio e di azioni nel 1997,essendo io e mia moglie dipendenti Telecom,ci fu dato l’occasione di avere una parte della liquidazione in azioni(3000 io 3000 mia moglie) ,il mio portafoglio viene gestito dalla mia banca UNICREDIT.Ho condiviso ed è vero che le tre domande che tu esponi non mi sono mia state dette,quindi il video mia ha fatto riflettere anche in funzione della mia età anagrafica.

    Davide Marciano · 15 Gennaio 2021 alle 9:20

    Ciao Sergio, mi ha fatto piacere esserti stato di aiuto e soprattutto sono felice di aver ispirato una riflessione anche in persone con la tua esperienza.

    A presto,
    Davide

Stefania · 16 Gennaio 2021 alle 18:41

Si, è proprio vero ciò che dici!
Grazie
Stefania1970

    Davide Marciano · 16 Gennaio 2021 alle 21:28

    Ciao Stefania,

    mi fa piacere abbia apprezzato. A presto!

    Davide

Alberto · 19 Febbraio 2021 alle 12:04

Ciao Davide …condivido ciò che dici ma c’è un ma!
Se non hai un patrimonio da gestire, stando a ciò che dic, l’investimento non va molto bene.
Se il patrimonio è esiguo il trading non va bene.
Se vuoi aumentare il reddito il tuo consiglio è lavorare…di più o meglio… che ovviamente va benessimo ma:
se non hai grandi patrimoni e contemporaneamente non puoi lavorare di più o lavorare meglio perchè magari il lavoro è di tipo dipendente e non ti consente di crescere e ti lascia poco spazio ad altre forme di lavoro (c.d. secondo lavoro) come fare?
Grazie se vorrai rispondere
Alberto

    Davide Marciano · 19 Febbraio 2021 alle 12:33

    Ciao Alberto,

    non si può avere la moglie ubriaca con la botte piena, qualcuno dovrà pur dirvi la verità e questo qualcuno sono quasi sempre solo io.

    Se non hai un patrimonio da gestire – non sto parlando di te ma in generale – devi chiuderla con gli investimenti e andare a lavorare. Chi ti dice il contrario ti sta truffando o ti sta raccontando balle, io non ho interesse a dire balle perché non ho niente da vendere a chi non ha soldi: mi auguro apprezzi la sincerità 😉

    Se vuoi aumentare il reddito o trovi un modo per farti pagare di più oppure esci dalla zona di comfort e trovi il modo di fare più soldi avviando un’attività professionale o imprenditoriale.

    Anche qui potrei raccontarti altro ma sarebbero tutte balle: io ho creato il mio patrimonio con l’attività d’impresa, non facendo il dopolavorista la sera per “arrotondare lo stipendio”.

    Per guadagnare più soldi o fai cose per le quali vieni pagato di più rispetto ad oggi e se ti basta resti nel campo del lavoro dipendente oppure trovi il modo di fare autonomamente quello che fai come dipendente, ove possibile, facendoti pagare di più.

    Non c’è altra via, quella del trading come secondo lavoro è quello che chiamo “cambiamento gentile” venduto dai pifferai magici che riempiono le aule fisiche e virtuali di disperati che vorrebbero fare più soldi ma pensano di rimanere con la moglie ubriaca senza svuotare la botte.

    Che poi, ti sei mai chiesto come faccia ad essere un secondo lavoro un’attività che se fatta professionalmente è la più difficile al mondo? Se non hai mai aperto una partita iva in vita tua perché magari volevi il “lavoro sicuro” pensi di essere capace di reggere emotivamente operazioni a leva speculative dove puoi bruciare il conto?

    Perché parliamo di questo, se hai pochi soldi e fai trading devi assumerti grandi rischi mentre chi di soldi ne ha tanti o ne ha comunque abbastanza per star bene può farne a meno.

    Sono verità che nessuno dice ma questa è la differenza enorme tra Affari Miei e le altre cose che si trovano online.

    A presto,
    Davide

Marco · 14 Maggio 2021 alle 16:38

Giusto e sempre attuale. Grazie per la vostra divulgazione diretta e ripulita da tutta la ‘fuffa’.
M

    Davide Marciano · 15 Maggio 2021 alle 10:33

    Ciao Marco,

    grazie per il commento, a presto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *