Paysafecard: Cos’è e Come Funziona

    Avete mai sentito parlare di Paysafecard? Nella società e nel mercato dell’economia odierni i ritmi sono sempre più frenetici e per questo si è sempre alla ricerca di metodi per accelerare qualunque ambito della propria vita, compresi quelli inerenti le modalità di pagamento: gli utenti di internet sono alla ricerca perenne di strumenti di pagamento che siano sempre più sicuri e flessibili, oltre che comodi: il pagamento on line o tramite carta, si sa, è davvero una comodità.  Un metodo nuovo e decisamente comodo per poter pagare on line anche senza essere intestatari di un conto corrente o carta di credito è quello fornito da Paysafecard. Vediamo insieme cos’è e di cosa si tratta nello specifico.

    Come abbiamo detto stiamo parlando di una modalità di pagamento elettronico, che si affianca a tutti quelli più noti, ossia Visa, Mastercard, American Express, Paypal, Perfect Money e così via.

    Bisogna solamente capire qual è quello che meglio risponde alle proprie esigenze. Indubbiamente queste modalità di pagamento sono estremamente pratiche, poiché ci consentono di evitate di uscire con il portafoglio pieno di soldi e, spesso, ci permettono proprio di non uscire di casa, grazie agli acquisti on line.

    In ogni caso, ci sono delle differenze tra Paysafecard e le carte di credito standard: le carte di credito hanno, secondo i fruitori, qualche pecca. Infatti molti tra coloro che sono state vittime di frodi di varia entità sul web hanno lamentato la mancanza di un efficace mezzo per bloccare tutti i pagamenti indesiderati: con i pagamenti tramite carta di credito, infatti, è sufficiente essere in possesso del numero della carta e di poche altre informazioni (come i dati anagrafici dell’intestatario e la scadenza della carta) per poter effettuare addebiti sulla stessa carta, da qualsiasi zona del pianeta.

    Paysafecard: sicurezza, dove trovarla e caratteristiche

    La soluzione a questi vari problemi è rappresentata dalle carte prepagate, tra cui la Paysafecard. Queste carte prepagate hanno la caratteristica di non essere agganciate ad un conto corrente; inoltre, anche in caso di furto frode o clonazione, si rischia di perdere al massimo la cifra caricata sulla stessa carta.

    Questa carta presenta alcuni dei vantaggi di una carta prepagata, ma in più offre una sorta di protezione dell’identità dell’utilizzatore: nonostante dal nome possa sembrare, appunto, una carta, in realtà si tratta semplicemente un numero, un codice PIN composto da 16 cifre: su ogni carta è riportato il PIN della lunghezza di 16 cifre, cifra che costituisce l’unico dato utile al pagamento on line. Tale PIN può essere equiparato al denaro contante, uno strumento di pagamento non nominativo e al portatore: chiunque conosca tale numero è libero di usarlo.

    Un vantaggio della Paysafecard è che essa offre una sicurezza derivante dal fatto che la si può utilizzare limitatamente alla somma residua, a differenza delle carte di credito. In caso di furto, quindi, nell’eventualità in cui qualcuno venisse a conoscenza o copiasse il nostro codice, il rischio sarebbe quello di perdere al massimo pochi euro, in quanto il massimale della Paysafecard è di 100 euro. Questo tipo di carta prepagata può avere un taglio di diversi valori, che possono variare da 10, 25, 50 o, appunto, il massimo di 100 euro.

    Per verificare il credito disponibile sulla propria Paysafecard in tempo reale è sufficiente fare riferimento all’applicazione di cui parleremo nel prossimo paragrafo.

    La Paysafecard è decisamente più sicura delle carte di credito e offre sicurezze supplementari: è possibile sfruttare una forma di protezione integrativa, in quanto è prevista la possibilità di impostare una password su ogni carta di questo tipo. In questo modo non sarà possibile usare la carta in questione senza conoscere anche la password ad essa associata, oltre ovviamente al PIN.

    Dove usare la Paysafecard

    Come possiamo usare la Paysafecard? Grazie alla Paysafecard possiamo comprare attraverso il pc o lo smartphone senza essere, come già accennato, titolari di un conto corrente o di una carta di credito. Tale carta ha già preso piede in tutta Europa. Come diventare titolari di questo tipo di carta? La Paysafecard è commercializzata in oltre 450.000 punti vendita in tutta l’Europa.

    Per trovare il rivenditore più vicino a noi è sufficiente adoperare l’app apposita, ossia l’appPaysafecard. Tramite questa applicazione è possibile individuare il rivenditore più vicino a noi, oltre ainformarsi circa il credito residuo. Nonostante questi vantaggi, la Paysafecard non è diffusa quanto le carte a circuito Mastercard, Visa o alla carta Paypal: sull’applicazione è possibile trovare indicati alcuni negozi o fornitori di servizi che permettono l’utilizzo della Paysafecad.

    Questa scarsa diffusione è legata al maggiore limite della Paysafecard: bisogna conoscere in anticipo dove poterla sfruttare, altrimenti è quasi inutile acquistarla: si finirebbe per non adoperarla o usarla per acquisti che non servono, in quando il credito non è trasferibile su un’altra carta.

    Come si usa la Paysafecard?

    Il funzionamento di questa nuova carta è semplice: quando si desidera acquistare un prodotto in uno shop online e si deve effettuare il pagamento sarà sufficiente selezionare la voce Paysafecard tra i vari metodi di pagamento elettronico: dopo avere cliccato sulla voce si viene rimandati sul sito ufficiale del servizio, dove sarà possibile portare a termine il pagamento inserendo il PIN a 16 cifre sopracitato.

    Nel caso in cui la cifra rimanente sulla Paysafecard non sia sufficiente per portare a buon fine l’acquisto che avevamo in mente, è possibile aggiungere ulteriori campi per l’inserimento di altri numeri Paysafecard, fino ad un massimo di 10, ciò fino al raggiungimento dell’importo necessario al pagamento. Tale meccanismo permette anche di sfruttare card usate parzialmente. Una volta esaurito il credito la card scade, diventa inutilizzabile, a quel punto potete anche gettare il foglietto di carta su cui è segnato il numero.

    PaySafeCard e Amazon

    Interessante è il servizio che permette di fare acquisti su Amazon senza avere carta di credito o conto corrente collegati. Sul noto store online, infatti, è possibile comprare buoni convertendo l’importo presente sulla carta. In pratica, grazie al saldo presente su Paysafecard, si possono ottenere buoni Amazon da utilizzare per fare acquisti o da scambiare.

    Paysafecard: novità rispetto alle carte di credito

    La novità più importante per chi vuole usufruire di questa carta e dei suoi servizi è legata alla privacy: infatti per pagare non bisogna indicare alcun dato personale, né gli estremi di un conto corrente, perché come già detto non è necessario averne uno.

    Ciò la rende uno strumento flessibile e utile soprattutto per i più giovani che non hanno ancora un conto o una carta di credito da poter usare per fare acquisti su internet.

    Essendo la Paysafecard uno strumento al portatore non nominativo, si può adoperare senza dover comunicare il proprio nome o altri dati personali. Ovviamente nel caso in cui l’acquisto comporti la spedizione di un oggetto sarete comunque costretti a comunicare un indirizzo di destinazione.

    mm
    Wealth Hacker
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
    mm
    Wealth Hacker
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

    1 COMMENTO

    1. salve,una domanda,ma ammettiamo solo per ipotesi teorica,per curiosita’,non e”il mio caso,ma se io vado in tabaccheria qua in italia,e compro pin paysafecard anonimi,da( il max sembra 100euro l”uno), e ne compro tipo 500,(x un tot di euro 50000 per capirsi..) e subito dopo prendo tutti questi bei,pin ,l”aereo ,(ammesso che le autorita’mi lascino salire a bordo??)destinazione paese extracee, no area sepa,insomma per capirci dove non ci siano accordi bancari con lïtalia,arrivo,laggiu’,posso entrare in una banca extraeuropea e versare in un colpo solo tutti i 500 pin(cioe” i 50000 euro) che ho aquistato in italia dal tabaccaio??le autorita’ italiane possono bloccare sempre x curiosita’, l’incasso dei pin laggiu’??nella banca extracee??sarebbe veramente interessante sapere queste cose,..grazie attendo con fiducia e urgenza vostre delucidazioni in merito,distinti saluti.

    LASCIA UN COMMENTO