Cosa Coltivare per Guadagnare Molto: 3 Idee per Avviare un’Azienda Agricola

In momenti di crisi profonda come quelli che stiamo attraversando, fermarsi e pensare a quello che ci siamo lasciati indietro è assolutamente importante.

A volte è importante reinventarsi, rimettersi in gioco e darsi da fare per arrotondare il proprio guadagno mensile, così da non dover fare delle rinunce importanti.

Altre volte potrebbe essere invece importante prendere delle decisioni radicali, e cambiare definitivamente carriera.

In questo articolo parliamo di come guadagnare denaro con la coltivazione, parlando anche come potresti avviare una piccola azienda agricola e in generale di cosa coltivare per guadagnare!

3 idee per guadagnare con la coltivazione

Un’attività agricola può tranquillamente trasformarsi in una vera e propria opportunità di guadagno. Di seguito ti mostriamo tre idee da cui potresti prendere spunto per avviare la tua attività:

  • La produzione del miele: per iniziare a produrre questo prodotto alimentare così prezioso per la nostra salute e per il nostro palato, ti consigliamo di chiedere consiglio ad un esperto apicoltore che ti indicherà la strada da percorrere. Chi volesse approfondire può leggere la nostra guida dedicata a chi vuole diventare apicoltore;
  • coltivare i tartufi: i costi per avviare l’attività sono relativamente bassi e, dopo averli piantati, dovrai solo aspettare che crescano e rivolgerti ad un tartufaio per la vendita;
  • l’allevamento di lumache: anche se ti sembrerà bizzarro, si tratta di un’attività redditizia dai guadagni anche molto consistenti, soprattutto se ti rivolgi ai ristoranti per la vendita delle lumache. Per approfondire, ecco il nostro articolo dedicato all’avviamento dell’elicicoltura.

Sono tante le attività che potresti avviare per trarre un guadagno più o meno consistente, devi solo scegliere quella che più fa per te.

Sicuramente la soluzione migliore è rappresentata dalle coltivazioni redditizie, ma approfondiremo sull’argomento in seguito.

Quali sono le migliori coltivazioni redditizie?

Prima di avviare qualsiasi tipo di coltivazione redditizia, devi essere ben preparato sullo stato del terreno che hai a tua disposizione.

Infatti, come probabilmente già saprai, alcune piante rispondono meglio ad un certo tipo di terreno.

Tra le coltivazioni redditizie che riteniamo migliori, troviamo soprattutto le seguenti:

  • Il Bambù;
  • gli ulivi;
  • lo zafferano;
  • il tartufo;
  • i frutti di bosco;
  • i funghi.

Se non hai abbastanza conoscenze sul tema e vuoi iniziare ad informarti sulle migliori coltivazioni redditizie, ti consigliamo di approfondire l’argomento a nel nostro articolo dedicato, appunto, alle coltivazioni più redditizie di oggi.

Guadagnare con le piante officinali

Anche le piante officinali sono una risorsa, sia per la nostra salute, sia per il nostro portafogli. Infatti coltivare le erbe aromatiche che hanno anche proprietà terapeutiche, rappresenta un’ottima possibilità di guadagnare denaro.

Uno degli aspetti positivi dell’avviare una coltivazione di piante officinali, riguarda il fatto che, in genere, non occorrono delle qualifiche o dei permessi particolari, non obbligandoti ad avere un titolo di studio sul settore.

Tuttavia, la procedura burocratica dipende soprattutto dal tuo prodotto finale, in base al fatto che stai coltivando delle piante che diventeranno dei farmaci veri e propri, degli alimenti, dei cosmetici e via dicendo.

Per iniziare, ti consigliamo di non superare i cinque mila metri quadri di terreno. In una superficie del genere puoi iniziare a coltivare tutte le piante officinali più comuni, ad esempio:

  • La lavanda;
  • il timo;
  • la salvia;
  • la melissa;
  • l’origano.

Per avviare la tua attività di coltivazione di piante officinali, in pratica, ti basta avere il tuo appezzamento di terreno (sempre di 5 mila metri quadri e non di più) e acquistare le piante che intendi coltivare presso il tuo vivaio di fiducia.

Inoltre, sarà il vivaio a fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno per quanto riguarda il trapianto delle piante, il raccolto e tutte le cure di cui hanno bisogno.

Dopo i primi anni di assestamento inizierai a trarre il tuo guadagno da questa bellissima attività.

In linea di massima possiamo dire che occorrono circa 4 anni per far sì che l’attività inizi a consolidarsi, ma questo, come puoi immaginare, dipende da tantissimi fattori, tra cui:

  • La tua dedizione;
  • il tipo di terreno sul quale stai coltivando (ad esempio se il terreno non è stato usato per molti anni ti consigliamo di coltivare prima altre piante che, in un certo senso, lo rimettano in moto);
  • la tipologia di piante officinali che hai scelto;
  • le condizioni meteo.

Come si avvia un’azienda agricola?

Ma cosa bisogna fare per aprire un’azienda agricola? Te lo spieghiamo brevemente nei seguenti passaggi:

  • Prima di tutto devi avere un piano di lavoro, un’idea iniziale sulla quale concentrarti;
  • assicurati che la composizione del terreno che hai a disposizione sia adatta al lavoro che andrai a fare;
  • informati sui costi che dovrai affrontare e valuta se sarai in grado di sostenerli;
  • affidati alle mani esperte di un commercialista perché possa informarti sulle procedure burocratiche e su eventuali finanziamenti (regionali e non) che potresti avere a disposizione.

Per ogni altra informazione consigliamo di visitare il sito ufficiale della Coldiretti, dove è possibile trovare tutte le risorse utili.

Si può guadagnare allevando i lombrichi?

Ti suonerà strano, ma l’allevamento dei lombrichi, oltre ad essere un passatempo, per molti rappresenta una vera e propria attività redditizia.

Un tempo questo tipo di allevamento era mosso dall’obiettivo di avere a disposizione delle ottime esche per pescare.

Attualmente, invece, molti lombricoltori si dedicano a questa attività con lo scopo di creare dell’ottimo Humus.

Inoltre non occorrono strutture particolari per coltivare lombrichi e chiunque può farlo, bisogna avere solo del terreno a disposizione, non importa dove e non importa la temperatura

Per avviare l’allevamento dei lombrichi basta disporre questi vermicelli nel terreno, più precisamente all’interno di cassette o sacchi areati con terra.

Successivamente bisogna coprire questa striscia di terra con il letame e attendere che questi piccoli animali facciano il loro lavoro.

Infatti, il mestiere dei lombrichi è proprio quello di lavorare il letame e trasformarlo in Humus, una sostanza fondamentale per nutrire le piante, a tal punto che alcuni lo ritengono il miglior fertilizzante in assoluto.

Facendo un piccolo investimento iniziale puoi avviare il tuo allevamento di lombrichi, guadagnando nel giro di pochissimi anni e, soprattutto, senza il bisogno di investire in grosse somme di denaro.

Ulteriori risorse utili

Infine, ecco alcuni altri articoli che potrebbero essere utili a coloro che cercano idee per lavorare a contatto con la natura e gli animali!

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
Affari-Miei

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei" e Ricevi 5 Consigli Super per il Tuo Business

La tua Privacy è al Sicuro!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO