Come Aprire una Pensione o un Albergo per Cani

Oggi molti sognano di mettersi in proprio e di aprire un’attività che possa dare tante soddisfazioni e alcuni amanti degli animali potrebbero aver pensato ad aprire una pensione per cani.

Si tratta di un’idea di business in crescita visto che nel nostro paese si stima che una famiglia su due possieda un cane.

Nonostante l’abbandono sia un fenomeno ancora molto frequente, per fortuna ci sono padroni che non lascerebbero mai in strada il proprio amico peloso e che durante le vacanze preferiscono affidarlo alle cure delle pensioni e degli alberghi per animali.

Le strutture vacanziere (hotel, stabilimenti balneari ecc) che permettono di portare con sé gli animali, sono ancora poche, per questo molto spesso diventa necessario lasciare il cane in un albergo o pensione per animali durante le vacanze estive.

Proprio per questo motivo potrebbe essere una buona idea aprire una pensione per cani. Ovviamente non si tratta di un investimento senza rischi, ma nemmeno di un tentativo del tutto infruttuoso.

Desideri metterti in proprio aprendo una pensione o un albergo per cani? Vuoi dimostrare il tuo amore per i pelosetti facendo qualcosa di utile e magari guadagnandoci anche?

Vediamo insieme come fare per realizzare il vostro sogno!

Aprire una pensione o un albergo per cani: l’iter burocratico

Per aprire questo tipo di strutture può capitare che siano disponibili dei finanziamenti o delle agevolazioni.

Per saperlo è necessario informarsi negli uffici della regione di appartenenza: è necessario seguire un iter preciso, innanzitutto bisogna trovare dei locali adatti ad ospitare le varie stanze.

Poi dovrai richiedere l’apertura di una partita IVA, l’Iscrizione alla camera di commercio e ottenere la Licenza comunale.

Prima di aprire devi ottenere la Certificazione di idoneità dei locali che viene rilasciata dalla ASL a seguito di una accurata ispezione.

Alle domande dovrai allegare la planimetria dettagliata della tua struttura e una relazione che specifichi la modalità di smaltimento dei rifiuti della pulizia dei box, dei solidi e delle deiezioni degli animali (planimetria e relazione di possono richiedere ad un geometra).

I locali devono rispettare tutte le norme igieniche, avere spazio per le cuccette, per i servizi igienici, per un magazzino, per gli uffici e un deposito.

È necessario che gli animali siano ospitati in un ambiente sempre pulito e per ottenere più facilmente il permesso della ASL cercate locali che possano ospitare box lavabili e disinfettabili facilmente e sufficientemente ampi.

L’ambiente deve essere confortevole e accogliente e ovviamente adatto ai cani. I box devono essere di minimo 4 mq e avere anche un’area coperta ovvero una cuccia.

Tutti i box devono essere dotati di un sistema di abbeveraggio completamente automatico per assicurare all’ospite sempre la giusta dose di acqua. La struttura deve essere costruita in una zona che sia sufficientemente ventilata oltre che ombreggiata.

Risulta necessario anche realizzare un sistema idrico grazie al quale l’acqua utilizzata per pulire e disinfettare i box possa confluire nelle fogne senza inquinare. La pulizia deve essere svolta almeno una volta al giorno.

La struttura deve avere anche una zona all’esterno che sia adeguata ai cani e che quindi non gli permetta di scappare, e deve essere obbligatoriamente collocata ad una distanza minima dalle zone urbanizzate e/o dal centro abitato perché l’abbaiare dei cani non deve arrecare disturbo ai residenti, pena fastidiose denunce e litigi continui.

La distanza minima si trova sul Piano Regolatore del Comune di appartenenza. Sul Piano Regolatore troverai anche le caratteristiche edilizie e urbanistiche necessarie per la realizzazione delle strutture.

Per aprire un albergo per cani per i cani dovrai anche avere sempre a disposizione i servizi di almeno un veterinario che possa aiutarti in caso di emergenza medica di un animale ospite nella pensione.

Il veterinario deve essere disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Ricorda che per seguire correttamente i cani ospiti è necessario tenere un registro degli ospiti sempre aggiornato che comprenda il numero di tatuaggio del cane o il numero del microchip e le eventuali esigenze sanitarie o alimentari. Segna sempre anche le generalità dei proprietari.

Pensione o albergo?

Non c’è nessuna differenza per quanto riguarda l’iter burocratico e si tratta di servizi simili. Una pensione offre servizi base per gli animali, ma sufficienti a garantire il loro benessere.

Un albergo punta più in alto e mira ad offrire agli animali tanti servizi in più. Alcuni alberghi di lusso per animali offrono anche aria condizionata, temperatura sempre perfetta, giochi particolari e stanze arredate quasi come quelle per gli umani.

Per quanto riguarda il benessere dell’animale sia la pensione che l’albergo devono garantire attenzione costante e mantenimento del cane.

La differenza sta nei dettagli e nei servizi extra, come tra pensioni ed alberghi di lusso per gli umani. Ovviamente i clienti che cercano i servizi di un albergo a cinque stelle per il proprio cane, mirano anche a spendere cifre maggiori.

I guadagni saranno di più, ma anche le spese! Chi desidera far alloggiare il proprio cane in una vero e proprio albergo per animali, vuole anche servizi eccellenti e completi oltre che di alta qualità. Quindi dovrai fare la differenza per farti scegliere e preferire ad altre strutture.

I costi?

costi relativi all’apertura di una pensione o di un albergo per cani sono variabili. I costi dei locali (per l’affitto o per l’acquisto) sono variabili da zona a zona (un locale a Milano vi costerà decisamente di più di uno in un piccolo centro).

Si stima che la spesa media per aprire una pensione per cani si aggiri attorno ai 30 mila euro, mentre per aprire un albergo si possono facilmente superare i 40 (la cifra aumenta a seconda dei servizi che deciderete di offrire).

La cifra da spendere non è impossibile da sostenere, ma ricorda che dovrai aggiungere anche i costi fissi mensili per le varie bollette, i costi delle tasse e per il pagamento del personale.

Alle spese fisse vanno aggiunte anche quelle per il materiale per gli uffici o per i cani, per i cibi ecc.

Le possibilità di guadagno

A seconda della struttura che deciderete di aprire potrete guadagnare dai 15 fino agli oltre 40 euro al giorno.

Non è impossibile guadagnare con questo servizio perché al momento la concorrenza è poca e la richiesta alta. Offrendo anche servizi ludici per il cane, come ad esempio l’agility dog, potresti anche pensare di guadagnare di più.

Più servizi offrirai (ovviamente lasciando la scelta al cliente) più guadagnerai. Ovviamente al guadagno stimato dovrai sottrarre i costi della struttura e delle spese mensili per bollette, cibo e materiale vario.

Più saprai distinguerti positivamente dalla massa più successo otterrai. Sta a te mettere in moto la tua passione e la tua fantasia!

I nostri consigli

Prima di tutto consigliamo di conoscere in maniera molto approfondita le esigenze dei cani, le loro caratteristiche, i comportamenti e tutto ciò che possa riguardarli.

Dovrai conoscere le caratteristiche delle varie razze e saper interpretare anche i piccoli segnali. Ricorda  che in tutto il periodo di assenza dei loro padroni, i cani sono sotto la vostra responsabilità.

Conoscere bene i cani è un requisito fondamentale per iniziare questo tipo di attività con successo. L’amore per gli animali può non essere sufficiente quando si parla di affari e contatto con i pelosetti e con il cliente.

Starai a contatto con i cani per tantissime ore ogni giorno, dovrai avere grande pazienza e tanto amore…. anche per il cliente.

Mostrati sempre affabile e comprensivo, spesso i padroni dei cani vedono i loro amici pelosi come veri e propri componenti della famiglia e li trattano come tali, non sottovalutare mai questo aspetto.

Consigliamo anche di seguire un periodo di formazione e di esperienza in una pensione o albergo già avviato o in un canile, si tratta di forma di apprendistato che potrebbe tornarti decisamente utile durante la gestione della tua attività.

Fa’ sì che la struttura sia sempre accogliente e che abbia un’aria familiare. Più il padrone ti vedrà preparato e attento verso il cane, più possibilità avrete di vedere i tuoi clienti tornare con piacere.

Ricorda di scegliere sempre personale adatto alle esigenze dei cani e molto preparato, non basterai da solo a gestire tutti i servizi, per questo fai sempre molta attenzione a chi ti appoggi.

Nel caso in cui non ti sentisti di gestire tutto da solo, ti consigliamo di creare una società che dovrà essere iscritta per legge al registro delle imprese.

Ha senso aprire una pensione o un albergo per cani?

Aprire una pensione o un albergo per cani ha senso se nel tuo comune c’è l’effettiva necessità di un ulteriore servizio di questo tipo e se la concorrenza non è eccessiva.

Intraprendere un’attività del genere potrebbe essere un investimento ben fatto soprattutto se sei una persona che ama gli animali e che è effettivamente capace di assolvere un compito del genere.

Altrimenti aprire una struttura per ospitare cani non ha senso, anzi, potrebbe essere un vero e proprio rischio per le tue finanze.

Prima di aprire una struttura del genere valuta con calma tutti i pro e i contro e ricorda di fare esperienza (se non l’hai già).

Ulteriori risorse utili

Infine, se il tuo sogno è quello di lavorare con gli animali, ecco qualche articolo utile circa ulteriori idee imprenditoriali in questo ambito:

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei"
La tua privacy è al sicuro
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. buon giorno Sig Davide Marciano , devo farle i miei complimenti per come ha scritto nel dettaglio i suoi
    articoli.Vorrei porle una domanda, Io sono un donna di 50 anni e vivo al nord, purtroppo ho perso il lavoro da 1 mese, quindi ho tirato fuori il mio sogno nel cassetto, trasferirmi ed aprire un’attivita in proprio nelle Marche paese che amo nell’ambito turistico, il problema e questo: ho letto dei finanziamenti a fondo perduto o anche finanziamenti a tasso aggevolato per donne e giovani, ma le agenzie che ti dovrebbero aiutare chiedono dei soldi anticipati (molti)senza garanzia della riuscita mentre le agenzie pubbliche ti dicono faccia tutto lei seguendo quello che il bando le chiede ed invii tutto , la domanda verra valutata . Il problema e questo , non C’e un ufficio che ti possa aiutare a fare il business playn gratuitamente per accedere hai fondi e dopo una volta che verra accettato prendera la sua percentuale. Oppure una struttura pubblica che ti aiuti in questo percorso.
    Grazie per la sua attenzione
    Porgo distinti Saluti
    Antonella Beneventi

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei