Polizza Vita Extra di Alleanza Assicurazioni: Conviene Davvero?

Benvenuto/a su Affari Miei! Se hai aperto questa pagina probabilmente hanno proposto anche a te di sottoscrivere la Polizza vita Extra di Alleanza o qualche prodotto simile, in dubbio sulla sua validità e utilità hai deciso di cercare qualche confronto sul web.

Ebbene, sei nel posto giusto! Affari Miei è un blog di finanza personale che aiuta le persone come te a gestire i loro soldi in modo intelligente; navigando sul sito puoi vedere che ho recensito praticamente tutti i principali prodotti assicurativi e previdenziali presenti sul mercato, farò lo stesso in questo articolo.

Andiamo a scoprire come funziona il piano di risparmio EXTRA di Alleanza: analizzerò per te tutti i termini contrattuali previsti e potrai verificare le informazioni che ti darò, consultando personalmente la documentazione messa a disposizione dall’Istituto sul suo sito.

Chi è Alleanza e quali garanzie dà

La Società Alleanza Assicurazioni fa parte del Gruppo Generali, attualmente una delle maggiori realtà assicurative e finanziarie internazionali.

In Europa Occidentale è uno dei primi assicuratori, leader nel ramo vita, ma vanta una presenza sempre più significativa anche nei mercati dell’Europa orientale e in quelli asiatici.

Solidità patrimoniale e finanziaria, gestione prudente degli investimenti, affidabilità, trasparenza e professionalità, queste sono le caratteristiche di cui si fregia il Gruppo.

Negli anni recenti Alleanza sta puntando sempre di più sulla promozione di prodotti ibridi (ora piano di accumulo, ora polizza vita) anche attraverso la loro digitalizzazione, infatti EXTRA possiede un sito internet dedicato.

Ma proseguiamo.

Non Sai Come Investire i Risparmi?

"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

 

I tuoi risparmi saranno al sicuro?

Chiaramente, la prima cosa che un risparmiatore vuole sapere quando si vede proporre un contratto di investimento assicurativo è se i suoi soldi saranno protetti dai rischi.

La Nota informativa del prodotto recita così: “Il prodotto è rivolto a clienti con capacità di risparmio finalizzata all’accumulo di capitale di lungo periodo, che si impegna ad un piano di versamenti periodici e sistematici alla ricerca di performance finanziarie non garantite – collegate all’andamento di mercati azionari – con rischio di subire delle perdite. Tale rischio è mitigato da livelli differenziati di protezione del capitale investito che il Contraente sceglie”

In altre parole, si corrono dei rischi che in parte dipendono dalle decisioni prese dal Contraente in fase di stipula del contratto. Vedremo a breve, più nel dettaglio, come funziona il piano degli investimenti.

Caratteristiche del prodotto

EXTRA di Alleanza è un piano di risparmio/contratto di assicurazione, a vita intera con queste caratteristiche:

  • una ripartizione variabile del premio tra Gestione separata e OICR, con un grado di rischio altrettanto variabile medio-alto;
  • una parte di capitale rivalutabile garantito;
  • la presenza di un meccanismo di protezione del capitale investito;
  • la copertura assicurativa caso morte;
  • una copertura complementare facoltativa.

Durata del contratto

“A vita intera” significa che il contratto dura quanto la vita dell’Assicurato, perciò si risolverà solamente una volta avvenuto il suo decesso oppure con la richiesta il riscatto totale.

Pagamento dei premi

Il premio è ricorrente e costante: i versamenti sono periodici e la cifra scelta rimane sempre la stessa per tutto il tempo. La ricorrenza può essere a scelta annuale o mensile e l’importo è compreso tra:

  • minimo 840 € e massimo 6.000 € se annuale;
  • minimo 70 € e massimo 500 € se mensile.

Si può richiedere successivamente di aumentare o diminuire l’importo del premio ricorrente.

La durata del piano di versamento dei premi può essere a scelta di 15, 20 e 25 anni. Il contratto è riservato a coloro che avranno meno di 70 anni al termine della durata del piano di versamento.

Il diritto ai versamenti aggiuntivi si attiva dopo un anno dalla data di decorrenza del contratto per importi minimo e massimo pari a 2000 euro e a 6000 euro per annualità.

Piano di Investimento

Questo genere di polizze contempla sempre più opzioni di investimento, vediamole:

  1. Gestione separata Fondo Euro San Giorgio + Linea di investimento multicomparto composta da OICR esterni Multi-Global Plus;
  2. Gestione separata Fondo Euro San Giorgio + Linea di investimento milticomparto, composta da OICR esterni Multi-Emerging Markets.

Ti spiego: ogni premio ricorrente (al netto dei costi e di eventuali premi per le coperture facoltative) viene investito in parte variabile (a seconda della durata del piano di versamento e del livello di protezione voluto dal Cliente) nella Gestione separata Fondo Euro San Giorgio e in una Linea di gestione multicomparto azionario di tipo unit linked a scelta.

Il contratto si comporta come una polizza multiramo, così detta  perché prevede che il piano di investimento segua parallelamente due strategie opposte.

Da una parte abbiamo infatti il Fondo Euro San Giorgio, che è un fondo appositamente istituito dall’Impresa in cui confluiscono i premi e gestito separatamente dalle altre attività.

La gestione del Fondo funziona da ammortizzatore contro le perdite, le prestazioni assicurate sono contrattualmente garantite dall’Impresa e si rivalutano annualmente in base al rendimento della Gestione stessa.

Dalla parte opposta abbiamo l’acquisto di quote di OICR, Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio, come possono essere i Fondi Comuni di Investimento o le Società di Investimento a Capitale Variabile (SICAV).

L’Impresa ha selezionato per la Linea Multi-Global Plus un portafoglio diversificato che investe su mercati finanziari internazionali con un focus prevalente su paesi sviluppati, mentre per la linea Multi-Emerging Markets il portafoglio diversificato è orientato a mercati finanziari emergenti che offrono più opportunità di guadagno. Le due Linee possono essere composte da OICR delle Sicav BG Selection e BG Sicav.

Il valore delle quote investite è strettamente dipendenti dalle oscillazioni di prezzo delle attività finanziarie di cui sono rappresentazione; pertanto, per questa parte della prestazione, il contratto non offre alcuna garanzia di restituzione dei premi investiti o di rendimento minimo!

Per impedire perdite inutili l’Impresa ha predisposto un sistema di protezione del capitale a partire dalla scadenza del piano dei versamenti, in modo da poter corrispondere un valore di riscatto o una prestazione in caso di morte non inferiore ad una percentuale, scelta dal Contraente, che costituisce il capitale protetto.

L’investimento è anche sottoposto annualmente alla procedura di Remix, che si occupa di aggiornare la ripartizione dei valori tra le componenti dell’investimento con l’obiettivo di portare la parte in Gestione Separata pari al capitale protetto.

Nonostante queste misure, la protezione del capitale non costituisce garanzia di rendimento o restituzione del capitale investito.

È possibile modificare la Linea del proprio investimento?

Sì, è possibile, purché sia trascorso almeno un anno dalla data di decorrenza del contratto. Lo switch è infatti un’opzione a richiesta che permette di spostare il controvalore complessivo delle quote ad un’altra Linea di investimento, diversa da quella scelta all’inizio, al costo di 25,00 € per operazione.

Coperture Assicurative

Abbiamo visto che la prestazione assicurativa di base prevede la classica copertura del caso morte: ai Beneficiari designati viene corrisposto un capitale in caso di decesso dell’Assicurato, qualunque sia la causa.

Il capitale liquidato è pari alla somma del valore della prestazione investita in Gestione Separata, rivalutata fino alla data del decesso, più il valore della prestazione espressa in quote di OICR.

Ma se il decesso si verifica prima dello scadere del piano dei versamenti, la prestazione assicurata corrisponderà al maggior valore scelto tra due parametri:

  1. la somma della prestazione in Gestione Separata rivalutata + la prestazione espressa in quote aumentata dello 0,2%;
  2. la somma dei premi investiti.

Si è anche accennato alla presenza di una prestazione complementare facoltativa, riservata ad Assicurati sotto i 50 anni. Funziona con il pagamento di un capitale aggiuntivo, che non concorre alla formazione del valore capitale, nel caso in cui il decesso dell’Assicurato avvenga nei primi 10 anni del piano di versamenti. Se questa eventualità non si verifica la parte di premio va perduta.

Riscatto anticipato

Il diritto al riscatto matura dopo tre anni di versamenti del premio. Il riscatto totale è la tua opportunità di risolvere il contratto definitivamente e riavere i tuoi soldi quando ne hai effettivamente necessità. Il problema è che lo scadere della durata del piano di versamento dei premi sancisce il momento a partire dal quale hai diritto di riscattare il contratto senza pagare alcuna penalità e senza costi.

Prima di quella scadenza, rischi di ottenere un importo inferiore alla somma dei premi versati!

In caso di riscatto totale anticipato, cioè prima del termine del periodo di detenzione raccomandato, la somma di riscatto è calcolata applicando al valore del contratto una percentuale di riduzione pari a:

  • 1,50% moltiplicato per gli anni di versamento dei premi mancanti, qualora siano state versate da tre a quattro annualità;
  • 1,00% moltiplicato per gli anni mancanti, qualora siano state versate da cinque a sette annualità;
  • 0,50% moltiplicato per gli anni e frazioni di anno mancanti al termine del piano di versamento dei premi, qualora siano state versate da otto a quattordici
    annualità di premio;
  • 0,25% moltiplicato per gli anni e frazioni di anno mancanti al termine del piano di versamento dei premi, qualora siano state versate da quindici a diciannove
    annualità di premio;
  • 0,00% qualora siano state interamente versate almeno venti annualità di premio.

La percentuale diminuisce man mano che aumentano gli anni del piano di versamenti portati a termine.

È anche possibile riscattare solo parzialmente il proprio capitale senza annullare il contratto. L’importo richiesto non può essere inferiore a 1.500 €, ed è ammessa una sola operazione all’anno, a seguito della quale i corrispondenti valori contrattuali sono ricalcolati proporzionalmente.

Se vuoi chiarirti le idee circa la possibilità di chiudere il contratto anticipatamente, operazione che è nei tuoi diritti, leggi la mia guida in cui ti spiego ogni dettaglio, vantaggio e svantaggio di questa procedura: la puoi trovare qui.

Costi

Veniamo alla parte più significativa e dolente del contratto: le spese a tuo carico. Sono tante e alte. L’Impresa, al fine di svolgere l’attività di collocamento e di gestione dei contratti e di incasso dei premi, carica dei costi sul premio. Considera che tu non paghi solo Alleanza per gestire i tuoi affari ma anche le Società che hanno in gestione i Fondi legati al contratto.

Questo è il problema di tutte le forme di risparmio gestito: potrà sembrarti una condizione necessaria se non vuoi o non puoi occuparti direttamente dei tuoi soldi, ma non dimenticare che i costi erodono il tuo capitale e quindi riducono l’ammontare delle prestazioni.

Spesso, la parte di contratto relativa alle spese non è affatto semplice da interpretare, per avere un’idea orientativa è utile far riferimento all’indicatore sintetico Costo percentuale medio annuo (CPMA) che illustra di quanto si riduce ogni anno, per effetto dei costi, il tasso di rendimento. Viene calcolato con riferimento al premio della prestazione principale e non tiene conto di tutte le componenti in causa:

Altri costi più o meno nascosti gravano direttamente sull’investimento:

  • Commissione per i servizi di amministrazione e gestione del contratto = percentuale del valore del contratto pari al 2,25% su base annua, prelevata in occasione del Remix. Tale costo è prelevato dalla componente di OICR;
  • Costi gravanti sull’OICR = commissioni di gestione annue;
  • Commissione di performance;
  • Commissioni per le attività amministrative effettuate dalla Società di gestione.
  • Ulteriori oneri variabili inerenti alle attività del fondo, spese di amministrazione e custodia, di pubblicazione del valore della quota e per coprire l’attività svolta dalla Società di revisione.

Per la componente in OICR è dovuta l’imposta di bollo, da calcolarsi annualmente e da versarsi al momento della liquidazione.

Ecco una tabella circa l’andamento dei costi estratta dalla nota informativa ufficiale, calcolata su 1000 euro di investimento.

Sospensione dei pagamenti

Sospendere e magari interrompere definitivamente i pagamenti è un tuo diritto contrattuale, ma in generale produce effetti negativi per il capitale, a causa dell’uscita anticipata dal piano di investimento, a causa delle penali e per effetto dei caricamenti applicati regolarmente.

In particolare la sospensione comporta:

  • il contratto si scioglie con perdita dei premi già versati, se non sono trascorse almeno tre annualità di premio;
  • la copertura complementare facoltativa si annulla;
  • se sono trascorse almeno 3 annualità, il contratto rimane in vigore e avrai la facoltà di riattivarlo entro 12 mesi, secondo i termini e con le condizioni economiche penalizzate previste.

Vantaggi fiscali

Il mito dei vantaggi fiscali fa gola a molti, ma da solo non costituisce un motivo sufficientemente valido per sottoscrivere il contratto, ad ogni modo, in questo articolo ho spiegato quanti e quali sono le detrazioni applicabili alle polizze del ramo vita, puoi dargli un’occhiata, mentre qui ti spiego altri aspetti delle polizze vita e dei vantaggi fiscali.

Nelle polizze caso morte, solo questa parte di prestazione dà diritto ad una detrazione di imposta sul reddito pari al 19%, a condizione che la durata del contratto sia di almeno 5 anni.

Le somme corrisposte dalla società ai Beneficiari in caso di decesso dell’Assicurato sono esenti sia dalle imposte di successione sia, per la quota relativa al rischio demografico, dall’Irpef.

Le somme dovute dall’Impresa non sono pignorabili né sequestrabili.

Opinioni di Affari Miei sulla polizza EXTRA

La mia opinione personale riguardo agli investimenti di tipo assicurativo non è attualmente positiva. Ti sembrerà una presa di posizione rigida, ma ti assicuro che è ben motivata.

Anzitutto, non condivido questi contratti ibridi di risparmio gestito, io investo in altri modi e preferisco occuparmi direttamente dei miei affari. Ne ho parlato ampiamente in altri articoli (tipo questo), ora ti elenco solo brevemente 3 buone ragioni per cui evito un’intera categoria di prodotti:

  • Non mi piace delegare ad altri la gestione dei miei affari e dover pagare degli intermediari, senza poi sapere con esattezza come vengono investiti i miei soldi;
  • Mi piace disporre dei miei risparmi in libertà, quando mi servono, senza troppi vincoli;
  • Disapprovo la modalità di risolvere tutte le esigenze che si hanno in un unico strumento preconfezionato.

Ecco un video di approfondimento in cui illustro al meglio le mie opinioni.

 

Fatta questa premessa, si tratta comunque di quello che (non) farei io, non posso decidere per tuo conto.

Se hai le idee chiare su ciò che ti serve sei anche in grado di capire quali strumenti è meglio utilizzare o evitare. Ti consiglio di completare il quiz qui sotto per chiarirti ancora meglio le idee!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


Perché scegliere EXTRA

Le polizze multiramo sono caratterizzate da una doppia strategia di investimento che sembra permettere di vagliare opportunità più redditizie rispetto ad altre soluzioni, predisponendo contemporaneamente dei sistemi di protezione del capitale. Tuttavia ti ricordo che questi sistemi non sono garanzia di nulla.

Chi si trova nella posizione di poter sopportare anche i rischi alti, in un’ottica temporale di lungo periodo, può anche raggiungere performance molto redditizie, tuttavia come ti ho già spiegato, ci sono modi molto più rapidi e vantaggiosi, oltre che sicuri, per ottenere risultati altrettanto soddisfacenti, se non migliori.

Tale opzioni potrebbe fare per te se tu fossi disposto a dimenticare i tuoi soldi per anni e anni,senza doverti preoccupare del modo in cui sono gestiti, e magari non ti interessa se vengono persi perchè hai altro capitale investito in altri strumenti. Se è così, fai tesoro di quello che ti ho detto e scegli un prodotto che ti possa almeno garantire il capitale, cercando di selezionare quello che costa di meno.

Perché Non sceglierla

Perché Extra è pur sempre gravata dai costi eccessivi che abbiamo visto prima, responsabili della riduzione della crescita del valore del tuo investimento.

Avere una doppia intermediazione – la filiera è infatti composta dalla Compagnia di Assicurazione (venditore) e dalla SICAV (che crea il fondo) – comporta una serie di commissioni di gestione non accettabili, se consideri che puoi risparmiare e investire con uguali o migliori profitti ma a costi inferiori semplicemente cambiando strumenti.

Altra nota dolente da non sottovalutare sono i vincoli temporali. Lo sai che nella maggior parte dei casi il Contraente che si è impegnato a versare regolarmente i premi, ad un certo punto, per necessità, si trova costretto a venir meno all’impegno preso? Questo accade perché è impossibile prevedere con sicurezza cosa capiterà fra 5 anni, figurarsi fra 15 o 20 o 25!

Vincolare tutti i propri risparmi per periodi così lunghi non è mai una grande strategia, anzi, non è proprio una strategia, abbiamo visto come le opzioni di riscatto anticipato e di interruzione dei pagamenti non siano soluzioni troppo felici per il tuo capitale.

Se vuoi accumulare dei risparmi da tenere da parte per le emergenze o per progetti importanti futuri devi anche predisporre il modo di usufruirne liberamente quando questi momenti si presenteranno, ma questo contratto non te lo permette!

Ultima considerazione che faccio, se ti interessa avere una copertura per il rischio morte, così da proteggere i tuoi cari con un capitale di emergenza, sottoscrivi una semplice polizza caso morte e stop.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa lunga recensione del piano di risparmio Extra di Alleanza Assicurazioni. Alla luce di quanto scritto, ora dovresti essere in grado di valutare il prodotto e di decidere serenamente per il tuo avvenire.

Se vuoi approfondire meglio il tema del risparmio e degli investimenti, ecco un percorso che ho messo a punto per guidarti:

Buon proseguimento su Affari Miei!


Segui i miei consigli per investire come un fuoriclasse

>> Acquista il Corso in Offerta <<


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

3 COMMENTI

Rispondi a Nicoletta Cancella la risposta


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei