Vivere e Lavorare in Danimarca: Guida Completa per l’espatrio

Lavorare in Danimarca? Oppure vivere a Copenaghen? Un’opportunità per moltissimi, che non si limita assolutamente alla possibilità di poter lavorare nella capitale danese o nei dintorni, ma anche a trasferirsi per studiare, così da cambiare vita.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere anche in generale sulla Danimarca: lavoro, vita, studio, opportunità per gli italiani.

Se la Danimarca stuzzica la vostra fantasia, siete nel posto giusto per imparare tutto quello che è necessario sapere prima di anche soltanto pensare a trasferirsi.

vivere in Danimarca

Un paese piccolo, ricco, efficiente e tollerante

La Danimarca occupa un posto di assoluto rilievo nel nostro immaginario collettivo, anche se al contrario di quello che capita spesso con i paesi che non conosciamo bene, l’immaginario è corroborato da dati importanti.

In Danimarca si vive bene, si lavora bene e si studia bene e il paese è da anni ai primi posti della classifica del vivere bene in Europea.

Copenaghen, nonostante non sia una città di dimensioni enormi offre un’economia e un mercato del lavoro in grado di accomodare tutti o quasi, con salari che, almeno se paragonati al costo locale della vita, sono più che interessanti.

Un paese tollerante, che ha fatto dell’immigrazione una risorsa invece che un problema e che ha davvero molto da offrire a chi volesse fare le proverbiali valigie e muoversi verso il nord, estremo, del nostro continente.

Trasferirsi nella capitale: Danimarca e città

Copenaghen è la capitale della Danimarca e si trova nella parte più occidentale del paese, separata soltanto dallo stretto di Øresund da Malmo, in Svezia.

È una città non grande, che conta circa 600.000 abitanti, con circa il 25% di questi che provengono da fuori dalla Danimarca. Gli italiani sono una delle presenze più consistenti e nel momento in cui vi scriviamo circa 3000 abitano proprio nella capitale danese.

La lingua: il danese

Il problema forse più grande per chi volesse trasferirsi in Danimarca, che si tratti di Copenaghen o delle altre città, è la lingua.

Danimarca

In questo paese si parla infatti il danese, una lingua germanica particolarmente ostica, che dovremo imparare con un percorso di studi abbastanza intenso, a patto che il nostro obiettivo sia davvero quello di rimanere per periodi medio lunghi.

Sono sicuramente disponibili lavori anche per chi parla soltanto inglese, anche se spesso la conoscenza della lingua inglese non è sufficiente per portare a casa un buon lavoro.

L’ideale sarebbe arrivare nel paese con già una buona infarinatura appunto di danese, anche se non è facile, dato che i corsi in Italia sono offerti da pochissime facoltà e da ancora meno soggetti privati.

Essenziale è invece imparare l’inglese, in modo da poter comunicare in ogni caso.

Come trovare lavoro a Copenaghen?

Trovare lavoro a Copenaghen potrebbe non essere difficilissimo, anche se comunque dovremo fare i conti con qualche difficoltà, soprattutto se siamo arrivati da poco nel paese:

  • trovare lavoro di ufficio o comunque con una buona retribuzione senza parlare affatto danese è difficile;
  • avere un buon titolo di studio è spesso necessario, dato soprattutto il fatto che la competizione, in un posto dove arrivano immigrati con questi numeri, è particolarmente intensa;
  • avere competenze e esperienze importanti è altrettanto importante, soprattutto per chi vuole puntare ai lavori meglio retribuiti.

La Danimarca è comunque un paese molto piccolo, con pochi abitanti e con un’economia che su valori assoluti non è poi tra le più rilevanti d’Europa.

Copenaghen

Bisogna dunque muoversi con criterio e cercare di presentarsi nel paese con un buon bagaglio di esperienze e di talenti da offrire sul mercato del lavoro.

Per trovare gli annunci di lavoro, si può procedere nel modo che segue:

  • ci si può affidare ai siti come Jobindex.dk o WorkinDenmark.dk, che offrono il più alto numero di annunci; anche su siti così generalisti però, di annunci per persone che non sono in grado di parlare il danese ce ne sono davvero pochi;
  • in Danimarca è molto utilizzato Linkedin e avere un buon profilo (magari proprio in danese) può davvero fare la differenza tra il portare a casa il lavoro e invece continuare la ricerca; curiamo il nostro profilo Linkedin tanto quanto faremmo con il nostro curriculum.

Salari e costo della vita in Danimarca

I salari per la Danimarca sono relativamente alti, soprattutto se dovessimo considerarli all’interno del più complesso contesto lavorativo.

In Danimarca infatti:

  • si gode di diritti per i dipendenti al più alto livello qualitativo in Europa e nel mondo;
  • sono riconosciute ferie corpose: 5 settimane l’anno, retribuite;
  • si lavora molto in senso orizzontale e divisi in gruppi, piuttosto che secondo una rigida scala gerarchica;
  • la settimana lavorativa è di 37 ore da dividere in 5 giorni.

Per quanto riguarda i salari, questi sono forse meno alti degli altri paesi del Nord Europa, anche se si associano comunque a livelli di servizi pubblici molto alti, motivo per il quale buona parte del salario, volendo, ci rimarrà in tasca.

dove si trova Copenaghen

Il salario medio è comunque quasi doppio rispetto a quanto viene erogato in Italia: circa 2.800–3.000 euro, a seconda delle imposte che si pagano, qualcosa di molto alto se paragonato ai, magri in questi periodi, salari italiani.

Studiare in Danimarca

La Danimarca è anche un ottimo paese dove proseguire gli studi, sia che siano studi universitari di primo livello, sia che invece si tratti di formazione ulteriore, come master di primo e secondo livello oppure anche di dottorati.

Il paese ha circa 8 università che offrono formazione avanzata:

  • La Copenhagen Business School CBS – vi si seguono tipicamente materie commerciali e di managing;
  • IT University di Copenhagen – offre formazione principalmente in informatica e in materie tecniche;
  • L’università di Roskilde;
  • L’Università Tecnica della Danimarca: una delle università più importanti d’EUropa, all’interno della quale si impartiscono corsi di ingegneria e materie tecniche
  • Università della Danimarca del Sud;
  • Università di Aarhus – Ottima per la formazione post-laurea
  • University di Aalborg.

lavorare in Danimarca

Per gli studenti i vantaggi sono non indifferenti:

  • gli studi sono gratuiti per tutti gli studenti che arrivano dall’Unione Europea, e dunque anche per gli italiani;
  • il livello delle università è molto alto;
  • l’ambiente è decisamente internazionale, cosa che permette di integrarsi con enorme facilità anche quando si arriva dall’estero, come appunto per gli studenti italiani.

Il costo della vita? Altino

Gli stipendi buoni vanno sicuramente messi in relazione anche all’ottimo livello di servizi pubblici che si ricevono, ma anche con un costo della vita che non è abbordabile per chi non guadagna uno stipendio danese.

Si può vivere dignitosamente anche delle professioni più umili, anche se soprattutto per gli immobili nella capitale le spese sono considerevoli.

Danimarca

Prima di accettare un qualunque lavoro confrontate il vostro salario con le spese che dovrete affrontare:

  • un pasto in un ristorante di medio livello per due persone costa facilmente 600 corone
  • l’abbonamento per i mezzi pubblici circa 400 corone a Copenaghen;
  • ci sono almeno 1.000 corone di bollette da pagare al mese per una casa di media grandezza;
  • un pacchetto di sigarette costa più di 40 corone.

Sono prezzi decisamente più alti che in Italia, che dovremo sicuramente tenere in considerazione prima di pensare di poterci spostare in Danimarca per lavorare.

Quali lavori sono richiesti in Danimarca?

Nonostante si tratti di un paese piuttosto piccolo, la Danimarca è in grado di offrire opportunità molto interessanti per quanto riguarda il lavoro. Tra i mestieri più ricercati troviamo:

  • ingegneri, soprattutto informatici ed elettronici: il paese ha un galoppante settore dei servizi e queste figure professionali sono sempre più richieste;
  • programmatori: ibidem; nel paese operano moltissime software house, nonché le divisioni di ricerca di tanti giganti, come ad esempio Microsoft;
  • sales representative: si occupano della vendita; chi è italiano potrebbe sfruttare il bilinguismo per inserirsi nell’import-export con l’Italia; ci sono buone probabilità in questo senso;
  • insegnamento: chi volesse provare la carriera di ricerca e di insegnamento, troverà sicuramente pane per i suoi denti in Danimarca, un paese che ha davvero tanto da offrire in questo senso;
  • hotel e ristoranti: Copenhagen è patria di moltissimi ottimi ristoranti ed ha una scena culinaria vibrante; chi ha competenze di questo tipo può essere facilmente impiegato nel settore.

Danimarca

Le opportunità, come abbiamo visto, sono davvero tante per chi vorrebbe muoversi in Danimarca: seguendo le avvertenze che avete trovato in questa guida potrete molto facilmente cominciare ad organizzare il vostro viaggio.

Un ultimo consiglio? Si può risiedere in Danimarca senza troppe formalità: perché non provare come va con un lavoro temporaneo o stagionale?

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO