Vivere in Austria: Guida su Come Trasferirsi e Lavorare

Quanti di voi hanno pensato di vivere in Austria, magari per vivere a Vienna, con lo scopo di cambiare vita?? Quale lavoro fare in questo paese? Di motivi per trasferirsi in Austria ce ne sono davvero molti.

Questa nazione non solo è esteticamente e naturalmente fantastica, ma è anche molto sviluppata economicamente e caratterizzata da una popolazione cordiale e calorosa.

Vivere e lavorare in Austria potrebbe essere dunque un’ottima idea: d’altronde essa è anche vicinissima all’Italia e questo ti permetterebbe di sentire molto meno la mancanza della nostra bellissima penisola.

Lavoro Austria

Ma cosa è necessario fare per andare a vivere in Austria? Quale iter burocratico bisogna seguire per lavorare, magari per aprire un’attività?

Oggi scopriremo tutto questo insieme attraverso una piccola ma utilissima guida che arricchisce la nostra rassegna dedicata a chi desidera trasferirsi all’estero. 

Tutti i documenti necessari per entrare in Austria

Partiamo dal presupposto che l’Austria appartiene all’UE dal 1995 e per questo motivo le possibilità di trasferirsi non sono ostacolate da particolari pratiche burocratiche, poiché i permessi sono stati ridotti e resi più accessibili.

Nonostante la ridotta difficoltà, è comunque ovvio che bisogna rispondere a determinati requisiti e assolvere a certi compiti per quanto riguarda la presentazione di documenti specifici, che sono comunque richiesti.

Vediamo quali sono: il primo è quello del documento di identità, che non è la nostra carta di identità, la quale è posseduta da pochissimi austriaci. Come è possibile? In questo Paese, al contrario dell’Italia, infatti, non sussiste l’obbligo di riconoscimento: spesso si utilizzano il passaporto oppure la patente per indicare la residenza, se richiesto.

In ogni caso la carta di identità è ritenuta valida, non preoccuparti! Un altro documento che invece è obbligatorio e irrinunciabile è il certificato di residenza (Meldezettel), che attesta appunto il domicilio: dovrai procurartelo entro 3 giorni dal tuo arrivo, mentre entro quattro mesi dovrai possedere anche il certificato di permanenza (Anmeldebescheinigung).

È necessario munirsi del numero di previdenza sociale, un codice composto da 4 numeri e dalla data di nascita: questo codice viene apposto sull’e-card, ossia la tessera sanitaria. Ovviamente, non essendo austriaco di nascita, non ne sarai in possesso, ma sarà il datore di lavoro ad occuparsene, una volta che gli avrai riferito ciò.

Ti conviene poi richiedere il documento che attesta la presenza di eventuali condanne passate, sia penai che civili (lo (Strafregisterauszug).

Se poi ti trasferisci in Austria senza essere già in possesso di un lavoro, devi iscriverti all’ufficio di collocamento (AMS), presentando o inviando una copia del modulo U1, per attestare i periodi di occupazione e copertura assicurativa già maturati nell’UE.

Non è invece necessario il permesso di soggiorno, poiché siamo sempre all’interno dell’UE!

Quali lavori cercare? Consigli per andare a vivere in Austria

Ovviamente prima di trasferirsi è necessario cercare un lavoro. Austria e città del Paese hanno sbocchi di lavoro per gli italiani?

Non tutti i settori lavorativi austriaci sono in via di sviluppo o godono di una buona situazione.

Alcuni sono esattamente in declino: un esempio sono il settore forestale o quello minerario. Invece, tra i settori in cui è più facile trovare lavoro subito vi è quello del turismo. Ovviamente per lavorare in questo settore avrai bisogno di un’ottima conoscenza delle lingue straniere, solitamente almeno due.

Tra le zone più turistiche dell’Austria troviamo: la Carinzia, Salisburgo, il Tirolo, la Stiria e ovviamente la capitale, Vienna.

Altri settori in cui i posti di lavoro sono abbastanza sono quelli del marketing, delle vendite e in generale in quelli dei servizi.

Considera che si tratta di uno Stato che offre maggiori possibilità ai laureati che a coloro che propongono manodopera, poichè le scuole professionali del Paese creano molti artigiani ed operai. In ogni caso appoggiati ai motori di ricerca per scoprire le effettive possibilità di lavoro… Meglio non andare senza avere le idee chiare.

Se hai dei soldi da parte, e ti senti di andare all’avventura, sapendo che potresti non trovare subito lavoro puoi farlo, ma pianificare la partenza è certamente importante per il successo!

Naturalmente dovrai imparare il tedesco (e i vari dialetti…) per poter lavorare in questo paese, o quantomeno l’inglese.

Avviare un’attività in Austria

Vuoi avviare un’attività in Austria? I documenti che servono se hai la residenza austriaca da almeno 5 anni vanno reperiti in Austria. In caso contrario dovrai cercare i documenti in italia.

I documenti devono essere datati al massimo 3 mesi ed essere redatti in lingua tedesca. Troviamo tra essi:

  • il casellario giudiziario;
  • il certificato di residenza;
  • il certificato di solvibilità;
  • il passaporto Passaporto.

Per quanto riguarda la tassazione, i contributi sono piuttosto bassi, se sei nuovo imprenditore indipendenti per la prima volta.

Trovare casa in Austria: come fare?

Ovviamente prima di trasferirti ti consiglio di cercare sia un lavoro che una casa, anche temporanee. Ciò ti permetterà di esplorare la zona e capire sia quale lavoro puoi fare, sia in che zona vivere.

Consiglio di cercare l’appartamento su internet, magari su siti come airbnb, prima di arrivare in questo Paese.

Se conosci tante persone, puoi chiedere loro di aiutarti nella ricerca. Se ti trovi già in Austria puoi cercare annunci nei locali, sui giornali, oppure nelle bacheche delle università.

Infine puoi rivolgerti alle agenzie, a cui dovrai dare una giusta provvigione per il lavoro di intermediazione.

Austria

Costo della vita

Il costo della vita in Austria è più alto di quello italiano, dunque il lavoro sarà per te, molto probabilmente, una necessità e un bisogno da realizzare in breve tempo.

Solitamente una persona, vivendo in Austria, in maniera dignitosa spende circa 1400 euro al mese.

La vita costa quindi più dell’Italia ma comunque meno della Svizzera o di altre nazioni del nord Europa. Prima di partire, quindi, assicurati di poter ambire ad un mestiere retribuito adeguatamente agli standard locali e, soprattutto, fai bene i conti sui risparmi di cui disponi.

I pro di una scelta: perchè vivere in Austria?

Perché è una buona scelta trasferirsi in questa nazione? Cosa può offrire? A queste e altre domande rispondiamo schematicamente di seguito:

  • sistema sanitario: uno dei primi motivi per cui reputo l’Austria una nazione all’avanguardia riguarda il sistema sanitario. L’assicurazione sanitaria copre quasi tutto ciò che è necessario nel momento in cui si contrae una patologia o semplicemente si vive un disturbo. Ciò significa che con una semplice firma del tuo medico pagherai quasi a prezzo zero i medicinali necessari o tutto ciò che è importante per la tua riabilitazione;
  • lavoro: ovviamente chi si trasferisce va quasi sempre alla ricerca di una posizione lavorativa migliore, ed effettivamente qui in Austria tutto ciò è possibile. La disoccupazione è molto bassa e gli stranieri riescono a trovare lavoro tanto quanto gli autoctoni. Con una buona dose di impegno non passerà molto tempo prima che tu riesca ad avere un’occupazione;
  • bassa criminalità: ti piacerebbe girare per le città in piena sicurezza? Sì? Allora corri in Austria, dove il tasso di criminalità è davvero molto basso, forse complice la poca popolazione;
  • sport e natura: se ami gli sport di montagna e se ami la natura incontaminata, allora anche in questo caso troverai grande soddisfazione in questo stato. Potrai praticare sci, pattinare sul ghiaccio, fare trekking o scalare le montagne. A te la scelta!
  • la gente: le persone sono socievoli e quando gli austriaci decidono di far festa la fanno per davvero! Fiumi di birra e musica a tutto volume caratterizzano le feste dei più giovani ma anche dei più adulti. Non si capisce il motivo, ma invece c’è poca vita sociale per le persone che hanno già figli.

Ovviamente non è tutto rose e fiori e, nelle prossime pubblicazioni, analizzeremo anche gli aspetti negativi (se ne conosci, eventualmente, segnali!).

Conviene andare a vivere in Austria?

Possono essere molteplici le ragioni che ti spingono in questo Paese. Se ti hanno offerto un lavoro e non hai particolari legami con l’Italia, l’idea può essere allettante: valuta solo quanto verrai pagato e se il salario ti assicurerà un’esistenza serena in terra austriaca.

In caso contrario, prima di partire all’avventura cerca di capire se sei  in possesso dei requisiti che il mercato del lavoro richiede, così da evitare brutte esperienze e delusioni.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO