Aprire un’Attività a Malta: 9 Cose da Sapere

Malta è un autentico paradiso al centro del Mediterraneo, con un clima mite e, cosa che ci interessa principalmente nella guida di oggi, con delle ottime opportunità per chi vuole fare impresa e aprire un’attività a Malta.

Un luogo dove vivere e prosperare, grazie ad una tassazione che, pur non enormemente più bassa rispetto a quella italiana, riesce a lasciarci in tasca somme considerevoli, soprattutto se il nostro business dovesse avere un fatturato importante.

Non è però soltanto una nazione, Malta, dove fare business pagando meno tasse: ci sono tutta una serie di vantaggi che andrò ad analizzare insieme a te nella guida di oggi, una guida pensata per chi vorrebbe trasferirsi a Malta per affari.

Gli specialisti di Affari Miei hanno messo insieme una serie di consigli da seguire prima e dopo il trasferimento.

Se sei davvero interessato alla possibilità di trasferire  la tua impresa, o di scoprire che attività aprire a Malta,  continua a leggere!

A Malta la tassazione è bassissima… per i non residenti

Il primo equivoco dal quale sgombrare il campo è quello che vorrebbe Malta come paradiso fiscale, ovvero come area economica all’interno della quale si può fare business pagando pochissime tasse.

Le imprese gestite e possedute da residenti pagano un aliquota fissa del 35%, quota più alta delle tasse previste in Italia per lo stesso tipo di attività (anche se, come vedremo più avanti, si finisce per pagare meno).

Quando parliamo invece di impresa che è di proprietà di non residenti, viene comunque pagato il 35%, con i 6/7 che vengono però restituiti da Malta. Il che vuol dire che ci troveremo a pagare una cifra che si aggira intorno al 5% di tasse.

Avere impresa a Malta da non residenti sembra molto conveniente, anche se dovremo necessariamente tenere conto del fatto che, nel caso in cui non fossimo residenti sull’isola, dovremmo comunque pagare le imposte sul reddito nel nostro paese di origine, nel caso di noi che scriviamo e probabilmente di te che leggi, l’Italia. La convenienza, a questo punto, si riduce.

Occhio all’esterovestizione

Vale anche la pena di ricordare in questo particolare frangente che non basta aprire un’azienda a Malta per mettersi al riparo dal Fisco Italiano. La residenza deve essere effettiva, e l’azienda che abbiamo aperto deve effettivamente avere sede a Malta, sede dalla quale si gestirà il lavoro e si organizzeranno le produzioni o i servizi offerti al pubblico.

Pena multe salatissime e dovere tutto quanto si sarebbe dovuto al Fisco.

L’economia è dinamica, non solo nel turismo

Detto questo, continuiamo insieme l’analisi. Malta ha un’economia molto dinamica, che molti ignorano possa prescindere dal turismo e dai servizi ad esso collegati.

Chi vuole aprire un’attività a Malta può orientarsi non solo verso ristoranti, hotel, strutture ricettive e più in generale tutto quello che ha a che fare con il turismo. C’è molto, anzi moltissimo da fare sull’isola, anche scegliendo di offrire servizi ai maltesi residenti e non ai turisti.

Malta inoltre, come avremo modo di vedere più avanti, offre la possibilità di avere licenze per business molto lucrativi (pensiamo al gioco d’azzardo, anche online) a costi molto inferiori rispetto a quelli praticati dai paesi dell’Europa continentale.

Potrebbe trattarsi di un’ottima opportunità per chi è alla ricerca di licenze particolari, con idee di business che però devono essere necessariamente articolate in modo strutturato.

La burocrazia è (più) semplice di quella italiana

Ottima anche la burocrazia che si trova ad operare a Malta. Aprire una società di capitali ha costi molto bassi, tempi brevi ed è possibile operare in pochissimi giorni dalla richiesta.

La burocrazia è comunque più snella a qualunque tipo di livello. Se sei abituato ormai alle lungaggini dell’avere un’azienda in Italia, alle interminabili visite agli uffici, all’Agenzia delle Entrate e così via, puoi scordarti tutto questo.

Il sistema maltese è molto agile e ti permetterà di concentrarti esclusivamente sulla crescita del tuo business e sull’amministrazione dello stesso.

Aprire una società è molto facile

Aprire una società a Malta è facile. Possiamo o rivolgerci ad aziende di servizi specializzate, che vendono pacchetti “chiavi in mano”, oppure procedere anche per conto nostro, a patto di trovarci però sull’isola, dato che non si tratta di procedure che possono essere svolte in remoto.

Per aprire una società a Malta avremo bisogno di:

  1. richiedere il numero di social security, una sorta di codice fiscale che serve per avere un qualunque tipo di rapporto economico con le strutture amministrative del paese;
  2. richiedere il numero di income tax, che serve per identificarci nei rapporti con il fisco;
  3. richiedere la partita IVA;
  4. richiedere nel caso in cui fosse necessaria, la licenza per operare nel nostro settore di riferimento.

La scelta migliore per compiere questo tipo di operazioni è sicuramente quella di farsi assistere da un commercialista in loco, esperto delle procedure e che possa rendere il tutto più rapido.

Fare da soli va altrettanto bene, anche se dovremo essere necessariamente sull’isola e avere tempo a disposizione.

Occhio, i costi di gestione non sono bassissimi

Malta attrae moltissimi business di medie e grandi dimensioni, mentre le start-up e le aziende di piccole dimensioni preferiscono spesso recarsi altrove, a sfruttare altri tipi di vantaggi.

Questo non vuol dire ovviamente che dovrai rinunciare al tuo sogno di trasferirti a Malta, ma piuttosto che dovrai tenere conto di costi di gestione non esattamente bassi.

A Malta è necessario pagare tasse che da residenti sono non bassissime, pagare il commercialista, pagare tasse annuali e imposte di registro.

Se stai guardando a Malta perché più conveniente rispetto all’Italia, faresti bene a ricordarti che non sempre questa equazione è vera, soprattutto per i business molto piccoli che in Italia possono godere di diversi vantaggi di carattere fiscale.

Malta è il luogo ideale per chi lavora sul web (forse)

Malta è diventata estremamente popolare tra coloro i quali riescono a guadagnarsi la proverbiale pagnotta lavorando sul web.

I motivi sono presto detti: l’isola offre un’ottima connettività (grazie agli investimenti effettuati nel paese che hanno favorito la banda larga), buone possibilità di interazioni con le aziende del luogo e soprattutto un sistema di tassazione che se non basso è comunque vantaggioso e pratico.

L’isola è il luogo ideale inoltre, come abbiamo detto poco sopra, per attività praticamente impossibili da gestire in Italia o negli altri paesi dell’Europa continentale: parliamo principalmente di scommesse e di gioco d’azzardo, attività che possono essere spostate a Malta molto facilmente, e che possono godere in quei asi di tassazioni effettivamente molto più basse di quella italiana per il caso specifico.

Anche i costi di licenza, rispetto a quelli che vengono praticati in Italia o comunque in Europa sono molto, molto più bassi.

Chi ha in mente di organizzare un business del genere, dovrebbe sicuramente guardare a Malta con enorme fiducia.

Il paese è molto vicino all’Italia, quindi…

Lo Stato maltese è un paese storicamente e geograficamente molto vicino all’Italia. Pensare di arrivare nel 2017 a vendere “prodotti italiani”, magari alimentari, vuol dire non aver capito nulla o quasi di cosa possiamo trovare sull’isola e del suo livello di interazione con l’Italia.

A Malta i consumi di prodotti italiani sono (per questioni geografiche e culturali) già altissimi e pensare di sbarcare il lunario portando qualche formaggetta non è esattamente una buona idea.

Diverso il discorso ovviamente per chi vorrebbe organizzare business basati sul made in Italy, ma più specifici e innovativi. In quel caso si possono sicuramente portare a casa degli ottimi margini e si può creare un giro di affari importante.

Pensare soprattutto ai maltesi

Vale inoltre la pena di ricordare che un business che non tenga conto delle esigenze, delle aspirazioni e dei desideri dei maltesi è sempre o quasi destinato a fallire.

Questo perché per quanto lunga possa essere la stagione turistica di Malta, non può supportare un business nato da poco, a meno che non sia estremamente innovativo e di successo.

Scegliere una tipologia di attività che sia gradita anche dai maltesi (ma anche soltanto dai maltesi andrebbe benissimo) vuol dire gestire un business molto più sicuro, che ci permetterà un’evoluzione molto più solida e importante.

La tassazione sui redditi personali è effettivamente bassa

Per chi vuole effettivamente trasferirsi a Malta per pagare meno tasse, la buona notizia arriva dalle aliquote da pagare sui redditi personali.

Sono le seguenti, e chi è abituato a pagare le tasse in Italia si accorgerà sicuramente dei vantaggi che si possono portare a casa muovendo il centro dei propri affari a Malta per l’appunto:

  • non si pagano tasse fino a 9.100 euro di reddito dichiarato;
  • 15% invece fino a 14.500 euro di reddito dichiarato;
  • 25% di tasse su chi guadagna fino a 60.000 euro;
  • 35% di tasse per chi guadagna sopra ai 60.000 euro.

L’imposizione fiscale si fa estremamente più vantaggiosa a Malta per chi guadagna cifre relativamente alte, dato anche il fatto che il regime delle deduzioni e delle detrazioni maltese è molto più “accomodante”, ovvero permette di scaricare spese che in Italia non potremmo scaricare.

Il vantaggio fiscale sicuramente c’è, ma prima di fare le valigie, spendi qualche minuto per leggere le nostre conclusioni.

 

Conclusioni: non ci si può muovere solo per le tasse, Malta deve piacere

Stai pensando di aprire la tua attività a Malta? Benissimo, ma prima di farlo lascia da parte per qualche minuto le tabelle che ti abbiamo presentato nel corso della guida di oggi, per quanto possano essere invitanti i risparmi fiscali che potremmo conseguire una volta raggiunta Malta.

Malta, come ogni posto dove potremmo spostarci per vivere, deve piacerci, il che vuol dire che sarebbe forse il caso di spendere qualche tempo sull’isola, non da turista possibilmente, prima di pensare di potersi spostare.

Su Affari Miei sito troverai altre guide dettagliate sulla vita a Malta, che potranno aiutarti a compiere i primi passi.

In tutti gli altri casi, non esitare a contattarci. La ricerca del proprio posto nel mondo non è facile, ma se fatta nel modo giusto può davvero cambiare in meglio la nostra vita.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO