Polizza Smart Capital di Alleanza Assicurazioni: la Recensione Completa!

Su Affari Miei trovi ogni settimana contenuti aggiornati sui principali prodotti assicurativi, di investimento e di risparmio. Le mie recensioni sono mirate a guidarti nella scelta degli strumenti migliori per gestire il tuo denaro.

Oggi vedremo insieme il prodotto Smart Capital che Alleanza Assicurazioni annovera tra le proposte di investimento assicurativo, presentando il prodotto come un “piano di risparmio rivolto a clienti con propensione al rischio medio/basso nel breve-medio periodo”, a cui è associata anche la copertura per il caso di decesso, più altre  opzionali che approfondiremo.

Se vuoi maggiori informazioni che vadano oltre la copertina con la quale Alleanza presenta il prodotto, allora seguimi nella lettura dell’articolo.

Oltre ad analizzare gli aspetti vantaggiosi e quelli svantaggiosi, ti darò la mia opinione di esperto in materia, cercando di fornirti tutti gli elementi utili per aiutarti a farti la tua idea. Ricorda che una valutazione obiettiva è possibile solo a partire da una corretta informazione.

Buona lettura!

Parliamo brevemente di Alleanza…

Alleanza Assicurazioni S.p.A. è parte del Gruppo Generali, nato a Trieste nel 1831, diventato nel tempo una delle maggiori realtà assicurative e finanziarie del nostro paese, vanta grande presenza anche in Europa soprattutto nel ramo vita.

Gli ottimi risultati raggiunti dalla Compagnia sono la conseguenza di strategie vincenti in termini di redditività, unite ad una consolidata solidità patrimoniale e finanziaria.

Vediamo allora quali garanzie ci offre.

Video Corso Gratuito per Investire

I tuoi risparmi sono in pericolo, impara ad investirli senza farti fregare.

Acchiappa questo un bonus di benvenuto che ti aiuterà a salvare il tuo denaro!

 

Smart Capital è uno strumento sicuro?

Per capire se una polizza è sicura per i tuoi risparmi devi considerare com’è strutturato e gestito il piano degli investimenti.

Smart Capital funziona con il pagamento di una prestazione in denaro da parte dell’Assicurato, il cui rendimento è collegato in parte ai risultati di una Gestione separata ed in parte all’andamento del valore delle quote di determinati OICR (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio):

  • Con la Gestione separata ci si riferisce a un tipo di fondi creati dalle compagnie per gestire i premi derivanti dalle polizze, limitando al minimo i rischi e le perdite; il patrimonio dei fondi è infatti tenuto separato rispetto al complesso delle altre attività delle stesse imprese; i rendimenti ottenuti dalla Gestione permettono la rivalutazione annua del capitale versato.
  • Invece, gli OICR sono Organismi (come i Fondi Comuni di Investimento e le SICAV) che raccolgono e gestiscono in autonomia il patrimonio collettivo raccolto da una pluralità di investitori tramite l’emissione e l’offerta di quote o azioni poi investiti in strumenti finanziari di varia natura.

In pratica, il contratto si comporta come una polizza Multiramo che prevede una parte di investimento a capitale garantito e una parte che invece è dipendente dalle oscillazioni di prezzo degli strumenti finanziari interessati.

In altre parole, questo contratto comporta rischi finanziari per il Contraente, riconducibili all’andamento del valore delle quote di OICR (questo perchè la gestione separata in sè è invece sicura per l’investitore).

Caratteristiche del prodotto

Passiamo ora ad analizzare nel dettaglio Smart Capital di Alleanza. Si tratta di un contratto di assicurazione a vita intera, a premi ricorrenti con versamento unico iniziale, e con capitale in parte rivalutabile e in parte direttamente collegato a OICR esterni.

Durata

Il contratto non ha una data di scadenza, si estingue con il decesso dell’assicurato – per questo è detto a vita intera – oppure in caso di riscatto totale.

Pagamento dei premi

La durata del piano di versamento dei premi può essere di 5 o 10 anniI premi si versano mensilmente con importo pari ad un minimo di 150 € fino ad un massimo di 1.000 €.

Il contratto prevede un versamento unico di apertura al momento della sottoscrizione, l’importo varia in base alla somma pattuita per i versamenti mensili:

  • mensilità sotto i 200 € = versamento di apertura di 1.000 €;
  • mensilità fino a 400 € = versamento di 2.000 €;
  • mensilità sopra i 400 € = versamento di 3.000 €.

Al trascorrere di ogni annualità è possibile richiedere di aumentare o diminuire l’importo del premio ricorrente, starà poi alla Società la libertà di accettare o meno la richiesta. Oltre a ciò, si possono anche effettuare i versamenti aggiuntivi di importo minimo pari a 1.000 €, per ogni annualità l’importo massimo non potrà superare i 6.000 €.

Prestazione assicurativa

Abbiamo visto che la polizza copre l’Assicurato per il caso morte: la Società liquida ai Beneficiari designati un capitale pari alla somma del valore della parte di premio investita nella Gestione Separata rivalutata fino alla data del decesso, più il valore della parte espressa in quote di OICR aumentata dello 0,5%.

Al momento della sottoscrizione del contratto puoi integrare le coperture facoltative:

  • In caso di lesioni conseguenti ad infortunio verrà liquidata all’Assicurato una percentuale del capitale indicato in Polizza.
  • In caso di lesioni da infortunio con conseguente decesso, l’Impresa si impegna a pagare ai Beneficiari l’intero capitale assicurato.

Nelle modalità e nei casi previsti dal regolamento, che dovrai leggere!

Le coperture complementari scadono automaticamente al termine del piano di versamento dei premi o in caso di interruzione dei pagamenti, la parte di premio utilizzata per la copertura rimarrà alla Società. Va precisato che la presenza delle coperture facoltative comporta una diminuzione del premio.

Piano dell’investimento

I premi versati sono divisi al 50% tra la Gestione Separata Fondo Euro San Giorgio e l’acquisto di quote di un singolo OICR a tua scelta fra 3 Fondi disponibili.

Il Fondo Euro San Giorgio persegue una strategia prudenziale, orientata verso titoli mobiliari di tipo obbligazionario; l’obiettivo è di massimizzare il rendimento mantenendo costantemente un basso livello di rischiosità e perseguendo la stabilità dei rendimenti nel corso del tempo. Il contratto prevede la rivalutazione annuale delle prestazioni, perciò il capitale è garantito.

I Fondi OICR a scelta del contraente sono illustrati nella Nota informativa del prodotto scaricabile dal sito di Alleanza.

Abbiamo già visto che per le prestazioni espresse in quote di OICR l’Impresa non offre alcuna garanzia di restituzione dei premi investiti o di rendimento minimo. La gestione dei Fondi è effettuata da Generali Investments Europe S.p.A. Società di gestione del risparmio. In pratica, per la gestione dei tuoi soldi pagherai sia la Società assicuratrice sia la Società di gestione.

È possibile modificare l’indirizzo del proprio investimento?

Sì, è possibile, purché sia trascorso almeno un anno dalla decorrenza del contratto. Lo switch è un’opzione che permette di chiedere di passare ad un altro Fondo OICR diverso da quello scelto in origine.

E se tu volessi sospendere i pagamenti?

La Società ha già previsto che tu possa interrompere il piano dei versamenti e, in effetti, è facile che venga a crearsi questa necessità – i soldi possono finire ben prima del termine stabilito.  

L’interruzione produce effetti negativi per te. Se non è passata nemmeno un’annualità, il contratto si scioglie automaticamente e i premi già versati vanno perduti.

Se invece, la richiesta di sospensione avviene dopo almeno un anno dalla decorrenza del contratto allora una parte del risparmio accantonato viene recuperata.

È comunque possibile riattivare il contratto con il pagamento dei premi arretrati aumentati degli interessi, entro dodici mesi dalla scadenza della prima rata non pagata.

La riattivazione del contratto ripristina il capitale in Gestione separata, il numero di quote e le prestazioni assicurative opzionali, se presenti.

Nella seguente tabella puoi vedere come l’interruzione del piano dei versamenti comporti l’applicazione di una penale che riduce il capitale in funzione degli anni mancanti al termine del piano di investimento alla data di interruzione dei versamenti:

Costi

L’Impresa, al fine di svolgere l’attività di collocamento e di gestione dei contratti e di incasso dei premi, preleva dei costi. Considera che tu non paghi solo Alleanza, ma paghi anche la Società che ha in gestione i Fondi legati al contratto, come anticipato.

I costi gravanti sui premi e quelli prelevati dagli OICR riducono l’ammontare delle prestazioni, e per questo motivo è importante non trascurare mai la voce dei costi!

Per avere un’indicazione complessiva di quanto si riduce ogni anno, per effetto dei costi, il tasso di rendimento del contratto è utile far riferimento all’indicatore del Costo percentuale medio annuo, CPMA.

Il CPMA è calcolato con riferimento solo al premio della prestazione principale perciò è un parametro puramente indicativo, ad esempio in caso di riscatto nei primi anni contrattuali il CPMA può risultare significativamente superiore rispetto a quello riportato in tabella relativo ai 5 anni.

Esattamente, questi costi dove sono applicati?

Il primo è il caricamento percentuale che si applica ad ogni premio versato, in pratica  si “mangia” il 5% della somma. Si applicano inoltre dei costi per le coperture complementari facoltative, che puoi decidere di stipulare per ottenere più sicurezza per te e la tua famiglia; tali coperture hanno durata pari alla durata del piano di risparmio.

Ecco una schermata tratta dal foglio illustrativo.

Il 40% dei costi sulle coperture complementari è da intendersi come parte del costo per la copertura complementare scelta al momento della sottoscrizione. Il costo della copertura complementare è esposto in nei documenti della Polizza nella home page o la si può richiedere al consulente Alleanza.

Vanno tolte anche le spese fisse per l’amministrazione del contratto pari a 60 € all’anno, prelevati dalla prestazione investita in Gestione separata.

Ulteriori costi gravano direttamente sugli investimenti:

  • Costo applicato mediante prelievo sul rendimento lordo della Gestione separata;
  • Costi gravanti sull’OICR esterno che comprendono una commissione di gestione, una commissione di performance, altre spese di amministrazione e custodia delle attività dei Fondi.

Per la componente in OICR è dovuta l’imposta di bollo, da calcolarsi annualmente e da versarsi al momento della liquidazione.

Riscatto anticipato totale e parziale

Il riscatto totale è per contratto il modo in cui puoi ottenere i tuoi soldi senza dover aspettare di passare a miglior vita. Tuttavia, lo scadere della durata del piano di versamento dei premi (di 5 o 10 anni) sancisce il momento a partire dal quale hai diritto di riscattare il contratto senza pagare alcuna penalità e senza costi.

Invece, nel caso di riscatto anticipato le conseguenze possono essere negative, specialmente con riferimento alla parte di premio investita in OICR e per i caricamenti applicati regolarmente.

Si può riscattare anticipatamente già dopo dodici mesi. Il valore del riscatto è calcolato applicando al valore del contratto una percentuale di riduzione pari a:

  • 3,5% moltiplicato per gli anni mancanti al termine del piano dei versamenti, qualora sia stata versata la sola prima annualità di premio;
  • 3% moltiplicato per gli anni mancanti, qualora siano state versate due annualità di premio;
  • 2% moltiplicato per gli anni mancanti, qualora siano state versate tre annualità di premio;

E così via. Il riscatto totale anticipato pone comunque fine al contratto.

Invece, a seguito dell’operazione di riscatto parziale, il contratto rimane in vigore e i corrispondenti valori contrattuali sono ricalcolati proporzionalmente. È ammesso un solo riscatto parziale all’anno.

Agevolazioni fiscali

Il mito dei vantaggi fiscali fa gola a molti ma, secondo me, da solo non costituisce un motivo valido per sottoscrivere il contratto.

La parte di premio relativa al rischio morte dà diritto ad una detrazione di imposta sul reddito pari al 19%, a condizione che la durata del contratto sia di almeno 5 anni.

Inoltre, le somme corrisposte dalla società ai beneficiari dell’Assicurato in caso di decesso, sono esenti sia dalle imposte di successione sia, per la quota relativa al rischio demografico, dall’Irpef.

Le somme dovute dall’Impresa non sono pignorabili né sequestrabili. Se quello che veramente ti interessa è questo aspetto della polizza, sappi che una semplice assicurazione per il rischio morte o contro gli infortuni ti dà gli stessi vantaggi.

Opinioni di Affari Miei

Sarò breve e diretto: quando si tratta di gestire i miei soldi io non uso strumenti ibridi e preconfezionati come questo, che si tratti di risparmiare o di investire o di proteggermi dai rischi.

Se un contratto è ricco di artifici finanziari e pretende di esaudire bisogni anche opposti tra loro è proprio il caso di mettere le mani avanti: in genere gli strumenti complessi nascono per soddisfare le esigenze dei grandi gruppi bancari e assicurativi e non le tue, di piccolo risparmiatore.

Qualunque siano le tue necessità, mescolarle non è quasi mai una buona idea. Vuoi sicurezza o vuoi crescita? Vuoi assicurarti o vuoi investire? Vuoi un capitale di protezione per dopo la tua dipartita o vuoi usare i tuoi risparmi in vita per i tuoi progetti?

Ciò che penso sia davvero importante è quello di avere idee chiare e mirate.

Fatte queste premesse, vediamo quale tipo di risparmiatore può permettersi, senza pentirsi, di stipulare la polizza in questione.

In questo video approfondisco in modo mirato la mia opinione.

 

Adesso cerchiamo di capire se e quando fa al caso tuo questo genere di prodotto: ricordati che, anche se forse potresti pensare di poter optare per questa soluzione, sono sicuro che esistono strade più remunerative per raggiungere gli stessi risultati, se non risultati migliori!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


Quando stipulare una polizza Smart Capital

Alcune persone sono convinte di poter trarre beneficio dal risparmio gestito per il fatto che non vogliono o pensano di non essere in grado di occuparsi direttamente dei loro soldi. Preferiscono delegare per anni a uno o più organismi il compito di gestire i loro interessi, pazienza se in cambio si pagano dei costi di gestione indecenti.

Gli stessi risparmiatori trovano funzionale un prodotto che promette di soddisfare, in un unico contratto, tutte le loro esigenze: un piano di accumulo, un piano di investimento, una o più coperture assicurative.

Il cliente ideale è una persona che non ha intenzione di impegnarsi e di preoccuparsi direttamente dei suoi soldi, preferisce soluzioni facili e già impacchettate, senza nulla da ridire, ognuno ha le sue priorità.

Se l’impegno vincolante a versare dei pagamenti per un orizzonte lungo non ti turba, se i soldi che investi non sono tutti i risparmi di cui disponi e se ti puoi permettere di correre rischi più alti nell’ottica di raggiungere, sul lungo periodo, delle performance interessanti che vadano a colmare le spese sostenute, allora il prodotto può anche essere di tuo interesse.

Quando lasciar perdere

Se non corrispondi al profilo descritto nel paragrafo sopra ti sconsiglio caldamente di affidarti a Smart Capital o altro prodotto simile.

Il problema principale di questa tipologia di polizza sono i costi. Avere una doppia intermediazione – la filiera è composta dalla Compagnia di Assicurazione (venditore) e dalla Società di Gestione del Risparmio (che crea il fondo) – comporta una serie di commissioni di gestione non accettabili se consideri che puoi risparmiare e investire con uguali o migliori profitti ma a costi inferiori, semplicemente cambiando strumenti.

È vero che il prodotto offre diverse prestazioni assicurative interessanti, ma a te interessano? Se ti interessa investire i tuoi soldi, questi optional a cosa ti servono?

Se cerchi proprio una copertura, ti suggerisco di valutare una semplice TCM (polizza temporanea caso morte). 

In ogni caso, per chiarirti le idee in modo valido e preciso, ti propongo di leggere questi altri articoli.

Conclusioni

In questo articolo ho analizzato il piano di investimento assicurativo Smart Capital di Alleanza Assicurazioni: alla luce di quanto detto hai  tutti gli elementi per valutare il prodotto e decidere in conseguenza.

Nelle tante risorse che ti ho linkato troverai gli approfondimenti che ti saranno utilissimi per ampliare le tue conoscenze in fatto di prodotti finanziari.

A presto, con Affari Miei!


Segui i miei consigli per investire come un fuoriclasse

>> Acquista il Corso in Offerta <<


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

4 COMMENTI

  1. Ciao Davide
    Grazie dell’articolo
    Avrei una curiosità da chiedere
    Quando scrivi “costi per le coperture complementari facoltative pari al 40% del premio della relativa copertura.”
    Qual è il premio della relativa copertura?
    A cosa va applicato quel 40%?
    Grazie

  2. Ciao
    Si anche per me non sono il massimo…
    Rimane il fatto che non si riesce a capire quale sia il costo assicurativo al quale applicare il 40%…mi sembra di capire questo…vero?

    • No, Iacopo: il caricamento del 40% vale sulle coperture aggiuntive, per capirci, non sugli investimenti. Da quello che capisco io, sono comunque quotate a parte e non sono il core del prodotto che è pensato per gli investimenti.

Rispondi a Iacopo Cancella la risposta


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei