Quanto Guadagna uno Psichiatra? Guida alla Retribuzione in Ambito di Igiene Mentale

La professione dello psichiatra rientra nella categoria dei medici, di conseguenza ci si aspetta che, chi fa questo lavoro, guadagna degli stipendi consistenti. Ma è veramente così? Quanto guadagna uno psichiatra? Quali sono i fattori che ne influenzano lo stipendio?

Oggi vedremo insieme quanto percepisce questo specialista, mettendo da parte le voci di corridoio e avvalendoci solo dei dati ufficiali, anche se, come accade per qualsiasi altra professione, anche nel caso dello psichiatra è difficile stabilire quale sia lo stipendio.

Quindi, se anche tu stai cercando una risposta alle domande che ci siamo posti sopra, questo è l’articolo in cui troverai quello che stai cercando!

Lo psichiatra è un medico specializzato

Prima di occuparci di quanto guadagna al mese uno psichiatra, è il caso di focalizzarci sul suo percorso formativo che è senza ombra di dubbio lungo ed impegnativo.

Infatti, lo psichiatra non è nient’altro che un medico specializzato e, come tale, deve seguire il percorso universitario che prevede il conseguimento di laurea presso la facoltà di Medicina e Chirurgia che ha la durata di 6 anni e che prevede un test d’ingresso molto difficile, ma non impossibile, da superare.

Quindi, il primo ostacolo da superare per il futuro psichiatra è il famigerato test di Medicina, che verte su diverse materie, tra cui:

  • Logica;
  • Cultura generale;
  • Matematica;
  • Fisica;
  • Biologia;
  • Chimica.

Dopo aver superato il test allora si può iniziare l’università che continua a metterci alla prova con esami e tirocini. Terminato il percorso di sei anni, per diventare psichiatra devi iscriverti alla scuola di specializzazione che più preferisci, ovviamente, inerente al settore di psichiatria.

Quali sono le specializzazioni di psichiatria?

Non esiste una sola specializzazione per poter diventare a tutti gli effetti uno psichiatra, ma ce ne sono diverse e tra le più comuni ricordiamo soprattutto le seguenti:

  • Neuropsichiatria, il ramo che si focalizza sulle patologie del sistema nervoso;
  • Psichiatria delle dipendenze;
  • Psichiatria geriatrica;
  • Neuropsichiatria adolescenziale;
  • Neuropsichiatria infantile;
  • Psichiatria forense;
  • Psichiatria d’emergenza.

Come puoi notare si tratta di tante discipline diverse tra loro e, di conseguenza, lo stipendio percepito come psichiatra dipende anche dal tipo di settore in cui andiamo a lavorare, ma ci occupiamo dei fattori che influenzano il guadagno nel paragrafo successivo.

Cosa influenza lo stipendio?

Quindi, come abbiamo detto nel paragrafo precedente, il guadagno di un medico psichiatra può dipendere prima di tutto dal settore in cui esercita la sua professione.

Possono però subentrare tanti altri fattori ad influenzare il suo stipendio finale, ad esempio la posizione che ricopre, oppure se lavora all’interno di una struttura pubblica o privata, ma anche in base alla zona in cui si trova lo studio, oppure in base al tipo di clientela e così via.

Inoltre ricorda di non confondere la professione dello psichiatra con quella dello psicologo. Si tratta infatti di due professioni che vengono spesso erroneamente confuse tra loro ma sono molto differenti.

Lo psichiatra è quella figura professionale che lavora nel settore delle patologie mentali più gravi e ha la possibilità di prescrivere i farmaci. Lo psicologo, invece, svolge un lavoro che si incentra per lo più sul dialogo e su un percorso diverso rispetto a quello che i pazienti seguono con lo psichiatra.

Quanto guadagna uno psichiatra?

Arriviamo adesso al punto centrale del nostro articolo. Così come accade per qualsiasi altro tipo di professione, anche in questo caso è impossibile determinare lo stipendio fisso di questa figura professionale.

Tuttavia, considerando i fattori di cui ti ho parlato nel corso dell’articolo, possiamo affermare che lo stipendio dello psichiatra non è affatto basso, anche perché si tratta pur sempre di un medico specialista e, come tale, lo stipendio è più che dignitoso.

In linea di massima possiamo dire che lo stipendio medio di uno psichiatra si aggira attorno ai 3000 euro al mese, una cifra che può aumentare e diminuire anche in base alla fama e alla bravura dello stesso specialista.

In pratica, anche se, per diventare psichiatra, si deve seguire necessariamente un percorso di studi lungo e tortuoso, alla fine, una volta che inizia ad esercitare la professione, tutti gli sforzi dello specialista vengono sicuramente ricompensati.

L’esperienza è tutto

Come per la maggior parte delle carriere lavorative, anche nel caso dello psichiatra, prima di iniziare a guadagnare delle somme di denaro dignitose, lo specialista deve fare una certa esperienza nel settore, affinando tutte le sue conoscenze e le sue capacità.

Solo con la giusta esperienza, infatti, lo psichiatra avrà l’opportunità di farsi conoscere dai possibili clienti, ma anche dagli altri colleghi, aumentando la sua fama e, quindi, avendo maggiori possibilità di incrementare anche i suoi guadagni.

Questo è anche uno dei motivi principali per cui, frequentando l’università di Medicina e Chirurgia, ad un certo punto del percorso, gli studenti devono svolgere un determinato periodo di tirocinio in cui possono lavorare direttamente sul campo.

Se vuoi approfondire le modalità con cui diventare psichiatra, leggi la mia guida dedicata. Buona fortuna!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei