Quanto Guadagna un Vigile Urbano? Prospettive di Carriera nella Polizia Municipale

Al contrario di come molti pensano, il vigile urbano non guadagna delle cifre esorbitanti ma possiede comunque un lavoro statale che non va assolutamente sottovalutato, soprattutto in tempi in cui il raggiungimento della pensione non è assolutamente una certezza.

Ma quanto guadagna un vigile urbano? Quali sono i fattori che influenzano lo stipendio del vigile urbano? Quanto contano i corsi per fare il vigile urbano?

Se anche tu ti sei posto tutte queste domande allora sei nel posto giusto perché in questo articolo mi occuperò proprio del suo guadagno, focalizzandomi su tutti i fattori che determinano il suo stipendio mensile.

Vediamo quindi di cosa si tratta!

Quanto guadagna il personale che lavora nella Polizia Municipale?

Come ho già detto nella breve introduzione del mio articolo, dimentica che il vigile urbano, o poliziotto municipale, percepisce uno stipendio molto elevato.

Infatti questi prendono solitamente uno stipendio mensile che non supera i 1300 euro. Una cifra che, soprattutto negli ultimi tempi, non permette a molte famiglie di arrivare a fine mese, anche se ci sono figure professionali che se la passano peggio dei vigili urbani.

In questo senso, il lavoro del vigile è letteralmente sottopagato, soprattutto se pensiamo a tutte le responsabilità che questo deve assumersi. Tuttavia non si tratta di uno stipendio fisso.

Andiamo a vedere più avanti come funziona e da cosa può essere influenzato il guadagno del vigile urbano.

Lo stipendio del vigile urbano non è fisso

Per capire bene in che modo può variare il guadagno mensile del vigile urbano abbiamo fatto un’accurata ricerca sul web e abbiamo scoperto che, un vigile urbano che ha 15 anni di servizio, può guadagnare uno stipendio che si aggira attorno ai 1450 euro. 

Lo stipendio diminuisce se diminuisce anche l’esperienza. Infatti, prendendo in esame lo stipendio di un vigile urbano che lavora da soli 4 anni abbiamo scoperto che guadagna circa 1300 euro al mese. 

Da ciò possiamo intuire che, così come accade per la maggior parte dei settori lavorativi, maggiore è l’esperienza, maggiore sarà anche lo stipendio del lavoratore.

Questi due professionisti si differenziano infatti solo per gli anni di servizio, per il resto svolgono esattamente le stesse mansioni, ossia:

  • Operano su strada ogni giorno;
  • Sono di servizio anche nei giorni festivi;
  • Sono di servizio anche nei serali e nei notturni.

E se lavora in ufficio?

Non tutti i vigili urbani, però, lavorano in strada e svolgono le mansioni di cui abbiamo parlato sopra. Molti di essi, infatti, devono fare il proprio lavoro rimanendo in ufficio e, ovviamente, anche lo stipendio subisce delle modifiche.

Nel caso di chi opera in ufficio, infatti, lo stipendio diminuisce. Per scoprire esattamente qual è il guadagno di colui che lavora in ufficio ho messo a confronto due di queste figure lavorative con un’esperienza diversa.

Ad esempio, un vigile urbano che ha alle spalle 30 anni di carriera, percepisce uno stipendio medio di circa 1300 euro. Invece, un vigile urbano con appena 8 anni di servizio guadagna circa 1200 euro al mese.

Quanto guadagna un vigile con contratto di tipo C?

Un agente di polizia municipale con contratto di tipo C, però, ha diritto a diversi benefit e tra questi ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • La tredicesima mensilità;
  • L’indennità di circa 780 euro annui lordi o di 1100 euro annui lordi da ripartire per 12 mesi nel caso in cui si tratta di un vigile che possiede requisiti ben precisi o se deve svolgere funzioni particolari;
  • L’assegno per il nucleo familiare, qualora fosse necessario;
  • Il trattamento economico annuo lordo è di circa 190000 euro;
  • L’indennità di comparto di 550 euro circa;
  • L’indennità di vacanza contrattuale che ammonta attorno ai 12 euro al mese.

Non si può diventare vigile urbano senza superare il concorso

Ovviamente, così come accade per tantissime altre posizioni pubbliche, anche quella del vigile urbano è regolamentata da un apposito concorso pubblico e, per parteciparvi, bisogna possedere dei requisiti ben precisi.

I requisiti necessari per partecipare a questo concorso li puoi trovare direttamente sul sito della Gazzetta Ufficiale e, tra i più importanti, ricordiamo soprattutto quelli citati in seguito:

  • Il candidato deve avere un’età maggiore ai 18 anni;
  • Deve godere dei diritti civili e politici;
  • Deve avere la fedina penale pulita, ossia non deve aver riportato nessun tipo di condanne penali nel corso della sua vita;
  • Il candidato non deve essere stato destituito da un altro impiego presso la Pubblica Amministrazione;
  • Il candidato deve essere in possesso della cittadinanza italiana;
  • Il diploma;
  • Il candidato deve conoscere almeno una lingua straniera, di solito il francese o l’inglese;
  • Deve essere in possesso dei requisiti psico-fisici;
  • Deve avere l’idoneità fisica all’impiego che andrà a svolgere.

Inoltre, per superare questo concorso pubblico, si consiglia di acquistare gli appositi libri che comprendono tutte le materie sulle quali verteranno le domande e tra le più comuni abbiamo:

  • Diritto e procedura penale;
  • Diritto amministrativo;
  • Tutela della privacy;
  • Codice della strada;
  • Legislazione urbanistica edilizia;
  • Diritto costituzionale;
  • Legislazione degli enti locali;
  • Legislazione commerciale;
  • Ordinamento e funzioni della Polizia locale;
  • Testo unico ambientale e gestione dei rifiuti.

Lavorare nelle forze dell’ordine: altre risorse utili

Ecci, infine, altri articoli da leggere se vuoi sapere come entrare a far parte di un corpo militare e delle forze dell’ordine diverso da quseto:

In bocca al lupo per la tua carriera!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO