Quanto Guadagna un Postino? Guida alle Prospettive di Guadagno

Il lavoro del postino è uno dei più ambiti, soprattutto se si tratta di lavorare per un ente pubblico come Poste Italiane. Ma quanto guadagna un postino? Vale la pena fare questo lavoro oppure no?

In questo articolo cercheremo di rispondere a questa domanda, purtroppo stabilire qual è lo stipendio fisso non è un’impresa molto semplice in quanto il salario finale, come accade per qualsiasi altra professione, può essere influenzato da diversi fattori, ma noi non ci faremo fermare!

Se anche tu vuoi sapere qualcosa in più sul lavoro del postino, soprattutto sul suo guadagno, facendo anche un confronto tra le varie agenzie, allora ne vedrai delle belle!

Quali sono i requisiti necessari per fare il postino in Poste Italiane?

Così come accade per qualsiasi altro settore lavorativo, anche per fare il postino, ad esempio nelle Poste Italiane, ma in genere anche per le altre compagnie, devi essere in possesso di requisiti ben precisi.

Prima di tutto devi essere in possesso di un diploma di scuola media superiore con un voto che non sia inferiore a 70. In secondo luogo ti servirà una laurea triennale con voto minimo 103.

Ovviamente, per spostarti con i mezzi che Poste Italiane mette a tua disposizione, devi essere in possesso di una patente di guida valida. Di solito mettono nelle mani dei postini un motorino con cilindrata 125.

Per assicurarsi che sei in grado di guidare il mezzo verrai sottoposto ad una prova pratica in cui il motorino sarà pieno di posta e, se non superi questa prova, non potrai essere assunto.

Infine, l’ultimo requisito necessario per entrare a lavorare nelle Poste Italiane è il certificato medico di idoneità generica al lavoro che ti verrà rilasciato dalla ASL o anche dal tuo medico curante.

Se sei in possesso di tutti questi requisiti e vuoi iniziare la tua carriera da postino allora non ti resta altro che cercare le posizioni aperte nella tua zona. Andiamo quindi a vedere quale sarebbe il tuo guadagno medio, sia che decidi di lavorare per le Poste Italiane, sia per un’agenzia privata.

Quanto guadagna un postino in Poste Italiane?

Facendo una breve ricerca su internet sul lavoro del postino ho trovato moltissime opinioni positive, non solo per quanto riguarda il guadagno ma anche per il livello di gratificazione che dà questo tipo di professione, ma parleremo di questo più avanti.

In linea di massima il postino deve rispettare un orario che va dalle 7:30 circa all’13:30, al limite questo orario può spostarsi di mezz’ora, andando così dalle 8:00 alle 14:00 ma le ore totali saranno comunque sei al giorno.

Lo stipendio medio del postino, di solito, è di circa 1100 euro al mese e può arrivare ad un massimo di 1250 euro. Lo stipendio che puoi percepire facendo il postino per Poste Italiane dipende da diversi fattori, soprattutto per quanto riguarda il tipo di contratto che ti viene stipulato.

Quanto guadagna un postino per un’agenzia privata?

Il discorso cambia se invece decidi di candidarti per il ruolo da postino presso un’agenzia privata. In genere si parla infatti di stipendi nettamente inferiori rispetto a quelli delle Poste Italiane, ma hai maggiori possibilità di firmare un contratto a tempo indeterminato.

In linea di massima si tratta di uno stipendio che si aggira attorno agli 800 euro e che può aumentare, anche se di poco, in base alle raccomandate che prevedono una commissione extra.

Come puoi notare si tratta di uno stipendio piuttosto basso ma che, se gestito con cura, ti permetterà comunque di vivere una vita abbastanza dignitosa.

Per farci un’idea più precisa sul lavoro del postino per un’agenzia privata, ho dato uno sguardo ai salari proposti dalla famosa agenzia TNT. In questo caso un postino percepisce uno stipendio lordo di circa 850 euro.

Vale davvero la pena fare il postino?

Arrivati a questo punto del nostro articolo sicuramente ti starai chiedendo se vale davvero la pena fare il postino oppure no, e noi siamo qui anche per trovare insieme risposta a questa domanda.

Anche se lo stipendio che puoi percepire facendo il postino non è poi così alto, devi tener conto del fatto che è commisurato alla mole di lavoro. Quello del postino è infatti un lavoro poco faticoso e, come abbiamo visto all’inizio del nostro articolo, una volta che hai il diploma, la triennale e la patente, il gioco è fatto!

Anche in base alle varie recensioni positive che si possono leggere su internet sul lavoro del portalettere, si deduce che sì, vale sicuramente la pena fare il postino, a patto che sei disposto a fare delle rinunce e ad accontentarti del minimo indispensabile per vivere in modo dignitoso.

Infine non dimenticare che si tratta sempre di un lavoro molto stimolante, che ti porterà a conoscere nuove persone, nuovi posti, aprendo ulteriormente la tua mente e facendoti sentire utile per la società in cui vivi, un fattore che non va assolutamente sottovalutato nei giorni nostri!

Se ti interessa l’idea di lavorare in questo settore, ma al contempo stai valutando di aprire una tua attività, ti consiglio di leggere la guida dedicata all’apertura di un ufficio postale privato.

Troverai i consigli e i requisiti, oltre ai migliori marchi in franchising a cui affiliarti e gli iter burocratici da seguire per avere successo.

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei