Quanto Guadagna un Muratore? Ecco Qual è Lo Stipendio Medio Italiano per i Lavoratori Edili

Quella del muratore è sicuramente una professione impegnativa, ricca di responsabilità, e sono moltissime persone a fare questo tipo di lavoro che è, tra l’altro, uno dei più antichi del mondo.

Ma quanto guadagna un muratore? Se anche tu ti sei posto questa domanda allora stai leggendo l’articolo giusto perché oggi analizzeremo insieme tutti i fattori che influenzano lo stipendio di questo lavoratore, così da capire a quanto ammonta il suo guadagno mensile.

Sicuramente un operaio che fa il muratore guadagna meno rispetto a quello che gli spetterebbe, soprattutto in confronto agli sforzi manuali che deve compiere e alle responsabilità di cui si fa carico, ma ci sono ancora molte persone che lo fanno per passione!

Il settore dell’edilizia è in crisi

Come molti di noi sanno, il nostro territorio sta attraversando da diversi anni una crisi economica e, di conseguenza, anche il settore dell’edilizia ne ha risentito.

Per questo motivo, anche gli stipendi di tutti gli operai che lavorano in questo settore hanno subito dei ridimensionamenti non indifferenti, che si aggirano addirittura intorno al 20%, ma piano piano la situazione si sta ripristinando.

Da cosa è determinato il guadagno mensile di un muratore?

Prima di andare ad occuparci nel dettaglio di quanto guadagna effettivamente un muratore, sia che lavori all’estero, sia che lavori in Italia, è il caso di vedere insieme quali sono i diversi fattori che influenzano questo stipendio.

Innanzitutto, lo stipendio è influenzato proprio dalle stesse mansioni che deve svolgere: se si tratta di mansioni più o meno impegnative e, soprattutto, se si tratta di interventi che comportano delle responsabilità.

Infatti, come molti di noi sanno, il lavoro del muratore è in un certo senso sottopagato rispetto alle responsabilità che questo operaio si assume, senza considerare le ore di lavoro che deve rispettare nell’arco della giornata.

In questo senso, anche le ore di straordinari influenzano il guadagno del muratore in quanto questo operaio è spesso tenuto a lavorare oltre le ore che gli spettano, specialmente in presenza di scadenze molto vicine.

L’esperienza è tutto

Oltre ai fattori di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, il guadagno di un muratore è determinato soprattutto dagli anni di esperienza che si porta alle spalle.

Infatti, un apprendista guadagnerà meno di un muratore che opera nel settore dell’edilizia da tantissimi anni e che si destreggia nella risoluzione di qualsiasi problema senza troppe difficoltà.

Di conseguenza, sarebbe opportuno che, prima di iniziare il mestiere da muratore, ci si affianca al cosiddetto Mastro, così da apprendere al meglio tutti i segreti del mestiere, senza correre troppi rischi e senza fare dei lavori scadenti.

Molti sono i muratori italiani che decidono di andare a lavorare all’estero, soprattutto in Svizzera e in Germania. Per questo motivo abbiamo fatto una netta distinzione tra il guadagno del muratore che lavora nei paesi esteri e quello di un muratore che lavora in Italia. Vediamo di cosa si tratta.

Quanto guadagna un muratore all’estero?

Quindi, tra i paesi più gettonati in cui i muratori decidono di trasferirsi per lavorare, troviamo soprattutto la Germania e la Svizzera. Questo di solito accade perché conviene dal punto di vista economico.

Per quanto riguarda il primo caso, ossia il muratore che svolge il suo lavoro in Germania, parliamo di uno stipendio piuttosto elevato, che si aggira attorno ai 2500 euro al mese.

Visto che nella maggior parte delle città tedesche la vita ha un costo molto simile all’Italia, si tratta quindi di uno stipendio dignitoso, che permetterebbe all’operaio di condurre una vita altrettanto dignitosa: qui puoi scoprire come trovare lavoro in Germania.

In Svizzera lo stipendio è ancora più elevato e, esattamente come la Germania, la qualità della vita è migliore e ci sono meno scartoffie da compilare e da consegnare.

Lo stipendio di un muratore che lavora in Svizzera, o meglio a Zurigo, è direttamente proporzionale al tenore di vita. Stiamo parlando di una retribuzione che si aggira attorno ai 5000 franchi al mese.

Una somma che i muratori in Italia possono solo sognare ma, se pensiamo al costo della vita in Svizzera, si tratta di uno stipendio che permetterebbe al muratore di arrivare semplicemente a fine mese.

Quanto guadagna un muratore in Italia?

In Italia il discorso cambia e, come abbiamo già accennato nel corso del nostro articolo, spesso, lo stipendio di un muratore non rispecchia la difficoltà del lavoro svolto o le responsabilità che questo ha dovuto assumersi.

Tenendo conto di tutti i fattori che abbiamo citato nel corso dell’articolo, soprattutto per quanto riguarda l’esperienza, il muratore che lavora in Italia può percepire uno stipendio mensile che si aggira attorno ai 1200 euro ma, salendo verso il Nord Italia può aumentare fino ai 1600 euro. 

Servono dei corsi per diventare muratore?

Per diventare un bravo muratore, come abbiamo già detto sopra, l’operaio deve accumulare moltissima esperienza nel settore dell’edilizia, affiancandosi ad altri professionisti.

Non servono quindi dei corsi di formazione, esclusi eventualmente quelli sulla sicurezza sul lavoro, non servono titoli di studio per diventare muratore. Basta mettersi in gioco e apprendere al meglio il lavoro che ci permette di arrivare a fine mese.

Se vuoi sapere quanto guadagna più genericamente un operaio, rimando alla guida dedicata (che trovi qui), mentre cliccando qui puoi scoprire quali sono le professioni più richieste!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei