Quanto guadagna un avvocato? Conviene ancora questa professione?

Quanto guadagna un avvocato? Molti di coloro che scelgono il corso di laurea in giurisprudenza sognano di diventare in futuro avvocati penali, civili o amministrativi. In nome di questa convinzione si impegnano per cinque lunghi anni in una serie di esami sicuramente complessi.

Tra le varie motivazioni che spingono a questa professione vi è inevitabilmente anche il tema relativo allo stipendio.

D’altronde, gli studenti sperano che gli sforzi e i sacrifici attuati in questi anni vengano poi ricompensati attraverso degli ottimi ritorni economici.

Per questo motivo ho pensato di scrivere questa guida rivolgendomi ai futuri avvocati ma anche a tutti gli altri che studiano presso la facoltà di Giurisprudenza e si stanno guardando intorno. Gli avvocati guadagnano davvero così tanto come si sente dire in giro? Qual è lo stipendio medio?

Kit per un'esperienza SUPER su Affari Miei

Se questa è la tua prima volta sul blog, lascia che mi presenti: mi chiamo Davide Marciano e sono il fondatore di Affari Miei, il blog dedicato a chi vuole vivere una vita straordinaria migliorando la propria posizione professionale ed economica.

Sono laureato in Giurisprudenza come te, quindi questa guida l'ho scritta con il quadruplo della passione. Lascia che ti introduca brevemente al mio portale: la sezione Lavoro e Formazione affronta molti temi che riguardano il campo delle professioni e dei mestieri, se ti stai guardando intorno può esserti utile.

Inoltre ti invito a dare uno sguardo a queste guide che ho scelto per te tra i 2000 articoli presenti sul blog, ti aiuteranno se vuoi diventare avvocato ma anche per tutte le altre scelte che pensi di compiere:

Fatta questa breve introduzione, entriamo nel merito della guida: scopriamo quanto guadagna un avvocato e se conviene approcciarsi a questa professione.

Gli avvocati sono benestanti?

La risposta alla domanda è no, purtroppo per loro no. Certo guadagnano molto di più di altre categorie, ma i loro stipendi, eccezioni a parte, stanno calando sempre di più e non riescono più a toccare e nemmeno a sfiorare cifre così elevate. Negli ultimi 15 anni lo stipendio medio di un avvocato è calato del 15%.

Gli avvocati junior sono ovviamente quelli più in difficoltà: talvolta non riescono a tirar su più di 500 euro mensili.

Propri questi avvocati, pur di ottenere clienti e cause decidono di svendersi il più possibile, alimentando in tal modo anche una concorrenza poco leale che porta ad una selezione davvero estenuante.

Secondo statistiche ufficiali, ogni anno sono 15 mila gli avvocati che iniziano a cercar lavoro e ad esercitare.

Ovviamente anche in passato lo stipendio iniziale di un avvocato non era elevato: la differenza è che ad oggi tale salario rischia di non alzarsi mai.

Tra le varie tecniche messe in atto dagli avvocati, per riuscire ad avere clienti, vi è quella molto rischiosa del pagamento condizionato al raggiungimento di un obiettivo: in poche parole il professionista riceverà il suo compenso solo se il cliente vincerà la causa.

Quindi quanto guadagna giovane un avvocato?

Al momento davvero poco, i neo assunti (se così si può dire visto che l’avvocato, per legge, non può essere assunto da nessuno in quanto autonomo professionista) ancora meno.

Ma andando a vedere situazioni meno tragiche possiamo notare che un avvocato che lavora in uno studio, riesce a guadagnare tra i 1200 euro e i 1500 euro al mese, se possibile con delle percentuali per ogni caso seguito e vinto.

...

Conviene ancora diventare avvocati?

Il mio parere è che se hai veramente passione per il diritto e per tutto ciò che ha a che fare con la legge, si può fare ma a determinate condizioni. Settori come quello internazionale stanno diventando preponderanti nell’economia moderna, altri settori come quelli legati al commercio online latitano di professionisti competenti: io stesso ho cercato per settimane un avvocato esperto di e-commerce a livello nazionale ed i profili che ho trovato sul web erano pochissimi.

Nell’articolo sui lavori più pagati abbiamo visto come estremamente rilevante sono le figure professionali nel campo delle importazioni e delle esportazioni.

E’ inevitabile che dove passano i soldi, inevitabilmente, sorgono le controversie. Lascia stare matrimoni e cause di vicinato ed impronta la tua preparazione sul diritto internazionale privato, sul diritto dell’Unione Europea e su tutto ciò che è commercio europeo e mondiale. Impara anche due lingue se riesci perché ormai le economie dei Paesi UE e mondiali sono estremamente connesse. Insomma, tutte cose che l’università italiana non insegna.

Al riguardo, potrebbero tornarti utili le riflessioni esposte su questo articolo che affronta proprio il tema in questione.

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarci, ti rimando alla lettura di una serie di altri articoli presenti sul blog che potrebbero interessarti soprattutto se sei studente di giurisprudenza o se, in ogni caso, vuoi affacciarti in futuro al mondo della professione.

La mission di Affari Miei è quella di migliorare la vita di chi legge e tale obiettivo passa da uno sguardo approfondito ed a 360 gradi di tutto ciò che è lavoro, sviluppo e carriera: anche per questo, dunque, ti invito a non fermarti alla lettura di un solo articolo che, per quanto possa essere impegnativo, difficilmente può permettermi di rispondere a tutti i dubbi che legittimamente possono sorgere nella tua mente.

Ecco altre risorse per una lettura super:

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei