Come Diventare Infermiere: Guida al Percorso Professionale

La professione dell’infermiere è, senza ombra di dubbio, uno dei lavori in cui l’individuo deve avere una certa propensione per aiutare il prossimo e tante altre caratteristiche personali oltre che, ovviamente, i titoli di studio necessari per avere una buona preparazione pratica e teorica.

Ma quali sono esattamente i requisiti da possedere se decidi di diventare infermiere? Qual è il percorso di studi da seguire per iniziare questa carriera lavorativa? Se ti stai ponendo tutte queste domande o sei semplicemente alla ricerca di informazioni sull’argomento, allora sei nel posto giusto!

Quali sono i requisiti personali che devi avere se decidi di diventare infermiere?

Così come accade per la maggior parte delle professioni, anche nel caso in cui hai deciso di diventare infermiere, ad esempio perché vuoi aiutare il prossimo, devi sapere che saranno necessarie alcune caratteristiche personali.

Prima tra tutte queste caratteristiche è sicuramente la compassione insieme alla disponibilità ad aiutare chi ne ha bisogno. Per capire bene quali sono i requisiti che deve possedere un bravo infermiere focalizziamoci per un attimo sulle attività principali di questa figura, ossia:

  • prendere in carico i pazienti, accogliendoli e facendo una valutazione dei bisogni dello stesso;
  • valutare costantemente lo stato di salute del paziente;
  • informare la famiglia del paziente su qualsiasi tipo di cambiamento e rimanere al suo fianco nel momento in cui queste persone hanno bisogno di supporto morale;
  • pianificare il percorso di cura e di assistenza del paziente;
  • garantire che le prescrizioni mediche vengano applicate correttamente.

In base a tutte le attività che svolge un infermiere è facile capire che per svolgere questo tipo di lavoro avrai bisogno di una forte spinta motivazionale e di una tendenza ad aiutare ed affiancare il prossimo nei momenti più difficili.

Proprio a causa delle varie responsabilità di cui si fa carico un infermiere, per ricoprire questo ruolo è necessario seguire un percorso di formazione ben preciso, di cui ti parlerò proprio in questo articolo.

Qual è il percorso di studi da seguire per diventare infermiere?

Quindi, come ho già detto in precedenza, per poter diventare infermiere devi seguire un determinato corso di studi che inizia sicuramente con un corso di laurea triennale.

La facoltà per diventare infermiere è quella di Infermieristica e solo al termine dei tre anni, dopo esserti iscritto all’albo professionale di riferimento e dopo esserti abilitato, potrai iniziare ad esercitare la professione.

Il corso di laurea in infermieristica è a numero chiuso, ciò significa che, per accedervi, dovrai sostenere un test d’ingresso che viene svolto una volta l’anno e che, anche se comprende diverse materie e serve per verificare la tua preparazione, se studierai abbastanza, non sarà impossibile da superare.

Il test di ingresso per accedere al corso di laurea di infermieristica è composto da ben sessanta domande a risposta multipla (5 opzioni di risposta) in cui, ovviamente, dovrai selezionare la risposta esatta.

Gli argomenti che vengono trattati al test d’ingresso di infermieristica sono i seguenti:

  • Fisica;
  • Logica;
  • Matematica;
  • Cultura generale;
  • Chimica;
  • Biologia.

Avrai a disposizione 100 minuti per rispondere alle domande del test d’ingresso di infermieristica e, per poterlo superare, devi rispondere ad un certo numero di domande che ti garantiscono la sufficienza.

Una volta che hai superato il test d’ingresso di cui sopra, allora inizierai il tuo percorso di laurea che, come ho detto, è suddiviso in 3 anni in cui verrai formato dal punto di vista pratico e teorico.

Il piano didattico cambia in base all’università che andrai a frequentare, tuttavia le materie che andrai a studiare sono sicuramente quelle citate in seguito:

  • Il primo soccorso;
  • L’inglese scientifico;
  • La farmacologia;
  • Le scienze infermieristiche;
  • Le materie biomediche, ad esempio fisiologia ed anatomia;
  • Le scienze umane.

La parte più importante del percorso per poter diventare un bravo infermiere riguarda sicuramente il tirocinio che dovrai sostenere obbligatoriamente per approfondire le conoscenze pratiche del mestiere.

Infatti è proprio durante le ore di tirocinio che entrerai a tutti gli effetti nella parte da infermiere e ti renderai conto, toccando con mano, in cosa consiste questo lavoro carico di responsabilità.

Ovviamente durante il tirocinio non verrai lasciato da solo ma verrai affiancato da infermieri che sono già esperti del settore e che, per questo motivo, vengono chiamati tutor. Saranno loro ad aiutarti, a correggere i tuoi errori e ad indicarti la strada giusta.

Come fare a scegliere l’università migliore

La prima cosa da fare per scegliere l’università di infermieristica che fa al caso tuo è capire se hai la possibilità oppure no di trasferirti in un’altra città in quanto la facoltà migliore potrebbe essere molto lontana dal tuo paese di residenza.

Una volta che hai capito questo allora potrai iniziare a selezionare le università in cui potrai andare in base al piano di studi e, ovviamente, anche in base agli sbocchi lavorativi e alle strutture in cui potrai fare il tirocinio.

Quanto guadagna, in media, un infermiere?

Lo stipendio medio di un infermiere può variare in base a diversi fattori, ad esempio se andrai a lavorare in una clinica privata il salario sarà diverso rispetto a quello che guadagnerai lavorando in una struttura pubblica.

Inoltre lo stipendio dell’infermiere può variare soprattutto in base ai turni che questo ha seguito nel corso del mese, ad esempio se ha fatto turni di notte, oppure se ha lavorato nei giorni festivi e via dicendo.

Detto questo, possiamo dire che, in linea di massima, un infermiere che lavora per una struttura pubblica, percepisce uno stipendio di circa 1700 euro lordi.

Se invece hai intenzione di lavorare presso una struttura privata il tuo stipendio sarà più alto e parte generalmente da circa 1800 euro nel momento dell’assunzione.

Infine, visto che in Italia il lavoro da infermiere viene spesso sottovalutato, molti neolaureati decidono di trasferirsi all’estero per cercare lavoro e, in questo caso, lo stipendio sarà ancora più alto e può arrivare anche fino a 2500 euro al mese.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei