Azioni Google: Conviene Comprare le Azioni Alphabet INC?

Google è una delle aziende più popolari del mondo, e deve questo al controllo, quasi assoluto e totale, che svolge sul traffico internet e sul traffico pubblicitario online. Un’azienda che ormai non è più una sorpresa da diversi anni e che continua ad attrarre investitori che non vogliono perdersi il treno per il futuro.

Google però, che oggi viene contrattata al Nasdaq sotto il nome di Alphabet INC, pur avendo mantenuto la sigla GOOGL, è un’azienda che non è più una start-up giovane e dinamica, ma un autentico colosso dell’economia mondiale.

In molti di voi che ci leggete si staranno chiedendo se sia ancora il caso di investire in Google, oppure se il treno, il famosissimo treno per il futuro, sia ormai passato.

Ci occuperemo proprio di questo nella nostra guida per acquistare azioni Google: andamento attuale e storico, previsioni future e possibilità al punto di prezzo attuale.

Se siete interessati a comprare azioni Google, siete nel posto giusto, perché troverete una guida dettagliata sul da farsi!

Per approcciarvi al mercato azionario, inoltre, raccomandiamo la lettura dell’approfondimento tematico dedicato alle migliori azioni del 2017.

Dov’è quotata Google?

Prima di addentrarci nello specifico della questione è bene controllare i mercati di riferimento per il titolo Google.

L’azienda di Mountain View viene attualmente quotata al Nasdaq, indice che raccoglie principalmente titoli tecnologici, nonché quello di riferimento per le aziende del settore tech. Per intenderci è qui che vengono quotati anche gli altri giganti statunitensi dell’informatica, coem IBM, Apple, Cisco, Facebook e Yahoo.

Per operare con il titolo che ci interessa negoziare oggi, dovremo dunque avere un deposito titoli che ci permetta di gestire titoli e azioni sul mercato Nasdaq.

Di cosa si occupa Google?

Il consiglio che vi diamo tutte le volte è quello di fare i compiti a casa prima di investire, ovvero di analizzare per bene quelle che sono le caratteristiche del titolo che ci interessa.

In questo caso, trattandosi di un’azione, sarà bene capire almeno a grandi linee come opera Google e da cosa ricava il suo guadagno.

Siamo abituati ad associare Google al motore di ricerca, che pure è il prodotto tecnicamente e per volumi più rilevante dell’intero parco di proprietà dell’azienda di Larry Page e Sergei Brin.

Affianco al motore di ricerca però, Google gestisce il più grande network pubblicitario del mondo, potendo offrire a chi ha bisogno di inserzioni una scelta di profili di destinatari molto precisa.

Google è inoltre coinvolta anche nel mondo di Android, essendo l’azienda che ne guida lo sviluppo e quindi anche nel mondo della telefonia, utilizzato anch’esso principalmente come veicolo per le inserzioni pubblicitarie, inserzioni che sono al momento la voce principale delle entrate di Google.

Chi acquista azioni di questa azienda si lega dunque a doppio filo a quelli che sono i destini di internet e della sua redditività. Un mondo che ha forse raggiunto il suo picco, o forse no, ma che comunque, soprattutto quando ci si affida ad aziende solide, permette di avere ancora dei buoni introiti, come dimostrano le altre realtà del settore.

Conviene acquistare adesso le azioni di Google?

Le azioni di Google sono segnalate come BUY, quindi ne viene consigliato l’acquisto, da parte di tutti i maggiori istituti finanziari del mondo.

Fonte Foto: Yahoo Finance – data 10 aprile 2017

Nonostante il prezzo sia rimasto pressoché stabile negli ultimi trimestri e non si siano intraviste nuove possibilità di business targate Google, l’azienda continua ad essere una delle più profittevoli del mondo e continua imperterrita a guadagnare, tenendo conto dell’arco temporale dell’anno solare per le contrattazioni.

Investire in GOOG, questa la sigla delle azioni presso il Nasdaq, sembrerebbe dunque a tutti più che una buona idea.

Occhio però al profilo di rischio: le azioni non sono per tutti

Nonostante Google sia un’azienda solida e affidabile, sarà il caso di tenere conto del fatto che le azioni sono pur sempre un prodotto finanziario che è destinato a chi ha un profilo di rischio medio alto e che dunque non è assolutamente adatto a chi vuole risparmiare e investire senza correre rischi.

Nonostante nulla faccia presagire momenti problematici per Google, l’andamento delle azioni è sempre soggetto a variazioni molto più forti di quelle che dovremmo invece affrontare con strumenti come le obbligazioni.

Google è un buon affare, ma soltanto per chi è in grado di sostenere gli alti e bassi della borsa!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei