Sistemi Scommesse Calcistiche e Sportive: 2 Pronostici Sicuri Quasi al 100%

Vincere alle scommesse? Pronostici sicuri al 100%? Qual è il metodo migliore? Si può davvero battere il banco e mettersi in tasca un piccolo reddito mensile semplicemente utilizzando dei sistemi per vincere alle scommesse?

Muoversi in questo spazio, che sia cercare di vincere al gratta e vinci o nel mondo delle scommesse sportive, non è facile: sono presenti un numero enorme di soggetti autorizzati (oltre 80 quelli ammessi ad operare in Italia secondo l’AAMS), che ricorrono tutti o quasi a pubblicità al limite del legale per attirare nuovi scommettitori.

La storia è pressoché sempre la stessa: la storia di qualcuno che si è messo in tasca diverse migliaia di euro semplicemente giocando qualche schedina, alimentando un sogno che soprattutto in tempo di crisi sembra interessare sempre più persone.

Sono nate inoltre migliaia di riviste, di siti internet, di pagine Facebook per i sistemi di scommesse sicuri, garantiti, che fanno vincere migliaia di euro, in cui moltissimi continuano a credere, investendo e scommettendo anche somme importanti.

Ma si può avere un sistema perfetto per le scommesse vincenti? Ci sono canali dove seguire i pronostici vincenti? Calcio e altri sport attirano la nostra voglia di sapere quali sono i metodi migliori per compilare bollette che ci facciano vincere con una certa frequenza.

Forse sì, si possono trovare i sistemi giusti per vincere: trattandosi di un gioco di abilità possiamo anche battere il banco.

Per questi motivi ho deciso di scrivere questo articolo cercando di rispondere alle tante domande che i lettori mi hanno posto sul tema.

La differenza tra le scommesse sportive e il gioco di fortuna

Prima di addentrarci nello specifico del problema, è necessario sottolineare necessariamente una differenza che intercorre tra le scommesse sportive e i giochi di fortuna (come nel caso del gioco del lotto, del gratta e vinci, del Superenalotto, del 10eLotto e di tutti gli altri giochi dove l’abilità del giocatore non è inclusa nell’equazione per vincere).

Nelle scommesse sportive, a differenza del puro gioco di fortuna, esistono una serie di competenze di base che ti possono permettere di prevedere in qualche modo cosa accadrà. Pensa ad una partita di calcio: se segui lo sport, è tendenzialmente più semplice immaginare come possa concludersi una partita. Se giochi al superenalotto compri dei numeri e preghi: c’è una bella differenza.

Nel momento in cui abbiamo ben chiaro questo ragionamento, possiamo concordare sul fatto che con un rischio calibrato sia possibile mettersi qualcosa in tasca: è però obbligatorio trovare innanzitutto tra i sistemi scommesse quello che fa per noi, intendendo con sistema di scommesse non una formula magica che permette di fare milioni (se questi sistemi esistessero, nessuno andrebbe più a lavorare e i banchi di scommesse sarebbero chiusi da un pezzo), ma piuttosto un rigido sistema scommesse che ci imponga disciplina e orienti le nostre puntate.

Si può diventare, per intenderci, degli scommettitori migliori: avere un buon sistema a disposizione può fare davvero la differenza tra chi dilapida grossi patrimoni nelle agenzie di scommesse e chi invece riesce a continuare a divertirsi, magari guadagnando anche qualcosa.

Avvertimento: le scommesse possono creare dipendenza

Su questo punto non transigo, te lo dico prima di addentrarci nel merito. Prima di procedere ulteriormente nell’individuazione di sistemi scommesse vincenti, infatti, è necessario sottolineare che anche le scommesse sportive, così come ogni gioco d’azzardo, possono causare dipendenza.

Una volta entrati nel tunnel del gioco, uscirne è difficilissimo, nonostante comincino ad essere disponibili anche strutture pubbliche per seguire terapie che sono in tutto e per tutto percorsi di disintossicazione, come quelli previsti per liberarsi dalle droghe che creano più dipendenza.

A dimostrare una passione spesso non sana degli italiani ci pensano i dati: nonostante il periodo di crisi per famiglie e individui singoli, il settore scommesse ha raccolto 4 miliardi nei soli primi 6 mesi del 2016, facendo registrare un incremento semestre su semestre di oltre il 30%.

Dati preoccupanti, ai quali si sta aggiungendo anche l’incremento delle scommesse online, partite relativamente in sordina in Italia e con un buon margine di crescita, nel breve e nel lungo periodo.

Cosa controllare prima di scommettere

Prima di pensare ad un buon sistema per scommettere è assolutamente necessario prendere alcune precauzioni prima di cominciare ad “investire” i soldi sudati lavorando.

In primis dovremo controllare il sito internet o l’agenzia che abbiamo scelto per le nostre scommesse: è stata abilitata dall’AAMS?

L’AAMS è l’ente che in Italia si preoccupa di vendere licenze per il gioco d’azzardo e per le scommesse e che al tempo stesso controlla che le società che vogliono entrare sul mercato abbiano tutte le carte in regola.

Tendenzialmente una società iscritta all’AAMS non solo è più sicura, ma è anche uno dei pochi canali legali per scommettere in Italia, dove il gioco d’azzardo e le scommesse sono ancora sottoposte a regimi particolarmente restrittivi.

Scommettere al di fuori delle compagnie che sono nella lista AAMS vuol dire esporsi ad ogni tipo di truffa, nonché al rischio di perdere i soldi dell’account in seguito ai, frequenti, raid della Finanza per chiudere questo tipo di operazioni.

Meglio dunque non aggiungere rischio al rischio, e scommettere soltanto sui siti legali.

76% di Scommesse Vincenti con I Consigli dell'Algoritmo di Invictus

>> Prova INVICTUS GRATIS <<

Hai già un metodo? Come vanno le scommesse?

Se sei già uno scommettitore seriale, dovresti avere più o meno idea di quello che scommetti, di quanto vinci e di quanto perdi: se non lo sai, è il caso di cominciare un piccolo diario delle scommesse, dove registrare quanto si punta e quanto eventualmente si vince.

Solo così potremo mettere infatti a punto un sistema che sia in grado di farci vincere.

Se stai perdendo costantemente, non è soltanto sfortuna. Può trattarsi di un sistema di scommesse che ti tiene lontano dalle bollette vincenti, e magari il sito di pronostici vincenti per calcio, tennis o altro sport non è poi così giusto come vorrebbe apparire ai tuoi occhi.

Dimentica i pronostici vincenti: calcio, tennis, basket – tutti hanno una componente “magica”

Dimentica comunque i pronostici e dimentica anche, almeno a volte, qual è la squadra che a rigor di logica dovrebbe vincere.

Se sei già uno che scommette dovresti aver già ricevuto molte delusioni dalle corazzate imbattibili, o perso anche delle bollette importanti per un risultato che nessuno si aspettava.

La solidità che dovrai costruirti non può basarsi soltanto sulla squadra più forte. Dovrai invece:

  • scegliere con cura le partite sulle quali scommettere: non vale mai la pena scommettere su particolari partite della settimana che siano estremamente difficili da prevedere. Quando si affrontano la prima e la seconda del campionato, o comunque due squadre che sono molto simili per valori e stato di forma, è davvero difficile individuare il risultato;
  • non essere ingordo: le squadre più deboli hanno quote molto più alte per un motivo. È infatti estremamente difficile che queste riescano a spuntarla. Non farti abbindolare da squadre pagate a 11 o a 12, vuol dire che non riusciranno a vincere mai, a meno di un miracolo;
  • impara a conoscere le scommesse “alternative”: numero di gol, gol/nogol, risultato primo tempo, risultato secondo tempo, handicap, totale gol primo tempo. Si tratta di scommesse che potremmo sempre sfruttare a nostro favore, anche perché vengono utilizzate da meno giocatori e le quote potrebbero essere più vantaggiose rispetto all’eventualità che un determinato evento si verifichi.

Sistema di Scommesse n.1: Gioca sui più forti

Il primo sistema per le schedine vincenti, parte da un assunto di tipo statistico. In campionati come la Premier League e la Liga spagnola (nonché le serie minori di UK e Spagna) si segnano moltissimi gol.

Questo vuol dire che scommettere su over 1,5 – il che vuol dire che stiamo scommettendo sul fatto che nella partita ci siano almeno 2 gol – è molto facile.

Nonostante le quote per l’over 1,5 in questi campionati sono comunque più basse di quelle che vengono offerte in Italia, possiamo avere un buon margine, se contiamo il fatto che circa l’85% delle partite finisce con almeno 2 gol.

Con un po’ di attenzione e studiando un po’ i campionati di riferimento, e dopo aver scommesso per un po’, cominceremo a poter riconoscere quelle 4–5 partite all’interno delle quali sarà pressoché sicuro vedere più di due gol.

Scommettendo su questo sistema, con quote medie di 1,30, nel caso in cui dovessimo inserire in schedina 5 partite, avremmo una quota complessiva di 1,30 x 1,30 x 1,30 x 1,30 x 1,30, ovvero 1,30 alla quinta, ovvero 3,71. Per ogni euro giocato dunque porteremo a casa 3,71 euro.

Più partite si inseriscono, più ovviamente la quota sale (giocare 10 partite a questa quota vorrebbe dire avere una quota di 13,78, ovvero vincere 13 euro e 78 centesimi ogni euro giocato.

Non è un sistema che funziona sempre, dato che la statistica ci dice che circa l’80–85% delle partite finiscono con 2 o più gol.

Vuol dire che dovremo cercare di individuare quelle partite, tra 5 e 10, per le quali ci sentiamo abbastanza sicuri. Una sola partita sbagliata e quella che poteva essere una schedina vincente, andrà a farsi friggere.

Il sistema dell’over funziona?

Il sistema dell’over è un sistema che funziona, a patto di avere un discreto occhio per quelle partite che saranno più ricche di gol.

Bisogna comunque metterlo in pratica per campionati che seguiamo costantemente e anche se non dovessimo conoscere approfonditamente le rose e la condizione di forma degli attaccanti, dovremmo quantomeno avere una buona idea di quelli che sono i migliori attacchi del campionato, le peggiori difese, gli attaccanti che possono buttarla più di una volta in rete a partita.

È un sistema che è più facile dello scommettere direttamente sul risultato 1 X 2 della partita, in quanto non ci interessa assolutamente segnerà e ogni gol sarà buono per portare acqua al nostro mulino.

C’è stato un capovolgimento incredibile? L’ultima in classifica ha vinto in casa della prima? L’Empoli ha espugnato San Siro? Non ci interesserà, a patto di segnare almeno due gol.

Giocare con over 0,5

Alcuni siti di scommesse permettono anche di giocare, in determinate circostanze e per determinate partite, anche l’over 0,5 – ovvero la possibilità di scommettere che la partita non finirà 0–0.

Quando questo è permesso, le quote sono comunque troppo basse per basarci sopra un sistema scommesse vincenti.

Metodo N.2 – Scommettere come un professionista

Tra i più esperti di scommesse circola ormai da anni un sistema di scommesse che viene chiamato <> e che è piuttosto curioso, in quanto assolutamente non eccitante e senza alcuna promessa di farti diventare ricco con le scommesse nel giro di poche settimane.

Il sistema del professionista, come sarà già intuibile dal nome, ha bisogno di metodo:

  • dobbiamo mettere da parte un bankroll, ovvero un piccolo capitale (deciderai tu quanto), dal quale usciranno i soldi per le scommesse ed entreranno quelli delle vincite. L’obiettivo finale di questo sistema è quello di aumentare il bankroll, e dunque i soldi che abbiamo vinto tramite le scommesse sportive;
  • scommettere una percentuale che si aggira intorno al 3% del capitale totale, su scommessa singola, che dovremo individuare con estrema attenzione.

Individuare la scommessa nel sistema del Professionista

Il sistema del Professionista è un sistema semi-professionale, che permette di avere a disposizione però un percorso di accrescimento del bankroll regolare, e che soprattutto ci insegnerà moltissimo sul funzionamento degli sport e delle scommesse in generale.

Bisogna individuare pochissime partite, e scegliere la squadra vincente in base a:

  • blasone: il blasone ha un senso. Le squadre più famose vincono in genere di più, anche se la nostra decisione deve dipendere poco dal marchio della squadra e di più dagli altri fattori di cui andremo a parlare più avanti. È comunque più facile aspettarsi, anche in un’annata così così, che l’Inter vinca fuori casa, rispetto ad una neo-promossa, anche se l’Inter stesse attraversando un periodo di forma particolarmente basso;
  • le partite precedenti tra le due squadre: se una squadra ha inanellato un filotto di risultati positivi, è probabile che continui a vincere anche la prossima, soprattutto se si troverà davanti un avversario abbordabile. Prima di piazzare qualunque scommessa, studiamo le ultime partite di entrambe le squadre;
  • teniamo conto anche di squalificati e infortunati: sarà difficile per una squadra alla quale mancano 4, 5 titolari, a meno che non disponga di una rosa enorme e omogenea, andare a vincere;
  • mai e poi mai andare in tilt: ci siamo dati un limite del 3% a scommessa. Non va mai e poi mai superato, neanche se fossimo sicuri al 99.9% del risultato della partita. Un sistema vincente per scommettere vuol dire innanzitutto metodo. Avere metodo vuol dire mettere da parte eccitamento e impazienza, per procedere lenti, ma costanti.

Con il sistema del professionista si guadagna poco?

La critica più comune che viene avanzata a questo sistema è che permetterebbe di guadagnare troppo poco rispetto all’impegno che dobbiamo metterci.

Chi ragiona così però è in genere il tipo di scommettitore che scommette tutto e subito, perdendo tutto altrettanto presto.

Un sistema che ci garantisse anche di vincere soltanto il 10% l’anno sarebbe un sistema che ha performance di molto superiori a moltissimi strumenti di investimento ad altissimo rischio.

Sai quanto tempo dovresti risparmiare con BOT e BTP per portarti a casa un +10% della somma investita? Anche più di 10 anni!

Visto che qua parlo di soldi con un certo livello di competenza – forse sei capitato qui per la prima volta, leggi la presentazione del blogvai a vedere quanto ti pagano le banche sui conti deposito che sono l’investimento meno rischioso in assoluto.

Il sistema del professionista è solido, necessita di un’applicazione rigorosa e può sicuramente offrire buoni risultati: dopo qualche settimana che lo starai applicando, le schedine vincenti dovrebbero cominciare ad arrivare.

La regola è però sempre la stessa: se ci siamo imposti un limite, bisogna seguirlo, a prescindere da quello che sta succedendo al nostro bankroll.

Aumentare le scommesse perché si sta perdendo di frequente è il modo più veloce per perdere veramente tutto.

Occhio ai sistemi “matematici”

Su Internet troverai moltissimi metodi per vincere alle scommesse, almeno secondo chi li pubblica.

Affermano di avere sistemi pronti a far vincere anche 500 euro al giorno, investendo pochissimo e seguendo sistemi “matematici”, ovvero che funzionano sempre e per tutti.

Aggiungono anche dei complicatissimi pronostici, con formule matematiche, calcoli astrali e qualunque stranezza possibile e immaginabile, contribuendo a creare un’aurea di scientificità intorno al metodo, che non per niente viene chiamato… matematico.

I sistemi in questione sono però molto spesso delle truffe, che puntano a venderti il sistema, anche se per pochi euro, che moltiplicati però per le migliaia di allocchi che finiscono per caderci, fanno un bel gruzzolo per il truffatore.

Se vuoi un buon sistema per vincere alle scommesse, dovresti cercare di fartelo da solo, senza comprare nulla da chicchessia: chiunque abbia un sistema infatti “matematico” per vincere, perché dovrebbe diffonderlo?

Potrebbe diventare senza troppi problemi milionario egli stesso, senza che sia affatto necessario vendere sistemi per 10,20 o 30 euro al mese per far vincere anche gli altri.

Se lo stesse facendo invece per benevolenza, come sicuramente avrà affermato in qualche pagina del suo sito, potrebbe diffondere i suoi sistemi gratis, non è vero?

Sfrutta al meglio i consigli degli altri

Se sei arrivato fino a questo punto, hai sicuramente capito alcune cose:

  • Per guadagnare bisogna puntare su eventi che con ogni probabilità si verificheranno: in questo modo, infatti, la possibilità di avere delle vincite ricorrenti aumenta;
  • Puntando su quote non altissime, non si guadagna facile subito ma bisogna costruire dei flussi positivi nel tempo;
  • Non esistono metodi matematici, il Fattore C è imprevedibile;
  • Devi avere disciplina e non giocare tantissimo e freneticamente: in questo caso, ti scaverai la fossa da solo da un punto di vista finanziario.

Non so cosa tu faccia nella tua vita, so per certo, però, che qualunque sia il tuo posto nella società hai sicuramente una limitazione: il tempo. La giornata dura 24 ore sia per te che per i più ricchi del pianeta e, in qualche modo, devi cercare di ottimizzare le ore che hai a disposizione.

Per questo motivo ho cercato un servizio che, in qualche modo, potesse essere di aiuto e ti facesse risparmiare tempo.

Il più interessante è Invictus, una piattaforma italiana che mette insieme i consigli di oltre 100 mila scommettitori in tutto il mondo.

Il funzionamento è molto semplice: oltre 100 mila tipster rivelano alla piattaforma le loro giocate nel corso del tempo. Un algoritmo rielabora queste informazioni e le organizza per gli utenti in base a:

  • Rischio delle giocate: più è alta la quota e più stai rischiando;
  • Percentuale di successo del tipster.

In questo modo, dunque, ricevi dei consigli che vengono appunto classificati in base al grado di rischio ed alla quota che moltiplica il tuo capitale.

Non mi stancherò mai di dirtelo, con il gioco non puoi arricchirti ma se proprio ti interessa scommettere devi cercare un metodo che abbia un minimo di logica: con Invictus ti affidi alla saggezza della massa ed all’affidabilità di un algoritmo che rielabora tantissime informazioni.

I risultati sono incoraggianti: il 76% delle giocate con quota inferiore a 2.00 nell’ultimo anno si è rivelato vincente tant’è che il Corriere dello Sport ha elogiato positivamente la piattaforma.

Puoi provare gratuitamente il servizio registrandoti sul sito ufficiale. Ti suggerisco di procedere con moderazione, scommettendo solamente somme che puoi permetterti di perdere e senza mai eccedere.

>> Prova Invictus Gratis <<

Decidi bene su cosa scommettere e dove

Abbiamo parlato durante tutta questa trattazione di calcio, anche se gli sport per i quali si può scommettere sono tantissimi.

Se non sei un grande amante del calcio, scommettere su questo sport sarà molto noioso. Dopotutto dovremo seguire, per scommettere al meglio, il grosso delle partite e farlo quando il calcio non ci interessa può far diventare l’intera procedura molto, molto noiosa.

Meglio orientarsi allora sul Tennis, sulla Formula 1, sul Basket e su tutti gli altri sport sui quali si può scommettere.

Come scommettere sugli altri sport

Ci si può rivolgere a diversi scommettitori per andare a fare puntate praticamente su tutti gli sport che vengono praticati a livello professionale.

Il caso tipico nel nostro paese è quello di Snai scommesse: calcio, ma non solo, anche attenzione al basket, alla pallavolo, al tennis, anche se con meno scelta e un problema, che analizzeremo tra pochissimo, con le quote.

Better: calcio, basket, tennis, formula 1, eventi sportivi di ogni tipo; può essere un’ottima alternativa per chi non vuole seguire i siti più “blasonati”.

Scegliere bene il sito dove scommettere

Per la partita o le partite che abbiamo scelto potrebbero essere leggermente diverse le quote da sito a sito.

L’ideale, soprattutto se volessimo cominciare a sviluppare il nostro bankroll in modo professionale, sarebbe di avere del piccolo capitale sui siti principali, e scegliere ogni volta il sito che ci offre la quota migliore sull’evento o gli eventi che ci interessano.

Spesso le differenze sono del 5% o anche del 10%, quindi molto interessanti, soprattutto se scommetteremo di frequente.

Le vincite sulle scommesse sono tassate?

Sì, sono tassate e la ritenuta avviene alla fonte. In altre parole le tasse vengono prelevate dalle vincite senza che ne accorgiamo neanche e il computo del totale della possibilità vincita prevede giù l’escussione delle tasse, che devono essere pagate dalla casa di scommesse e non da noi.

È anche per questo motivo che la Guardia di Finanza chiude con una certa rapidità i siti che non sono autorizzati AAMS: i non autorizzati non riscuoto infatti tasse per conto dell’Erario, e i giocatori non possono comunque dichiarare le vincite e versare le tasse, in quanto scommettendo su siti “illegali” stanno commettendo un illecito loro stessi.

Come versare e come ritirare?

Nel caso in cui non tu non abbia intenzione di accrescere il tuo deposito/bankroll oltre un certo limite, raggiunti dei guadagni sarebbe il caso di metterli da parte, magari togliendoli dal sito e spostandoli su un conto in banca o su una carta di credito.

Tutti i maggiori siti web e comunque tutti quelli che operano in Italia supportano sia per il ritiro che per il versamento le principali carte di credito, spesso PayPal e quasi sempre anche il bonifico bancario.

Si ha soltanto dunque l’imbarazzo della scelta quando si tratta di versare e prelevare soldi.

La scelta di un’agenzie di scommesse seria e registrata offre anche questo vantaggio: possiamo dormire sonni tranquilli per quanto riguarda i nostri soldi, dato che questi saranno restituiti senza problemi da aziende solide e che sono riuscite ad essere approvate dall’AAMS.

È difficile essere più furbi del banco

Lo ricordo per l’ennesima volta: essere più furbi del banco e batterlo al suo stesso gioco non è mai facile.

Le scommesse sportive, essendo giochi che sono basati anche sull’abilità del giocatore, possono portarci a vincere sul lungo periodo.

Questo vuol dire che ci sono margini, per quanto risicati possano essere, che possano portarci a battere il banco e ad incassare, anche se si tratta di qualcosa di difficile, che andrà studiato ricorrendo a sistemi vincenti per scommesse solidi, a prescindere da quale sia la specialità sportiva sulla quale hai deciso di scommettere.

76% di Scommesse Vincenti con I Consigli dell'Algoritmo di Invictus

>> Prova INVICTUS GRATIS <<

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Bravo Davide. Ottimo articolo. Le scommesse sportive si reggono, e guadagnano parecchio i siti di book, perché hanno fatto passare l’idea del tutto e subito.
    Ma, come giustamente dici tu, avere un 10% all’anno è già qualcosa oltre qualsiasi titolo in banca.
    Quindi, le scommesse, andrebbero più viste come strumento di investimento e non come un mordi e fuggi.

LASCIA UN COMMENTO