Come Vincere al Gratta e Vinci: Probabilità e Trucchi

Come vincere al gratta e vinci? Trovare il biglietto vincente o vincere al Lotto è il sogno di molti, dato che per molti concorsi a premi di questo tipo la somma in palio è decisamente alta e potrebbe sistemare la vita anche di chi ha pretese molto alte.

Vincere al gratta e vinci però non è facile: trucchi e probabilità, calcolo delle possibilità, si tratta di un universo matematico complesso, dove tra le altre cose, come accade sempre o quasi, l’unico a vincere sul lungo periodo è il banco.

In questo caso il banco è lo Stato italiano, che tramite Lottomatica Italia controlla la totalità dei giochi a premio di questo tipo, come il 10 e Lotto.

Se volete sapere come vincere al gratta e vinci continuate a leggere.

Un enorme numero di giochi

In realtà quando ci occupiamo di Gratta e Vinci non ci riferiamo più ad un gioco, il primo, che fece la sua comparsa nei tabaccai e nelle rivendite lotto ormai più di 20 anni fa.

Sono nati negli anni tantissimi giochi e se ne contano oggi, sul sito di AAMS (l’ente che regola i giochi d’azzardo e di fortuna in Italia) oltre 50 tipi.

Ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche, con le vincite che sono il grosso delle volte proporzionate al costo della singola giocata.

Le probabilità di vincita, che avremo comunque modo di analizzare più a fondo più a lungo, cambiano da gioco a gioco, con però una costante: il banco vince sempre e comunque, e le possibilità di vittoria sono di molto inferiori rispetto a quelle degli altri giochi dei Monopoli di Stato, come ad esempio il Lotto o il Superenalotto.

Verrebbe da pensare che la predilezione dei monopoli per questa forma di gioco sia dovuta proprio al fatto che la gestione della probabilità delle vincite è sbilanciata completamente a favore del banco, che in questo caso è appunto lo Stato, così come per il grosso dei giochi di fortuna in Italia.

Gratta e vinci: vincite e probabilità di vincere

Le probabilità di vincere al Gratta e Vinci nel nostro Paese cambiano da gioco a gioco, ognuno dei quali ha una certa percentuale fissa di biglietti vincenti (che vengono determinati in fase di stampa e poi mai più modificati).

Tendenzialmente nei rulli si trovano da 1 biglietto su 3 a 1 biglietto su 5 con un qualunque tipo di vincita.

Va anche anticipato il fatto che il grosso delle vincite, oltre l’80% in genere, sono rappresentate da biglietti che restituiscono semplicemente il costo della giocata, e quindi 1 euro per i gratta e vinci da 1 euro, 2 euro per i gratta e vinci da 2 euro, 5 euro per i gratta e vinci da 5 euro, 10 euro per i gratta e vinci da 10 euro, etc.

Si vince dunque, ad andare bene, una volta su tre, e in almeno l’80% dei casi questa vincita è semplicemente del prezzo del biglietto.

Chi abbia giocato almeno una volta sa bene che quella piccola somma viene in genere re-investita nell’acquisto di nuovi biglietti, e che dunque in un modo o nell’altro finirà comunque nelle casse del banco.

Probabilità di vincere con Fai 7

Fai 7 è un gioco il cui costo del biglietto è di un euro. Si possono vincere le seguenti somme:

  • per 1 biglietto su 738.461 si vincono 7.000 euro
  • per 1 biglietto ogni 240.000 si vincono 700 euro
  • per 1 biglietto ogni 15.000 si vincono 70 euro
  • per 1 biglietto ogni 545 si vincono invece 40 euro
  • per 1 biglietto ogni 300 si vincono 20 euro
  • per 1 biglietto ogni 200 si vincono 10 euro
  • per 1 biglietto ogni 75 si vincono 7 euro
  • per 1 biglietto ogni 16 si vincono 2 euro
  • per 1 biglietto ogni 8,5 si vince 1 euro

Il caso di Fai 7 è emblematico. Sul lungo periodo per vincere 70 euro dovremmo infatti acquistare 15.000 biglietti.

Ogni 15.000 biglietti di media ne troveremo uno che ci garantisce 70 euro: un numero incredibile che rende molto bene l’idea di quanto sia in realtà bassa la possibilità di vincere con un gioco come il gratta e vinci.

Per spiegare ancora meglio il funzionamento, procederemo ad analizzare un altro gioco, passando ai biglietti da 2 euro.

Probabilità di vincere al gratta e vinci: Doppio Fai 7

Doppio Fai 7 è un gioco che ha un funzionamento identico rispetto a quello di Fai 7, con la differenza però che non si nasconde soltanto nel prezzo, ma anche nelle probabilità, che sono stravolte anche in vista della presenza di un premio top ben più sostanzioso, ovvero di 100.000.000 euro.

Con un biglietto da 2 euro si possono vincere:

  • per 1 biglietto ogni 10.560.000, 100.000 euro, ovvero 50.000 volte la posta giocata
  • per 1 biglietto ogni 528.000, 7.000 euro, ovvero 3.500 volte la posta giocata
  • per un biglietto ogni 2.400, si vincono invece 70 euro, ovvero 35 volte la posta
  • per un biglietto ogni 454 si vincono 40 euro, ovvero 20 volte la posta giocata
  • per un biglietto ogni 94 si vanno invece a vincere 20 euro
  • per un biglietto ogni 60 si vanno a vincere 10 euro
  • per un biglietto ogni 19 si vincono 7 euro, ovvero 3,5 volte la posta giocata
  • per un biglietto ogni 17 si vincono 3 euro
  • per un biglietto ogni 11 si vincono 2 euro

In media per questo gioco si vince un premio ogni 4,20 biglietti acquistati. Il totale del montepremi è di 10.079.572 euro, con l’ente che gestisce le giocate che ha stampato ben 42.240.000 biglietti.

Con un semplice conto matematico si può capire come di fronte ad una raccolta in giocate di 84.480.000 euro, lo stato poi vada a ridistribuire soltanto 10.079.572 euro. Meno di euro su otto di quelli che vengono giocati, per intenderci, tornano ai giocatori.

Le probabilità di vincere al gratta e vinci L’eredità

La ripartizione delle vincite può essere anche più subdola, come è il caso del gioco L’eredità, che offre un premio massimo più alto, a detrimento però di quelli che sono i premi intermedi.

Con questo gioco infatti si possono andare ad incassare:

  • 200.000 euro per 1 biglietto ogni 7.500.000
  • 20.000 euro per 1 biglietto ogni 1.500.000
  • 1.000 euro per 1 biglietto su 48.000
  • 500 euro per un biglietto ogni 24.000
  • 200 euro per un biglietto ogni 8.000
  • 100 euro per un biglietto ogni 3.200
  • 50 euro per un biglietto ogni 480
  • 25 euro per un biglietto ogni 300
  • 20 euro per un biglietto ogni 240
  • 15 euro per un biglietto ogni 60
  • 10 euro per un biglietto ogni 22
  • 5 euro per un biglietto ogni 10
  • 3 euro per un biglietto ogni 7

In questo caso i biglietti vincenti sono di più, dato che mediamente porteremo a casa una vincita ogni 3,23 biglietti, anche se del patrimonio incassato totalmente dall’ente del gioco, ovvero di 90 milioni di euro (sono stati stampati infatti 30.000.000 di biglietti), poco più di 9 milioni vengono distribuiti dai giocatori.

Gratta e vinci: gioco gratis ma crea dipendenza

Chi conosce relativamente bene le dinamiche del gratta e vinci, sa bene che spesso comprando qualche biglietto insieme, si riescono a vincere anche somme leggermente più alte del costo del biglietto stesso.

È questo il gratta e vinci gioco gratis, che da l’illusione appunto al giocatore di non spendere nulla per continuare a giocare, finendo poi però sempre allo stesso modo, ovvero con il banco che in un modo o nell’altro finirà per riprendere quel denaro.

Non è un complotto, non è sfortuna, è semplicemente la matematica che gioca a favore ovviamente di chi controlla il gioco e che stampa molti meno biglietti vincenti di quanto sarebbero necessari per rendere il gioco equo, ovvero per dare ad ogni giocatore le stesse possibilità di vincere o di perdere al gratta e vinci.

Maxi Miliardario: il gioco che paga di più?

Maxi Miliardario (oggi in commercio sotto la dicitura Nuovo Maxi Miliardario) è il gioco che offre il montepremi più alto, con un costo biglietto che però è ovviamente rapportato ai grandi premi che vengono promessi ai più fortunati.

Per il gioco, che prevede una quota di acquisto biglietto di ben 20 euro, si possono infatti vincere:

  • 5 milioni di euro, per un biglietto ogni 7,5 milioni di biglietti stampati
  • 100.000 euro, sempre per un biglietto ogni 7,5 milioni
  • 50.000 euro, per un biglietto ogni circa 681.818
  • 10.000 euro, per un biglietto ogni 78.947
  • 1.000 euro, per un biglietto ogni 952 biglietti
  • 500 euro per un biglietto ogni 193
  • 200 euro per un biglietto ogni 110
  • 100 euro per un biglietto ogni 50
  • 50 euro per un biglietto ogni 15
  • 20 euro per un biglietto ogni 3,75

Il montepremi totale distribuito è di 22.123.864 milioni, contro una raccolta, nel caso in cui tutti i biglietti venissero venduti, di 120 milioni di euro.

Siamo di fronte ad un gioco che, almeno a livello di probabilità, dà più possibilità di vincere, anche se mediamente lo stato si metterà in tasca 6 volte i premi distribuiti.

Probabilità di vincere al gratta e vinci? Molto basse

Tra i gioco d’azzardo o aleatori, quelli che per intenderci non richiedono alcun tipo di abilità da parte del giocatore, il Gratta e Vinci non solo è il più comune e apprezzato dai giocatori, ma anche quello che presenta le minori possibilità di vincere.

I giochi distribuiscono una cifra variabile tra il 10 e il 20% in montepremi circa del patrimonio che viene incassato, il che vuol dire che il giocatore sta giocando tra 1:5 e 1:10 possibilità di vincere.

Sono percentuali estremamente basse, anche se paragonate con quelle che vengono applicate dai casinò, che pur incarnano nel nostro immaginario collettivo quello che è il luogo per ripulirci del nostro denaro per eccellenza.

Ci sono dunque, anche in relazione agli altri tipi di gioco che vengono gestiti dallo Stato o da banchi comunque particolarmente avidi, pochissime possibilità di vincere.

Gratta e Vinci: trucchi per vincere

Nonostante su internet vengano presentate delle modalità di calcolo per scegliere il biglietto vincente o degli altrettanto strampalati sistemi che dovrebbero garantirci delle vincite consistenti, non c’è assolutamente modo di andare a individuare quali sono i biglietti vincenti e sceglierli prima di grattarli.

Sono leggende metropolitane, che tra l’altro se dovessero funzionare sul serio nessuno condividerebbe su Internet, dato che potrebbero essere un trucco perfetto per diventare milionari. Perché mai dovrebbero scriverlo su Internet?

L’unico trucco per vincere al Gratta e Vinci, senza che questo debba ovviamente trasformarsi in una morale per chi gioca, è quello però di non giocare.

Infatti sul breve, medio e lungo periodo non potremo che perdere, a meno di non essere quei fortunatissimi che hanno beccato uno dei soli 8 biglietti (su 30.000.000 di biglietti stampati) che ci garantiscono la vincita da 5 milioni di euro.

Sono probabilità statisticamente nulle e anche chi ha piacere di giocare d’azzardo troverebbe sicuramente maggiori probabilità di vincere in giochi come la roulette del casinò, dove per ogni giro della pallina il casinò trattiene, statisticamente, soltanto 1/37 della giocata.

Occhio, il gratta e vinci crea dipendenza

Il problema forse principale collegato con i gratta e vinci è la presenza di alcuni meccanismi che possono scatenare una dipendenza anche in pochissime giocate:

  • si può giocare sempre: non vanno aspettate estrazioni, come è il caso ad esempio del lotto
  • i biglietti sono sempre stampati per creare suspense: manca sempre un numero solo per vincere, che non arriverà, lasciandoci con l’amaro in bocca per “avercela quasi fatta”, stimolandoci a riprovare subito
  • il fatto di dover grattare conferisce un aspetto ludico e divertente, che continua ad attirare moltissimi giocatori
  • è un gioco di fortuna pura, dato che non è richiesta nessuna abilità, se non quella di appunto andare a grattare

Il gioco è così popolare in Italia che sono nati negli anni oltre 50 giochi, come abbiamo riportato in apertura, segno che qualcuno che compra i biglietti c’è e che sono in molti dunque a giocare con probabilità di vincere così impari contro il banco.

I numeri parlano chiaro, e sono anche pubblicati sul sito di Lottomatica: vincere al Gratta e Vinci è praticamente impossibile, e anche chi lo fa per somme consistenti, statisticamente il grosso delle volte finirà per tornare a giocare anche l’intera somma che è stata portata a casa.

Il vero trucco per vincere è di stare lontani da questi tipi di giochi, che non hanno davvero nulla da offrire anche a chi voglia giocare sul serio d’azzardo: ci sono giochi sicuramente più interessanti, sia perché richiedono abilità (pensiamo al poker, ma anche al blackjack che pur presenta opzioni impari tra banco e giocatore) sia perché offrono una disparità meno accentuata tra banco e giocatore.

Insomma, se avete voglia di guadagnare con il gioco d’azzardo potrebbe essere più utile pensare di aprire un centro di scommesse sportive che mettersi a giocare!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
Affari-Miei
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO