Come Calcolare la TASI 2016 per Inquilini: Calcolo Affittuari, Quanto si Paga? – Guida alle Aliquote

Calcolo TASI: Guida Completa – La Tasi è una tassa sulla casa che, insieme all’IMU, deve essere versata entro il 16 dicembre 2016 a saldo dell’acconto versato il 16 giugno.

Come calcolare la TASI 2016 per gli inquilini? Il calcolo dell’imposta da pagare è un’operazione che ogni anno vede impegnate molte persone, soprattutto gli affittuari che, dopo le recenti riforme, si sono visti costretti a pagare la tassa sui servizi indivisibili ai propri comuni. Le aliquote sono determinate dai comuni: se non lo hanno ancora fatto, si fa riferimento al 2014. 

Entro il 16 giugno è stata pagata la prima rata, la seconda invece sarà corrisposta, come anticipato, entro il 16 dicembre.

Il pagamento deve essere effettuato mediante modello F24: si può pagare alla banca o alla posta oltre che online, mediante i servizi di internet banking messi a disposizione dai principali istituti italiani. Si consiglia la seconda modalità di pagamento perchè è molto più veloce ed evitate le file che, con ogni probabilità, si creeranno in prossimità della scadenza fiscale.

Tassa sulla casa, Calcolo Tasi 2016: come calcolare importo per inquilini, aliquote e pagamento inquilino

Diciamo subito che la parte maggiore dell’importo spetta al proprietario di casa: in genere all’affittuario tocca pagare dal 10% al 30%. A Roma, ad esempio, si paga il 20% mentre a Milano il 10%. In alcune grandi città, poi, l’imposta è totalmente a carico del proprietario: ciò accade, ad esempio, a Napoli, Torino, Firenze e Palermo.

Passiamo ora al calcolo della Tasi 2016 per gli inquilini: come si ottiene la base imponibile a cui applicare l’aliquota comunale?

Il procedimento è molto semplice, bisogna solo conoscere alcuni dati come: rendita catastale (che è scritta sul contratto di locazione oppure mediante i servizi online del Fisco), aliquota (determinata dal singolo comune) e tipologia di abitazione.

E’ un procedimento valido per tutti: ottenuto l’importo della tassa sulla casa lo si distribuisce tra proprietario ed inquilino.

  • La rendita catastale va rivalutata del 5%. Facciamo finta che è pari a 1000 euro (1000 x 0,05= 50 euro), quindi sono 1050 euro (rendita rivalutata).
  • Il calcolo della base imponibile si effettua moltiplicando la rendita catastale rivalutata per un coefficiente che, per le abitazioni civili, è pari a 160. Quindi: 1050 x 160= 168.000 euro.
  • L’ultima operazione per il calcolo Tasi 2016 è data dalla moltiplicazione della base imponibile per l’aliquota comunale. Facciamo finta che essa sia pari all’1 per mille (0,001): 168.000 x 0,001= 168 euro

Questa tecnica ci consente di calcolare l’importo totale della Tasi 2016: questo è solo l’acconto, quindi si versa metà di quanto ottenuto diviso tra proprietari ed inquilini nelle modalità descritte in precedenza.

Il pagamento va effettuato entro la scadenza del 16 dicembre 2016 mediante modello F24.

Risorse utili

Buon proseguimento!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO