Codice tributo 8906: cos’è, significato e uso

    L’esercizio del ravvedimento operoso, identificato dal codice tributo 8906, viene eseguito normalmente dal sostituto d’imposta che lo utilizza quando procede con il relativo pagamento attraverso il modello F24. La stringa numerica serve per specificare che si sta eseguendo il versamento della sanzione pecuniaria, relativa alle imposte dirette, all’Iva, alle ritenute alla fonte, ma anche ad altri tributi con gli eventuali interessi annessi. 

    Quando il contribuente si avvale del ravvedimento operoso, in pratica regolarizza la sua posizione nei confronti della fiscalità, per cui il soggetto si mette in regola con il Fisco mediante la procedura dell’autodenuncia che consente effettivamente di ridurre l’entità delle sanzioni da dover pagare. Questo accade perchè si abbassa la percentuale delle sanzioni e degli interessi da versare all’Erario. Nello specifico, quindi, se il sostituto d’imposta ha tralasciato una data di scadenza, si potrà provvedere a regolarizzare la posizione del contribuente senza attendere la comunicazione del Fisco. 

    Se si procede con l’effettuare il versamento entro 2 settimane dalla scadenza dei termini, la sanzione applicata sarà pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo; progressivamente, se si lascia scorrere maggior tempo, si sale al 3% se il ritardo si protrae tra il quindicesimo ed il trentesimo giorno; si sale al 3,3% tra il trentunesimo ed il novantesimo giorno di ritardo; per ritardi che superano i 90 giorni la sanzione è pari al 3,75%, a patto, però, che il pagamento avvenga con un ritardo inferiore all’anno. Il passare del tempo, oltre a far incrementare la percentuale della sanzione da applicare al ravvedimento operoso, espone inoltre il contribuente alla richiesta di rettifica della propria posizione da parte dell’amministrazione finanziaria che, in seguito ai dovuti controlli, potrà accorgersi del mancato versamento: in questa circostanza verrà inviato un avviso di accertamento bonario al contribuente, per cui aumenta la sanzione minima da versare che si attesta attorno al 10%.

    Ravvedimento operoso con codice tributo 8906

    Il sostituto d’imposta, con l’uso del codice tributo 8906, provvede al pagamento del ravvedimento operoso e del relativo interesse legale. Va precisato che la misura dell’interesse legale da applicare è rapportata all’anno di riferimento che prevede un incremento dello 0,5%, quindi se il ritardo è di un solo un mese l’interesse è pari ad un dodicesimo dello 0,5%. 

    Il modello di pagamento F24 può essere utilizzato adoperando lo stesso codice tributoossia la serie di numeri 8906 anche in caso di mancato versamento delle ritenute d’acconto su contratti di collaborazione commissionati, che va a formare una base di denaro pari al 20% del pagamento lordo convenuto. Le ritenute d’acconto devono essere versate entro il sedicesimo giorno del mese successivo alla retribuzione del compenso, se si salta questa data scatta il ravvedimento operoso per cui si è esposti all’applicazione delle progressive sanzioni che prevedono l’attribuzione di un relativo interesse legale.

    Vai già via? Leggi la nostra sezione dedicata al Fisco se hai bisogno di altri consigli! Se questa è la prima volta su Affari Miei, nel darti il benvenuto, ti invitiamo a consultare la mappa del blog per conoscerci meglio!

    mm
    Wealth Hacker
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
    mm
    Wealth Hacker
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.