Chiusura Conto Corrente Postale e Bancario: Come cambiare banca

In questo articolo spiegheremo in modo semplice e intuitivo come si fa a cambiare banca, ovvero come chiudere il conto corrente in maniera ottimale.

Ci possono essere tanti motivi che ci spingono a cambiare banca e a scegliere un altro istituto di credito. Uno dei motivi più importanti è il fattore economico, ma potrebbe anche non essere l’unico.

Qualunque sia il motivo per cui decidete di cambiare banca, sappiate che è un procedimento molto semplice da fare e che non richiede costi elevati, come avveniva qualche anno fa.

Grazie al Decreto Bersani, infatti, è proibito alle banche far pagare costi in più ai loro clienti per ottenere la chiusura del conto corrente.

Oggi quindi chiudere il conto è molto più semplice che qualche anno fa, e in ogni momento potete, se lo desiderate, cambiare la vostra banca di riferimento. Vediamo come fare, passo dopo passo.

Come fare la chiusura del conto corrente

In questa prima parte dell’articolo esamineremo la chiusura del conto corrente definitiva: vale a dire, questa parte dell’articolo riguarda la situazione di colui o colei che vuole chiudere il conto corrente senza aprirne uno in una banca diversa.

Vediamo quali sono le modalità e le tempistiche di questa operazione.

La prima cosa da sapere è che condizione per chiudere definitivamente il proprio conto corrente è di non avere più operazioni in corso: il che significa che non si può chiudere un conto se ci sono ancora assegni da incassare, o delle bollette addebitate sul conto, e simili.

La cosa migliore da fare quando si decide di chiudere definitivamente il conto è quella di recarsi nella propria filiale di riferimento: in questo modo di eviteranno brutte sorprese e si potrà concludere, se possibile, la chiusura direttamente firmando tutti i documenti necessari.

Quando si chiude il conto corrente bisogna anche riconsegnare alla propria banca ogni carta (di debito e di credito), il bancomat, eventualmente il libretto degli assegni. Se si ha un conto titoli associato al conto corrente, se ne deve chiedere la chiusura.

Ovviamente se si ha del denaro depositato sul conto al momento nel quale se ne chiede la chiusura si potrà riscuoterlo.

Voltate pagina e proseguite nella lettura!





1
2
3
4

LASCIA UN COMMENTO