Carte Prepagate

I cambiamenti apportati dal web al settore bancario hanno riguardato anche le carte prepagate. Negli ultimi anni, grazie all’informatizzazione del settore, si sono diffuse le cosiddette carte-conto che, in un unico prodotto, puntano a mettere insieme le funzioni base di un conto corrente con quelle di una tradizionale carta prepagata.

Oggi avere una carta prepagata con IBAN per ricevere bonifici e per effettuarli è piuttosto semplice e quasi tutti gli istituti italiani hanno un prodotto o servizio da abbinare al normale conto corrente o da offrire separatamente, per chi vuole uno strumento più snello ed economico. Molte carte prepagate sono gratuite oppure hanno un canone relativamente basso: tendono a differenziarsi per funzioni, limiti e possibilità di svolgere determinate operazioni.

A chi serve una carta prepagata? Spesso, se non si hanno particolari esigenze e grosse somme da mobilitare, una prepagata può essere anche sostitutiva del conto corrente in quanto, se facente parte della categoria delle carte-conto, permette di ricevere denaro, di mobilitarlo, di fare acquisti online e di pagare con le funzioni tipiche del bancomat. In altri casi la prepagata, invece, può essere una sorta di "braccio operativo" del conto principale da utilizzare soltanto per gli acquisti e da ricaricare online o in filiale, così da avere un maggiore controllo delle proprie spese.

Con Affari Miei scopri le recensioni delle principali carte prepagate presenti sul mercato e scegli i migliori prodotti che si possono sottoscrivere in questo momento, confrontando con pochi click tutte le alternative contrattuali e tariffarie!